I 10 migliori posti migliori da visitare in Mongolia

I 10 migliori posti migliori da visitare in Mongolia

C'è stato un tempo in cui la Mongolia avrebbe potuto governare il mondo.

Quassù, in alto sugli altipiani che spazzano fuori dai Glacial Altai Mountains, la potente steppa mongola ha ospitato orde di cavalieri e footmen, tutti comandati da quella figura ormai-mitica: Genghis Khan.

Tuttavia, l'impero turco profetico dall'est non doveva essere.

Mentre le orde si frammentavano e tornavano nei rispettivi settori dell'Asia, questo mondo selvaggio e sterile sul tetto il continente tornò ai suoi vecchi modi.

Nomadi vagava per le colline; Yurts apparve sulle rive dei laghi di montagna con l'avvento e gli avvenimenti delle stagioni; Eagle Hunters pattugliava le pianure; I leopardi della neve perseguitavano, e per sempre le dune di sabbia del Gobi si spostarono e si spostarono.

Oggi la Mongolia sta ancora una volta incontrando il mondo, solo questa volta il mondo sta andando lì.

Andare lì per sentire l'energia del vivace Ulaanbaatar. Andare lì per rintracciare Xanadu. Andare lì per sperimentare il freddo dei passaggi e incontrare la gente resistente delle terre selvagge rotolanti.

Esploriamo i posti migliori da visitare in Mongolia:

Karakorum

Ampiante tra le onde verdi ondulate e le creste pietrose della valle di Orkhon, l'antica città leggera di Karakorum è ora roba da mito e leggenda.

Ma segui le sporadiche corsie acciottolate che si intrecciano intorno alle montagne nel cuore della Mongolia e scoprirai che esisteva certamente.

Silos di grano in rovina e tartarughe di pietra, case di fusione del forno e antichi stupa che si sgretolano ancora il terreno; una testimonianza che invecchia all'ex potenza di questa capitale mongolo sulla steppa.

Oggi è il posto dove venire a camminare sulle orme di figure totemiche come Genghis Khan, e per vedere interessanti monasteri buddisti accanto a splendidi santuari del tempio della dinastia Yuan.

Terelj National Park

Le cime in aumento e le creste color ocra del parco nazionale di Gorkhi-Terelj si estendono sopra l'orizzonte appena a nord dell'espansione di cemento di Ulaanbaatar.

La riserva rappresenta uno degli esempi più accessibili del backcountry della Mongolia (grazie alla vicinanza alla capitale), con valli di montagna in pino e formazioni rocciose scolpite che abbiano tutti i panorami.

La parte meridionale del parco è adatta ai visitatori.

Lì, scoprirai campi nomadi e fattorie di cammelli.

Nel frattempo, il Nord include il lago Alpine Khagiin Khar e una serie di sorgenti calde gorgoglianti per l'avvio.

Lago Khovsgol

Un grande pizzico di blu che si nasconde tra le cime di scisto e le colline rocciose delle montagne di Sayan, il lago Khovsgol è il secondo più grande specchio d'acqua in tutta la Mongolia.

Filtra il bordo russo in una striscia di blu intenso, le sue sponde erbose che si alzano e cadono, piene di occasionali pini a valotto, e talvolta lasciano il posto alle calette di cuoio dove i locali si rilassano in estate.

L'intero sito è ora racchiuso da un parco nazionale, istituito per proteggere le acque qui.

E quali acque sono! Si dice che il lago Khovsgol sia pieno di acqua potabile che non ha bisogno di cure e che la storia geologica del posto risale a circa due milioni di anni.

Altai Tavan Bogd National Park

Il potente parco nazionale di Altai Tavan Bogd si alza come un baluardo contro il Tristate Union of China, Russia e Kazakistan.

Basta la strada per la Siberia e lo Xinjiang spolverato con una serie di più di cinque cime robuste che si alzano a ben 4.000 metri sul livello del mare o più.

Le creature Hardy fanno la loro casa qui, sotto forma di Ibexes e Tribespeople di Tuvan Nomad.

Quest'ultimo Yurts Pepper le rive del Pretty Dayan Nuur per estate, ed è possibile guardare i leggendari cacciatori di aquila fare le loro cose nelle pianure basse.

La riserva è anche nota per i suoi antichi petroglifi e le misteriose sculture turche.

Orkhon Valley

Una volta la casa dei grandi Khan e l'epicentro del potere che alimentavano l'assalto dell'orda mongolo in Asia e in Europa, la valle di Orkhon è stata calpestata da nomi totemici come Genghis e Kublai.

Oggi, questa ricca storia è onorata da un tag patrimonio mondiale dell'UNESCO, che celebra anche le tradizioni più profonde della vita nomade; Ancora oggi visto, quando le yurte bianche-fabriche compaiono tra i pini della galleria.

Naturalmente, Orkhon è ora una grande attrazione e i viaggiatori si affollano per vedere le rovine del leggendario Karakorum, cercare i palazzi leggendari di Xanadu, meraviglia alle cascate congelate e trovare serenità nei monasteri buddisti rustici.

Khustain Nuruu National Park

Se sei fortunato, dovresti solo essere in grado di individuare alcuni dei cavalli dzungarian che galoppavano le colline erbose e le creste del parco nazionale di Khustain Nuruu.

Queste sono una delle creature più iconiche della steppa e sono conosciute solo per risiedere al di sotto dei picchi in aumento vicino a Ulaanbaatar (anche se hanno dovuto essere reintrodotto nell'area dai conservatori). Una volta che hai pagato la magra tassa di ingresso, assicurati di colpire i percorsi a piedi gestiti o di optare per un giro 4x4 che ha ridotto il cuore sulle cime colline e sui trogoli.

La sistemazione delle yurte è disponibile per coloro che vogliono fare passeggiate di più giorni.

Ulaanbaatar

Con la sua sprawl in cemento sterile e i grattacieli di vetro riflettenti, i quartieri infiniti di blocchi in stile sovietico e la costante necessità di espansione, Ulaanbaatar è praticamente tutto ciò che ti aspetti che la Mongolia non sia.

È sfacciato, audace, grande e rumoroso, ed è pieno di punti vendita di designer e nuovi centri commerciali.

Ma c'è anche un certo fascino grezzo al di sotto delle luci brillanti, sia che si tratti nel palazzo del 19 ° secolo di Bogd Khaan, costruito dai maestri mongoli, l'affascinante Museo Nazionale della Mongolia, gli ampi quadrati in cui i locali chiacchierano, o in Il grande monumento di Shadow of Genghis Kahn.

Olgii

Olgii è oscurato dai massimi di Hulking e Sinewy del Grande Altai.

Dominano l'orizzonte in tutta la città e incombono come per chiedere l'attenzione di chiunque passi in questo modo.

È solo una volta che sei riuscito a superare i panorami mozzafiato e ossessionanti che puoi iniziare a goderti correttamente questa capitale provinciale di Bayan-Olgii.

E cosa ci sono le prese per divertirsi! Vaganda e scopri i misteriosi pietre in piedi turche (pensato per avere un enorme 12000 anni), cerca antichi petroglifi o sussultano le imprese dei cacciatori di aquila nell'annuale Festival Eagle Altai Kazakh (a settembre).

Khorgo Terkhiin Tsagaan Nuur National Park

Dominando le tratti selvaggi del nord-ovest mongola, questa bellissima fascia di terra protetta ha molti fantastici luoghi nel suo arsenale.

Guarda in alto e vedrai la caldera scheggiata del vulcano Khorgo: una montagna estinta che un tempo devastava le valli circostanti con i suoi flussi piroclastici e pennacchi di cenere.

Oggi è possibile scalare la vetta alta 2.240 metri e rivela meravigliose panorami delle creste vulcaniche e dei laghi che si diffondono tutt'intorno.

E parlando di laghi, questa è la casa del lago Terkhiin Tsagaan Nuur, dove il cervo Marsh e i chitali vagano tra le yurte di roccia dei pastori nomadi.

Khangai Nuruu National Park

Da non confondere con il fratello con nome simile a ovest - il Parco nazionale di Khustain Nuruu - questa vasta area di terra nelle profondità della valle di Orkhon è una delle più grandi della nazione (anche se difficilmente si avvicina alla vastità del gobi, ma ne parleremo più avanti). È una steppa per antonomasia dall'inizio alla fine.

Vedrai le ampie praterie sorgere e cadere mentre usciranno in lontananza.

Ti chiederai mentre i corsi d'acqua rompono i bluff e si schiantano mentre le cascate in piscine di tuffo ghiacciate.

Cavalcherai cavalli con nomadi e dormirai nei tradizionali villaggi di yurta mentre il fuoco scoppia nelle vicinanze.

Parla di sperimentare la vera Mongolia!

Parco nazionale di Gobi Gurvansaikhan

Il punto in cui la steppa spolverata in neve si schianta contro il mare di sabbia del vasto deserto del Gobi è un luogo diverso da qualsiasi altra parte della terra.

Può essere trovato nelle profondità meridionali della Mongolia, ormato da un anfiteatro di picchi catturati dal ghiaccio.

Inospitale e amaramente freddo, quasi nessun umano fa la loro casa qui.

Coloro che vengono vestiti con sottili bacini di cassa e trascorrono le loro giornate a vagare per le pianure con le tende al seguito.

I viaggiatori che coraggiosi il deserto di Gobi Gurvansaikhan vedranno meraviglie naturali come le dune cantanti di Khongoryn Els e le gole cesellate di Yolyn Am.

Quindi, sella al cammello ed esplora ..

Erdet

Potresti aver sentito parlare dei leggendari arcieri di Erdenet, che sono famosi in tutta la steppa per il loro obiettivo rapido e accuratezza.

Quello che potresti non sapere è che la loro casa è uno dei pochi posti urbani costruiti in Mongolia e, con 75.000 persone, la seconda città più grande in generale.

In effetti, Erdenet ha iniziato la vita come centro di servizi minerari; è la sua ragion d'essere le grandi cave di rame a faccia aperta nelle vicinanze.

Oggi, è pulito e sviluppato, ha giardini centrali, alcuni buoni musei (dedicati alle miniere, ovviamente) e l'accesso ai misteriosi santuari buddisti del monastero di Amarbayasgalant a nord-est.

Ritardato mentale

È facile scrivere Moron come solo il gateway per il lago Khovsgol e i popolari pascoli estivi della steppa settentrionale.

E mentre è vero che questa città provinciale si occupa certamente della sua giusta dose di passaggi di passaggio per quelle attrazioni, ha anche una scena decente.

Ci sono scuole e bei parchi; Una serie di buoni ristoranti mongoli e un miscuglio di statue di Buddha e un'architettura che tiro alla luce degli occhi nel vicino monastero di Danzadardscha Khiid.

Inoltre, Moron rimane una delle poche città nazionali accessibili sulle rotte di volo dirette da Ulaanbaatar.

Khovd

Troverai Khovd che stringe le strade mentre si intrecciano verso nord-ovest verso Olgii e il cuore spazzato dal vento e con la neve dei Monti Altai.

È un posto affascinante con tutti i servizi di cui potresti aver bisogno come viaggiatore: ospedali; negozi; Passivi terrosi che non rompono la banca.

Ma è anche più di questo - è anche la porta per le grandi acque del lago Khar US.

Questi si diffondono sotto le cime innevate di Jargalant Mountain, offrendo sentieri per cavalieri e paludi carichi di gabbiani.

Puoi anche andare a trovare petroglifi che segnano le grotte di Baatar Khairhan o sorseggiare le acque di guarigione dalle sorgenti minerali locali sulle colline.

Tsetserleg

Tsetserleg ha una posizione invidiabile tra un duo di bluff rocciosi, proprio nel mezzo della Mongolia nel suo insieme.

Assonnato, tranquillo e lento, la città è una capitale provinciale nota per i suoi bei quartieri di cottage bassi.

Questi possono essere visti spazzare lungo un singolo fianco; Un mosaico di facciate colorate in legno che luccica al sole della steppa.

La maggior parte verrà qui come un trampolino di lancio per l'insombibile Khangai Nuruu National Park a sud.

Altri indugiano e si godranno le cucine mongoli, gli empori di lana e le grinfie dei villaggi locali di yurta.