Le 10 migliori cose migliori da fare nelle spalle

Le 10 migliori cose migliori da fare nelle spalle

Incantevole città medievale, Bourges era la capitale della provincia storica di Berry e un centro commerciale nel XV e XVI secolo.

La città vecchia è piena di lussuose dimore costruite per mercanti, fianco a fianco con case a mezzo taglio.

La Cattedrale è una meraviglia assoluta e un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, non sembra nessun'altra chiesa al mondo.

Bourges è anche il luogo per conoscere Jacques Cœur, un commerciante che ha viaggiato in lungo e in largo e si è fatto strada nella corte del re Carlo VII. E se ciò non basta, puoi scoppiare nel pastorale Marais dove migliaia di piccoli trame da giardino sono navigati da un reticolo di canali d'acqua.

Esploriamo le cose migliori da fare nelle spalle:

Bourges Cathedral

Un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, Bourges Cathedral è straordinaria su molti livelli.

La prima cosa che potrebbe attirare la tua attenzione è la mancanza di un transetto, in quanto non c'è pausa tra la navata e il coro.

Questa partenza dalla norma è resa possibile solo dalle file di contrafforti volanti che corrono la lunghezza della navata e del coro.

All'interno c'è una doppia navata unica che diventa perfettamente un doppio ambulatoriale.

In questo lato orientale della chiesa quasi tutto il vetro colorato che vedrai è originale, sopravvissuto notevolmente dalle scene della Bibbia del 1215 e trasmettendo come le parabole di Cristo, la passione, l'apocalisse e l'ultimo giudizio.

Torre della Cattedrale e cripta

Queste parti della cattedrale meritano un'altra lista perché, mentre devi pagare per vederli non ti pentirai della piccola carica.

Se arrivi in ​​estate è meglio fare questa parte presto perché le code possono essere lunghe.

Scalare il tour de buerre (torre del burro) non è un'impresa da poco in quanto ci sono 400 gradini, ma c'è un panorama di bourges per premiarti in cima.

Il nome deriva dai mezzi usati per finanziare questa torre del XVI secolo, poiché le persone pagherebbero per poter rompere il loro digiuno e mangiare burro durante la Quaresima.

Nella cripta sarai nelle vestigia del predecessore dell'11 ° secolo della Cattedrale e potrai trovare la tomba del duca Jean de Berry che era responsabile degli anni del boom di Bourges nel 1300.

Città vecchia

Nel 1487 ci fu un grande incendio in battute che distrussero un terzo della città e ne stentò il suo sviluppo mentre perse le sue fiere annuali a Troyes e Lione.

Ma ci dà anche una città vecchia molto unificata, con case in legno a pattern diamantato piene di strade come Rue Bourbonnoux, e una miriade di palazzo rinascimentale costruite in pietra.

Tutto ciò di cui hai bisogno sono i tuoi due piedi e un senso di meraviglia e troverai punti di riferimento entusiasmanti come la casa in cui è nato il famoso mercante Jacques Cœur. Ci sono anche alcune fantastiche case dei commercianti del 1400 che sono sopravvissuti al fuoco e sono o sono attrazioni alle loro condizioni o ospitano i musei della città.

Palais Jacques-Cœur

Nel mezzo del XV secolo il ricco commerciante e tesoriere del re Carlo VII, Jacques Cœur commissionò questa residenza gotica mozzafiato.

I Palais Jacques-Cœur arrivarono un po 'di tempo prima dell'esuberante castello rinascimentale della Loira Valley, ma le sue sculture non mancano di eleganza e ricchezza.

Come il suo primo proprietario, che ha aperto il commercio tra la Francia e il Levante, il palazzo ha molte storie da raccontare: mentre ti spostano dal cortile gallerio alle scale a spirale, camere stopicali, appartamenti privati, aree dei servitori e sala del tesoro, presentazioni video con Riempiti di circa l'architettura, la decorazione e le persone che vivevano qui.

Jardin de l'Archevêché

Accanto alla Cattedrale, questi giardini furono posti negli anni 1730 per l'arcivescovo di Bourges, diventando infine il parco per il municipio.

In uno stile francese familiare ci sono topiari di bosso tagliati a punti acuti, alberi di lime a forma di globi e prati formali e aiuole ormete da percorsi.

Avrai sempre una vista privilegiata dei fantastici contrafforti volanti della Cattedrale mentre prendi il tuo turno in questi giardini.

C'è un caffè nel parco, i bambini possono colpire il parco giochi e puoi fermarti al romantico palco di Belle Époque per uno sguardo più da vicino.

Marais de Bourges

A pochi minuti dalla Città Vecchia c'è un'enclave di paludi recuperati che comprende 135 ettari.

Nei tempi antichi questa campagna paludosa ha rallentato l'avanzata di Giulio Cesare nella sua conquista di Gallia nel 52 a.C. Ma da circa l'OVI secolo le paludi furono portate sotto il controllo umano e arrivarono nel 17 ° secolo furono prosciugate e incrociate da una rete di canali d'acqua.

Ora il Marais è una fuga all'aperto per camminatori e ciclisti, per non parlare del giardinaggio urbano poiché i Marais sono divisi in quasi 1.500 assegnazioni che erano solite tenere l'intera città rifornita di frutta e verdura.

I canali abbondano di pesce e uccelli acquatici, e non c'è un posto più bello che si trovi nel caldo giorno di giugno quando i giardini sono in fiore.

Musée du Berry

Hôtel Cujas è un altro delle belle vecchie case di Bourges con un museo all'interno.

Questa sgargiante dimora gotica fu concepita per un commerciante fiorentino nel 1515 ed è nominato per Jacques Cujas, un esperto legale del XVI secolo che era un inquilino per gli ultimi anni della sua vita.

La Musée du Berry all'interno era al Palais Jacques-Cœur, ma si trasferì qui nel 1891. Nel corso di quasi 200 anni ha accumulato un avvincente assortimento di mosaici, ceramiche e statue.

Alcuni scavati in città, come le 220 stele gallo-romane di antiche borghesi, mentre ci sono anche reperti dall'antico Egitto, tra cui una mummia del IV secolo a.C.

Musée Estève

Questo museo per l'artista del 20 ° secolo, Maurice Estève, difficilmente potrebbe avere una casa più nobile.

L'edificio è l'Hôtel des Échevins (House of the Aldermen), una dimora gotica con pietra decorata sulla sua torre.

Oltre tre piani collegati dalla scala a spirale della torre, il museo ha la più grande collezione di arte singola di Estève, la cui carriera è durata otto decenni e lo ha portato dal surrealismo all'astrazione attraverso un periodo figurativo.

Nella lejuge di Galerie, è possibile vedere i suoi sensazionali collage, acquerelli e disegni, che vengono ruotati ogni pochi mesi per tenerli conservati.

Les Nuits Lumière

La sera da giugno a settembre i punti di riferimento gotici e rinascimenta più belli della città sono illuminati da magnifiche proiezioni.

Nella cattedrale, Jardin de l'Archevêché e Hôtel des Échevins Palais queste immagini eteree sono combinate con la musica e parte di una passeggiata che fa letteralmente far luce sulle borghe.

Il climax però è il Palais Jacques-Cœur, dove puoi andare nel cortile per conoscere di più questo commerciante, il suo viaggio in Medio Oriente e tempo al servizio del re.

Hôtel Lallemant

In borghesi non ti stancherai di vedere le vecchie dimore della città perché ognuna è bella come l'ultima.

Hôtel Lallemant è uno a cui puoi perdere ore a guardare a causa delle sue sculture decorative esterne, che sono più acute che mai e includono personaggi eccentrici, girastri, capitali, pergamene, colonne e ogni sorta.

La casa è un capolavoro del Rinascimento francese ed è stata costruita all'inizio del XVI secolo per una famiglia di mercanti che avevano avuto origine in Germania.

Hôtel Lallemant è anche costruito sulla parete gallo-romana, che provoca un divario tra i cortili superiori e inferiori.

Chiama per un piccolo museo sulle arti decorative, che ha alcune stanze di giocattoli in miniatura e mobili antichi.

Promenade des Remparts

Nel IV secolo Avaricum (borghesi di Gallo-Roman) divenne la capitale della provincia di Aquitana Premièr, e così controllò un enorme tratto della Francia sudoccidentale.

A quel tempo la città fece erigere un nuovo sistema di muri, cancelli e torri per difendersi in quella che oggi è la città superiore di Bourges.

Con un po 'di aiuto dall'ufficio turistico puoi percorrere il corso ellittico di queste difese.

Le parti Gallo-Roman sono ancora visibili in tutto il paesaggio di Bourges nelle sezioni più basse di abitazioni, pareti e torri medievali.

Jardin des Prés-Fichaux

Appena a nord del centro, sulla riva sinistra dello Yèvre subito dopo aver lasciato il Marais è un paesaggio del giardino di art deco calmante negli anni '20.

Vieni qui per vagare per una straordinaria gamma di sculture vegetali: le siepi Linden sono, archi fatti da tassi tagliati e tutti i tipi di strani topiari sparsi qua e là.

Nel mezzo ci sono prati geometrici bordati a meno di lunghe lunghi lunghi e dritti.

Le sculture in stile art deco, le fontane, i rilievi di pietra e le pergole drappeggiate con glice rendono questo un posto sofisticato per inavverti.

Lac du val di 'auron

Un corpo d'acqua artificiale a soli due chilometri a sud della città vecchia, il lac du val di 'Auron è inondato di attività in estate.

C'è pesca alla carpa, navigazione e canoa sul lago, che ha prato e boschi sulle sue coste meridionali e più per la periferia di Bourges il più a nord che vai.

Tuttavia, non si tratta solo di sport acquatici, in quanto esiste un centro equestre sulla costa occidentale mentre appena ad est del lago c'è il campo da golf municipale a 18 buche, con un tiro a nove buche e un tiro alla guida.

Printemps de Bourges

I fan della musica dal vivo devono a se stessi per dare un'occhiata a questo festival che si verifica in cinque giorni ad aprile.

Printemps de Bourges ha un formato che è stato copiato in molti luoghi, poiché per questi pochi giorni 13 fasi in diverse località della città ospitano circa 200 artisti.

È una settimana di energia divertente e giovane, quando circa 200.000 persone, per lo più studenti e 20 anni, si riversano in città.

Per l'industria il festival è un grande evento A&R e un'opportunità per esplorare talenti emergenti, in particolare al Fringe Les Découvertes du Printemps de Bourges Show per atti non firmati.

Percorso Jacques Cœur

Hai visto il suo luogo di nascita e la palazzo splendente che ha costruito, ma c'è ancora più eredità nell'area delle borghesi relative al famoso figlio della città.

Jacques Cœur era un personaggio piuttosto interessante e puoi trovare altri luoghi rilevanti per lui su un percorso designato che era stato istituito nel 1954. Ci sono 16 siti sull'itinerario, che portano in città della regione come Sancerre, anch'esse amate per il suo vino, e Mehun Sur Yèvre, che ha le rovine impressionanti di un castello in cui Charles VII morì nel 1461.