Le 10 migliori cose migliori da fare in Agualva-Cacém

Le 10 migliori cose migliori da fare in Agualva-Cacém

A ovest della capitale, Agualva-Cacém è un comune nell'area metropolitana di Lisbona. In questo sobborgo residenziale sei a circa mezz'ora dal centro di Lisbona, ma anche vicino a Sintra. Questa città, all'ombra di una catena montuosa, era la ritirata estiva preferita della corte portoghese.

Se sei appassionato di palazzi, sei fortunato, poiché sia ​​le colline occidentali di Sintra che Lisbona sono piene di proprietà storiche per re e aristocratici. Avrai bisogno di tre giorni solo per vedere i palazzi intorno a Sintra, ma c'è anche la superba spiaggia di Caravelos e l'ensemble UNESCO della Torre Belém e il monastero di Jerónimos a soli 15 minuti.

Esploriamo le cose migliori da fare in Agualva-Cacém:

Quinta da Regaleira

Una cosa che non puoi lasciare Sintra senza vedere è questa proprietà magica.

Il grande uomo d'affari di fine secolo, Carvalho Monteiro ha lasciato che la sua immaginazione (e l'interesse per la massoneria) si scatenino qui, modellando un paese delle meraviglie di simboli misteriosi, tunnel e grotte.

C'è così tanto che potresti perdere una giornata indagando su ogni angolo, grotta, gazebo e pezzo di decorazione stravagante.

Nel parco c'è un "pozzo di iniziazione", una cavità inquietante in pietra con una scala a spirale galleria e il sito dei rituali arcani.

Il palazzo fonde l'architettura gotica, rinascimentale e manuele-revival nel modo più ostentato,

Castelo dos Mouros

Il nome di questa fortezza comandante ti dirà che è stato costruito dai Moors, nel 700 e 800.

Fu sotto il controllo cristiano nel 1147 ed era una roccaforte cruciale per il resto della riconquista.

Il castello è per lo più una rovina, salvo per un lungo muro crenellato bilanciato lungo la cima della scogliera, collegando quattro torri.

Ma si tratta della posizione, su questo sperone roccioso sul bordo settentrionale dei Moutains Sintra.

I panorami della torre reale sono affascinanti e ci sono molte tracce archeologiche da scoprire, come la cappella romanica e le vestigia della cisterna.

Palazzo di Queluz

Meno di dieci minuti su strada da Agualva-Cacém è questo esuberante palazzo rococo ordinato da Dom Pedro di Braganza nel 1740.

Successivamente avrebbe sposato la sua nipote, la regina Maria I, per diventare re Consorte.

Da allora in quel palazzo fu la casa dei reali fino a quando la famiglia reale fuggì in Brasile dopo l'invasione francese del Portogallo nel 1807. Queluz ora raddoppia come museo delle arti decorative con stanza dopo stanza che testimoniava il Portogallo di affluenza apprezzato in questa era.

La Sala de Mangas dimostra la ricchezza delle colonie del Portogallo, mentre ci sono abbondanti gemelli dorati nella sala degli ambasciatori e della sala da ballo.

I giardini sono adorabili e hanno un canale lungo 100 metri fiancheggiato da bellissimi azulejos.

Sintra National Palace

Come il castello di Sintra, questo palazzo ha una storia che inizia durante l'occupazione moresca.

Dopo la riconquista divenne proprietà della corona portoghese e la regalità viveva qui dentro e fuori dal XII secolo fino al XIX secolo.

Nessuna di quella prima architettura rimane, poiché c'erano grandi ricostruzioni nel XV e XVI secolo quando il palazzo ricevette la sua attuale fusione di stili gotici, manueline e rinascimenta.

I due camini bianchi conici sul tetto sono simboli per Sintra, mentre c'è un inconfondibile accento di Mudéjar sui cortili interni e le piastrelle geometriche (prodotte a Siviglia) in questo meraviglioso palazzo.

Old Sintra

Sotto il palazzo nazionale e schermato da un crogiolo di alte colline boscose si trova il nucleo storico di Sintra.

Dato che Sintra è un hotspot turistico, stai meglio guidando presto e scappando prima che gli allenatori scaricano.

C'è un mini labirinto di strade e scale tortuose per indagare e, a causa della pendenza, dovrai smettere per apprezzare lo scenario.

Inoltre, perché Sintra ha dato il benvenuto alla corte portoghese in estate non c'è mancanza di architettura palaziale da fotografare, in una città in cui il poeta inglese Lord Byron è stato ispirato a scrivere "The Giaour" durante il suo grande tour.

Torre di Belem

Un emblema elencato all'UNESCO per il Portogallo è a soli 15 minuti da Agualva-Cacém.

La torre Belém fu costruita su un'isola nel fiume Tagus all'inizio del XVI secolo.

Aveva un ruolo difensivo chiave per la città, difendendo l'approccio al porto di Lisbona.

Ma la sua architettura è anche sontuosa e la torre incarna lo stile manuele che era in moda nei primi anni del 1500.

Questo stile è stato preso in prestito dal periodo moresco come puoi vedere dalle cupole sulle torrette del forte.

C'è anche una splendida loggia veneziana, che si affaccia sul fiume, con tracerie intagliate in modo complesso.

La torre divenne rapidamente un leggero semea per viaggi in partenza e tornando da lunghe avventure.

Monastero di Jerónimos

A pochi passi dalla torre Belém si trova questo sorprendente monastero, parte dello stesso patrimonio mondiale ed elencato anche come uno dei "Seven Wonders" del Portogallo. Come il suo vicino, questo monumento è un riflesso della ricchezza e della fiducia del periodo, in un momento in cui Vasco da Gama era appena tornato dall'India con ricchezze incalcolabili.

Questo si manifesta sui portali meridionali e occidentali, che sono carichi di ornamenti e sculture del manuele e rinascimentale.

Anche la chiesa di Santa Maria è sorprendente, con volte eterea e tombe per Vasco da Gama e il grande poeta Luís de Camões che ha raccontato l'età della scoperta.

Museu de Marinha

Nelle ali nord e ovest del monastero si trova un museo della Marina, che racconta la vasta e avvincente storia marittima del Portogallo.

Le origini dell'attrazione risalgono al regno del XIX secolo di Luís I, che si interessava alla navigazione e alla legatura del mare del Portogallo.

Quindi in questa impostazione nostalgica puoi sfogliare circa 6.000 artefatti, con particolare attenzione sull'era della scoperta.

Ci sono uniformi, grafici di varie epoche, strumenti di navigazione e innumerevoli modelli di navi in ​​scala che risalgono al 1400s.

Nel padiglione Galeota, puoi vedere le navi reali, come un brigantino costruito nel 1780 e l'ultima volta navigò con la regina Elisabetta visitò Lisbona il 1957.

Praia de carcavelos

Permanente traffico, non dovresti aver bisogno di più di 15 minuti per scendere in questa spiaggia allettante sulla costa di Lisbon-Cascais.

Praia de Carcavelos è aperta all'Atlantico, quindi ottiene un surf molto coerente (potresti prendere un evento se visiti una passeggiata in inverno). E diciamo solo che le temperature dell'oceano saranno corroboranti, anche a metà estate! Ma il motivo per cui è la spiaggia preferita nell'area di Lisbona è la sua dimensione; Ne hai 1.5 chilometri di sabbia dorata e dovrebbero trovare spazio su questa ampia spiaggia, anche a luglio e agosto.

Pena Palace

Un altro dei punti di riferimento più preziosi del Portogallo è in un breve viaggio, a circa 20 minuti a ovest.

Potresti chiamare la versione di Neuschwanstein di Palácio da Pena Portogallo, anche se è stata costruita 30 anni prima.

Il palazzo è su una delle cime più alte della Serra de Sintra, ed è stato progettato per distinguersi, al punto in cui puoi persino vederlo da Lisbona in una giornata limpida.

Nella moda "ecletticista" della metà del XIX secolo c'è una schiera di stili storici confusi insieme, tra cui moresco, gotico, manuele e rinascimento.

Il risultato è una massa da favola di cupole, torrette e merlon.

È altrettanto esuberante all'interno, in particolare il Salão Nobre e il suo stucco, lampadari e vetrate risalenti al 1300 al 1800.

Monserrate

Se la tua sete di architettura teatrale è ancora forte, c'è un altro palazzo della metà del XIX secolo per stupirti un po 'a ovest dei principali punti di riferimento del Sintra.

Questo è stato costruito per un inglese, Sir Thomas Cook, e ha il marchio di Sintra Melange di design morestico e gotico.

L'interno ha una scala meravigliosa con intricata lavoro in stucco e una sensazionale sala da musica circolare collegata da un corridoio che potrebbe essere fuori dal Signore degli Anelli.

I terreni si trovano in quel tipico stile romantico e sono piantati con bambù, felci e cedri importati.

Lisbona

Devi trascorrere tutto il tempo che puoi eventualmente in questa incomparabile città.

Il trasporto può essere complicato e invece di cercare di guidare o ottenere il treno pendolare, un'opzione potrebbe essere quella di prendere un taxi alla stazione di Remoleira.

Questo è il terminale occidentale della linea blu della metropolitana, che ti porterà al centro in pochissimo tempo.

Da lì dipende da te; Puoi fare dritto per i grandi luoghi come il Castello di São Jorge e il monumentale Praça do Comércio.

Oppure lascia che la tua curiosità ti guidi attraverso i splendidi quartieri di Alto e Bairro Alto.

Museo Calouste Gulbenkian

Le ultime tre voci nell'elenco sono sulla linea blu della metropolitana di Lisbona o sulla linea del treno pendolare Sintra e possono essere raggiunte in minuti.

Il Museo Calouste Gulbenkian è stato fondato secondo i desideri dell'omonimo uomo d'affari.

Ha fatto una fortuna sfruttando il petrolio in Medio Oriente e ha investito in una straordinaria collezione d'arte.

C'è un'arte antica qui, dall'Egitto, dalla Mesopotamia, dalla Grecia, dalla Roma e dall'Armenia, nonché un assortimento di pittura e scultura europea che quasi sfida la credenza.

Solo alcuni degli artisti presenti qui sono Rodin, Rembrandt, Rubens, Monet, Turner, DeGas e Camille Corot.

Zoo di Lisbona

Nella periferia occidentale della città, lo zoo di Lisbona fu inaugurato nel 1882 e molti animali provenivano dalle serraGerie private della famiglia reale.

Oggi è un'attrazione aggiornata con un'enfasi sulla conservazione.

Ci sono 332 specie di mammiferi, uccelli, rettili e anfibi, compresi i piatti della folla come elefanti africani, zebre, giraffe e tigri.

I recinti dei rettili sono stati recentemente aggiornati e c'è un ponte per un paio di metri sopra i pool con gli alligatori.

Lo zoo è dotato di una funivia per viaggi panoramici di 20 minuti sopra il parco e c'è una voliera a volo libero in cui gli uccelli di tutti e sette i continenti possono volare in semi-freedom.

S.L. Benfica

Il nuovo Estádio Da Luz è stato finito in tempo per Euro 2004 e può ospitare 65.000. È s.L. Il terreno di casa del Benfica, e quel solo nome evocherà i pensieri di Eusébio e Béla Guttmann Dominant Teams of the anni '60.

Il Benfica rimane il lato di maggior successo nel calcio domestico portoghese, ma non ha vinto un titolo europeo da quando Guttman se ne andò nel 1962 e presumibilmente maledetto il club! Puoi conoscere la storia nel tour dello stadio o ottenere i biglietti per una partita tra agosto e maggio.

In una eccentrica cerimonia prima di ogni partita, la calda aquila Águia vitória circonda il terreno e atterra sulla cresta del club.