Le 10 migliori cose migliori da fare nel Portogallo centrale

Le 10 migliori cose migliori da fare nel Portogallo centrale

La regione del Centro del Portogallo è enorme e assume un intero spettro di paesaggi e sfumature culturali. La quantità di cose da vedere è troppo lunga per elencare qui, ma è molto diversificata, conta diversi siti del patrimonio mondiale e molte città fortificate.

Una città murata, Óbidos, era la dimora medievale dei regalità portoghesi, mentre a est le città sono scavate da granito e scisto, e sembrano incredibili contro il terreno verde. Non passare attraverso la regione del centro. I surfisti sapranno sicuramente tutto su Nazaré e le sue onde da record. Ma sapevi che c'è neve in inverno, a Serra da Estrela nell'est della regione?

Esploriamo le cose migliori da fare nel Portogallo centrale:

Monastero di Batalha

Nel distretto di Leiria il monastero iscritto di Batalha è uno dei tesori culturali del Portogallo e l'apice della tarda arte gotica.

Questo stile si fonde con gli elementi manuele altamente ornamentali del XVI secolo.

Se l'architettura è la tua passione, o sei assorbito dalla storia del tardo medievale del Portogallo, sarai sbalordito dalla scultura e dalle volte della chiesa.

Anche il chiostro reale è sorprendente, con tracerie incredibilmente delicate sui suoi archi supportati da colonne sottili con tutti i tipi di motivi scolpiti in essi.

Anche le cappelle incompiute sono stupefacenti e puoi vedere la tomba solitaria del re Edoardo del XV secolo, aperta agli elementi.

Università di Coimbra

Questa istituzione fu fondata proprio nel 1200, mettendola tra le più antiche università della penisola iberica,. Era originariamente a Lisbona e si trasferì a Coimbra nel 14 ° secolo, alla fine occupando gli ex edifici del Palazzo reale Alcaçova.

Dai una buona occhiata alla bellissima porta palazzo, cappella, prigione accademica, grande sala e armo.

Ma la cosa che tutti vengono a intravedere è la Biblioteca Joanina, la sensazionale biblioteca barocca, con oltre 300.000 libri dal 1500 al 1700 immagazzinato sugli scaffali dorati.

Ci sono anche 5.000 manoscritti qui, mentre sul cortile fuori puoi contemplare una vista aerea.

Archipelago di Berlengas

A circa dieci chilometri di distanza da Peniche è un set di isole disabitate, salvaguardato come una riserva naturale e collegata alla terraferma con gli incroci regolari.

Il più grande è dove trascorrerai il tuo tempo, e per un piccolo posto ha molto da fare per questo.

Questa grande massa di roccia ha un litorale molto rientrato pieno di grotte che puoi entrare in gite in barca.

C'è anche un vecchio forte, costruito sulle rovine di un monastero e che in seguito divenne una colonia penale.

In estate l'appello è ovvio, in quanto esiste una spiaggia rivolta a est, protetta dall'Atlantico e con acqua incontaminata e calma per nuotare.

Convento de Cristo

Un altro sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, questo sublime monastero in Tomar documenta cinque secoli di arte e architettura portoghesi.

È iniziato come una roccaforte Templar Knights, poiché le pareti difensive sono ancora qui, nei delicati giardini di bosso.

All'interno, la chiesa circolare è romanica e rimane molto da quando è stata costruita, come le capitali del XII secolo con motivi foliati e animali.

Ma il titolo è la finestra del capitolo, che ha un design manuele ed è stato scolpito da Diogo de Arruda all'inizio del XVI secolo.

Fai un passo avanti per apprezzare la maestosità della scultura qui e la sua sconcertante gamma di dettagli foliati e nautici.

Óbidos

In terra alta a pochi chilometri dall'Atlantico, gli Óbidos vengono spesso proposti come una delle città più conservate del Portogallo.

C'è stato un insediamento molto tempo prima dell'arrivo dei romani, ma gli Óbidos sono diventati davvero propri dal XII secolo quando è stato favorito dalla royalty portoghese.

Le pareti medievali continuano a proteggere la città, che ha una rete compatta di strade e quadrati che si svolgono fino al castello che ora è un Pousada (Luxury Heritage Hotel). Queste vecchie strade sono affiancate da case imbiancate che hanno fiori di bougainville e strisce dipinte sui loro angoli.

Óbidos è saldamente sul sentiero turistico in estate e si riempie rapidamente, ma deve essere visto lo stesso!

Villaggi scisti

Per lo più ad est di Coimbra nelle gamme di Açor e Lousã sono 27 villaggi con case rustiche fatte di scisto.

È un materiale bellissimo poiché la roccia è disponibile in colori diversi, quindi vedrai spesso diversi toni nello stesso muro di pietra secca.

Questi sono posti assonni e remoti stipati precariosuly sulle colline e spesso visitano le vacanze a piedi e in barca.

Figueira e Martim Branco hanno ancora forni della comunità per cuocere il pane, mentre Sarzedas ha una storia che può essere fatta risalire al regno del re Sancho I nel 1100 e si trova vicino alle rovine di un castello da quel momento.

Monastero di Alcobaça

Un altro stupendo monastero, questo è anche un sito dell'UNESCO, ed è stato il primo monumento gotico costruito in Portogallo.

Fu istituito dal re Afonso Henriques nel 1153 e la maggior parte concorda sul fatto che è il più bello monastero cistercense nel paese.

La chiesa e gli edifici monastici sono avvolti in una facciata del 18 ° secolo, quindi è sempre uno shock passare attraverso le porte e incontrarsi con volte gotiche quasi eteree nella navata della chiesa.

Al transetto ci sono le tombe del re Pedro I e Inês de Castro, la sua amante, scolpita nel XIV secolo con sorprendente lavorazione e dettagli.

Mata Nacional do buçaco

A Luso a nord di Coimbra si trova una foresta di 400 ettari all'interno della Serra do buçaco.

Il motivo per cui questa foresta essenziale è che è stata creata nel 17 ° secolo dai carmeliti.

Hanno piantato tutti i tipi di alberi (250 specie in totale) importati dal nuovo mondo, come cedri bianchi messicani, quindi una passeggiata in questi boschi è un'esperienza strana e meravigliosa.

Il convento fu sostituito alla fine del 1800 dal Palácio Hotel Do Buçaco, che ha uno stile esagerato neo-manuele.

Ci sono anche deliziosi eremi sparsi nella foresta e vari punti di vista panoramici in cui puoi vedere in lungo e in largo attraverso il Portogallo centrale.

Serra da Estrela

In un paese meglio conosciuto per le sue spiagge e le città imbiancate, la Serra da Estrela merita un viaggio per mostrarti che c'è di più dietro gli stereotipi.

Questa gamma include Torre, il punto più alto del Portogallo continentale a soli 2.000 metri.

In inverno è una neve sicuramente un posto, attirando sciatori e snowboarder al vodafone Resort.

Ma l'estate è un momento favoloso a venire, quando le potenti formazioni di roccia in granito sono esposte, molte delle quali sono state resiste a strane forme.

Puoi partire per avventure in gole, lungo i fiumi di montagna e attraverso misteriose foreste di betulla, che hanno una luce inquietante.

Sortelha

Una risposta basso e più remota a Óbidos, Sortelha è una bella città murata di cui la maggior parte delle persone si innamora a prima vista.

Era costruito su una cresta di granito e questa pietra veniva usata per le pareti e le case.

Ci sono anche enormi massi di granito nella parte superiore del villaggio contro le pareti difensive.

Puoi arrampicarti lungo parti dei bastioni e delle scale che sono state tagliate direttamente dalla roccia.

Guarda cosa puoi trovare nasconderti tra le case di granito; Un piccolo monumento da cercare è la folleria del XVI secolo, scolpita in stile manuele.

Conímbriga

Il sito romano più completo del paese si trova a pochi chilometri a sud di Coimbra.

L'insediamento fu occupato per la prima volta dai romani nel II secolo a.C. e nei successivi 100 anni sbocciò in una città con bagni, un anfiteatro e un forum.

Tutto questo, inclusa una basilica, è stata scavata.

Ma ciò che imposta davvero le corse degli impulsi degli storici è la sistemazione, comprese le insula (per i cittadini di tutti i giorni) e il lussuoso Domus.

Uno di questi ultimi, la Casa Dos Repuxos è stata parzialmente ospitata sotto un baldacchino di vetro per preservare lo squisito peristyle e mosaici.

Anche i giardini sono stati ripiantati e le fontane piene di acqua, come sarebbero state 2000 anni fa.

Castello di Almourolo

Questo castello è dolorosamente pittoresco, cresta un'isola scoscesa sul fiume Tagus e si riflette nelle sue acque.

Puoi raggiungere il castello solo in barca, il che in qualche modo lo rende più speciale.

Fu costruito nel 1171 dai Cavalieri Templare e ebbe un ruolo cruciale durante la riconquista, quando il Portogallo e la Spagna furono ripresi dai Mori.

Dopodiché ha perso il suo ruolo strategico ed è diventato una rovina prima di essere rimesso insieme nel XIX e XX secolo.

Gli interni sono chiari, ma il sorteggio di una fortezza come questo deve essere in grado di camminare lungo il parapetto e scalare la torre principale per il panorama da assaporare.

Almeida

Come lo vedi ora, Almeida risale al 1640, quando il re Giovanni IV ha iniziato a irrigidirsi le sue difese di confine.

Almeida divenne una cittadella a forma di stella con un complesso sistema di fossati, pareti e bastioni.

Nel giro di anni fu attaccato e fu assistito a combattimenti quasi costanti nei prossimi 150 anni.

Un evento importante fu l'assedio nel 1810, quando la città cadde in francese dopo che la rivista esplose.

Il villaggio comanda le viste in Spagna, ma ha un profilo basso per renderlo meno vulnerabile all'artiglieria.

Molto rimane molto nonostante il conflitto: il fossato a secco è ancora intatto, così come il principale cancello barocco, che richiede di guidare o camminare attraverso un piccolo tunnel tortuoso solo per entrare in città.

Fare surf

"Centro" ottiene le migliori onde nel Portogallo continentale.

I due punti principali sono Ericeira e Peniche, che sono pieni di scuole e negozi per iniziare.

Se stai imparando le basi perdonali perdonali di Peniche sarà giusto per te.

E se hai qualche anno sotto la cintura potresti andare su e giù per la costa dove ci sono molti chilometri di spiagge deserte.

Nazaré è completamente un'altra storia; In estate è un resort affascinante con una spaziosa spiaggia sabbiosa.

Ma in determinati giorni in autunno e inverno il promontorio a nord è il sito delle onde più grandi mai cavalcate.

I registri sono infranti con quasi tutti questi mostri e le persone si riuniscono al faro per guardare.

Jardim do Antigo Paço Episcopal

A Castelo Blanco i giardini dell'ex palazzo episcopale sono favolosi e hanno mantenuto lo stesso motivo dal 1700.

Sono in stile barocco e sono stati commissionati dal vescovo João de Mendonça Furtado.

C'è una disposizione abbagliante di siepi di bosso che ti trasmettono a fontane nascoste.

Decorare i percorsi sono decine di statue, raffigurando santi, apostoli e leoni.

E ci sono statue di re che proteggono la balausta sui gradini fino al giardino.

Ora, è facile vedere quali re provengono dall'occupazione spagnola di 60 anni, perché le sculture di questi ragazzi impopolari sono intenzionalmente più piccole!