Le 10 migliori cose migliori da fare a Castres

Le 10 migliori cose migliori da fare a Castres

Una ex città tessile nel sud -ovest, Castres è stata un alveare di commercio e industria risalente a 2000 anni.

Puoi intravedere questa attività sulle rive del fiume Agout, dove sono state costruite case dei conciatori medievali con porte del seminterrato per aiutarle ad annaffiare più velocemente.

Nel 17 ° secolo Castres era la scena di un tribunale importante, insediando i casi tra cattolici e protestanti . Le dimore del Rinascimento colto costruite per questi magistrati sono dichiarazioni personali che ancora decorano la città fino a 400 anni dopo.

André le nôtre, il cui posto nella storia era sigillato nei terreni di Versailles progettò i giardini del palazzo episcopale di Castres.

E questo nobile edificio contiene la migliore galleria di arte spagnola in Francia, con Goya, Vélasquez e Picasso tutti in mostra.

Musée Goya

Un'attrazione culturale per eccellenza, il museo di Goya è una cornucopia dell'arte spagnola.

Francisco Goya è la star dello spettacolo ed è rappresentato da quattro dipinti e quattro incisioni.

Ma ci sono anche pezzi di Murillo, Vélasquez e Zurbarán.

E la Galleria del 20 ° secolo ha arte di Picasso, Juan Gris e Antoni Clavé.

È l'unico museo francese che può dare una panoramica così completa dell'arte spagnola, ma ci sono anche ceramiche, armi e oggetti decorativi pre-colombiani.

L'ambientazione ha anche bisogno di menzionare perché questo palazzo è stato progettato da Mansart, architetto di Versailles, mentre i giardini sono opera del leggendario André Le Nôtre come spiegheremo più avanti.

Agout Riverside

Un affettuoso ricordo di Castres saranno le case traballate traballate che si spostano per la stanza e proiettano sul fiume Agout.

Queste case un tempo appartenevano ad artigiani come conciatori e tinture che avevano bisogno dell'acqua del fiume per le lavanderie nei loro scantinati.

Scatta una foto e contempla la vista dalla terrazza al Quai des Jacobins.

Ognuna delle case sulla riva giusta ha un carattere diverso: alcune sono vestite di piastrelle, altre sono dipinte a colori vivaci, alcune hanno gallerie di legno aperte e altre eleganti finestre a bacche quadrate.

Centre National et Musée Jean-jaurès

Un politico francese preminente, Jean Jaurès fu uno dei primi socialdemocratici e come pacifista fu assassinato alla vigilia della prima guerra mondiale.

Si è opposto alla colonizzazione e ha combattuto per la separazione tra chiesa e stato, e un intero carico di strade e quadrati in tutto il paese è ancora intitolato a lui.

Jaurès era anche un nativo di Castres e questo museo affronta gli affari e il clima politico durante la sua carriera all'inizio del secolo.

Questo centro è una risorsa per studenti e accademici, ma c'è anche una mostra permanente di documenti, foto, caricature e manufatti personali.

Posiziona Jean Jaurès

Immediatamente dopo la guerra, la piazza centrale rettangolare di Castres fu nominata in memoria di Jean Jaurès, e c'è una statua dell'uomo verso il Quai des Jacobins . Castres ha tenuto il passo con la tendenza francese verso i centri città pedonali e il posto Jean Jaurès è diventato libero da auto nel 2005.I tavoli del ristorante e del caffè lo rendono un posto molto socievole per incontrare amici e c'è un mercato all'aperto martedì, giovedì, venerdì e sabato mattina.

Anche l'architettura è sontuosa, con basse file di arcadi increspati che sono stati riempiti da bar e negozi su tutti tranne il lato orientale della piazza.

Hôtel de Poncet

John Ligonier era un personaggio interessante: era il figlio di ugonotti protestanti che fu costretto a lasciare la Francia per l'Inghilterra all'età di cinque anni e si alzò per diventare un maresciallo di campo nell'esercito britannico.

La casa di sua nonna materna è a Castres, conosciuta come Hôtel de Poncet, con una facciata che ha una straneutica scultura del Rinascimento.

È dalla metà del 17 ° secolo e ha una loggia principesca con due coppie di colonne doriche e una balaustra supportata dal basso da quattro bizzarri caryatidi (figure scolpite che prendono il posto di una colonna).

Jardin de l'évêché

Lo squisito giardino del vescovo dietro il palazzo episcopale è stato progettato anche da André Le Nôtre nel 17 ° secolo.

Non solo quello, ma più di 300 anni dopo le sue siepi di bosso ricamato seguono lo schema esatto come facevano quando venivano disposte.

Creano una decorazione naturale stilizzata ed elaborata che vorrai fare un passo indietro per vedere correttamente.

Ci sono due di questi parterres formali, oltre a quattro bombi di meno di inglese e un boschetto di castagno sul retro.

I giardini hanno anche una forma trapezoidale leggermente irregolare in modo da sembrare simmetrici dalle finestre del palazzo.

Dimore

Insieme all'Hôtel de Poncet ci sono altri splendidi esempi di architettura rinascimentale per spuntare una passeggiata intorno a Castres.

La maggior parte di questi provengono dal regno di Henri IV, quando il re scelse Castres come casa della corte della camera dell'editto.

I magistrati e altri funzionari avevano bisogno di case sontuose e le dimore come l'Hôtel de Nayrac furono il risultato.

Questa dimora è intorno a un cortile e ha la miscela in stile Tolosa di calcare e mattoni.

Hotel Viviès è dello stesso periodo ed è stato costruito per un avvocato nella camera dell'editto.

Dalla strada puoi vedere il portale scolpito che porta lo stemma della famiglia Rozel che lo ha costruito.

SHADOBRE

Il più breve viaggio a nord e il terreno diventa più ripido mentre entri negli Spurs del Sud del Massif Central.

Nell'Extreme South della gamma è il Stiobre, un grande altopiano di granito con formazioni rocciose stravaganti.

Maison de Sidobre è un centro turistico che fornisce mappe e ispirazione per passeggiate e attività.

Per scala e pura numero di massi di granito dispari non c'è posto come questo in Europa e capirai perché queste rocce hanno storie di origine mitologica e soprannomi.

È un grande parco giochi anche per i bambini, in particolare i "Rivière des Rochers" A River Valley soffocata con massi.

Église Notre-Dame-de-la-platé

Questa chiesa è del 17 ° secolo ed è la quinta che si costruirà su questo sito.

I suoi predecessori tornano al 1000 e quello prima che fu bruciato dai protestanti durante le guerre di religione nel 1500.

Mentre l'architettura è abbastanza piacevole, ciò che attira le persone in questa chiesa è alta in cima alla torre, 120 passi in alto.

Il carillon in stile fiammingo con 33 campane qui non ha mai smesso di funzionare da quando è stato installato nel 1847. Se sei in città tra il 17 e il 23 dicembre, lo sentirai suonare lo speciale NADALET CHIME ogni giorno tra le 18:30 e le 19:30.

Coche d'Eau

Fino alla fine del 1800 avresti visto dozzine di barche come questa spostarsi su e giù per il fiume Agout e i canali che muovono persone e merci.

Queste imbarcazioni avevano scafi molto piatti per essere in grado di navigare nelle acque poco profonde: la nave attuale, i Mirededames hanno una bozza di meno di 40 centimetri ed è stata costruita nel 1990 in seguito agli stessi piani di barche del 18 ° secolo.

Al culmine dell'estate ci sono sei viaggi al giorno sui MiredAmes dal porto al centro di Castres al Parc de Gourjade, 20 minuti verso l'alto.

Parc de Gourjade

La destinazione di Coche d'Eau è questa proprietà di 53 ettari che è stata acquistata dalla città negli anni '70.

Potresti comprare una baguette, formaggio, salumi e una bottiglia di vino e navigare qui per un picnic vicino al fiume.

Ma c'è anche molto qui, con un'intera rete di treni in miniatura per cui i bambini saranno pazzi, insieme a un parco giochi d'avventura e un campo da mini-golf.

Per i golfer seri c'è anche un campo par 36 a nove buche, quindi non c'è carenza di ispirazione se desideri una giornata tranquilla a Castres.

Cattedrale di Castres

Le guerre di religione rivendicarono anche gran parte della cattedrale della città, che fu ricostruita nel XVII e XVIII secolo.

Questa chiesa ha uno stile barocco stravagante ed era destinata a suscitare timore revere.

Ciò è chiaro nel coro con le sue statue e enormi colonne realizzate in marmo di Caunes e nella navata stretta ma imponente.

E se sei un antiquario, sarai interessato alla torre all'esterno: i livelli più bassi di questa struttura sono nello stile lombardo romanico e data all'XI secolo.

Cerac - Archéopôle

Il Centro di studio e la ricerca archeologici di Castres è anche al Parc de Gourjade e ha un ingresso gratuito.

Lo spazio espositivo è piccolo, ma le gallerie vengono ruotate ogni pochi mesi per coprire un periodo diverso nella storia di Castres.

Quindi, a seconda di quando sei in città potresti scoprire una mostra intorno al 18 ° secolo di faccina di Albi, assi delle mani neolitiche, terracotta medievale o manufatti che indicano il commercio di Gallo-romen sulle banche fluviali dell'agout.

L'archivio di Cerac ha oggetti dal periodo paleolitico fino al 20 ° secolo, quindi visiti con una mente aperta.

Castres olimpique

I fan di Avid Rugby sapranno già tutto di Castres che ha vinto la Top 14 League di recente nel 2013. La Francia ora ha la lega più ricca del mondo e ha attratto star internazionali nelle ultime stagioni.

Quindi, se sei nuovo per lo sport, una partita Olympique Castes sarà l'ambiente finale.

Nel 2017 il loro terzino Geoffrey Palis è nella squadra francese per le sei nazioni, mentre Rodrigo Capó Ortega, Benjamín Urdapilleta e Horacio Agulla hanno tonnellate di tappi tra loro per l'Uruguay e Argentina.

Il terreno di casa è l'accogliente ma vivace stade Piere-Antoine, che contiene 11.500 fan, la più piccola capacità in campionato nonostante abbia ospitato una delle più grandi squadre.

Gastronomia

Una delle cose soddisfacenti di mangiare fuori a Castres è che puoi consumare un pasto in cui ogni corso è una specialità locale o regionale.

L'antipasto potrebbe essere Melsát, un tipico salone di cuscinetti con offale di maiale e più gustoso di quanto sembri, o bouginette, un altro taglio a freddo che coinvolge pancetta di maiale, pangrattato e uova tagliato a fette.

Il piatto principale può essere confit anatra (salata) o cassoulet, che è una varietà di maiale e pollame cotti lentamente in uno stufato con fagioli di Haricot bianchi.

E per il dessert c'è Poumpet, una pasticceria traballante piena di pasta arancione al limone e bergamotto; Questa preparazione è stata importata dai mori nel Medioevo.