Le 10 migliori cose migliori da fare a Châtellerault

Le 10 migliori cose migliori da fare a Châtellerault

Diviso per il fiume Vienne, Châtellerault è una città tranquilla con più in corso di quanto non si metta. Sulla banca giusta si trova un quartiere storico delle case di città del Rinascimento dove il filosofo René Descartes ha studiato da bambino. E attraverso il fiume attraverso il dignificato Pont Henri-IV del XVI secolo c'è il vecchio quartiere industriale di Châtellerault.

Per 150 anni questa è stata una fabbrica di armi che impiegava migliaia ed è stata recentemente spuntata. C'è un eccellente Museo per auto e motociclette ora e le fabbriche e i magazzini restaurati del XIX secolo hanno trovato nuovi ruoli. Quindi puoi pianificare viaggi su un antico campo di battaglia, una foresta profonda con un lago, un anfiteatro gallo-romano e una rete di tunnel medievale sotterranei, tutti i momenti della città.

Esploriamo le cose migliori da fare a Châtellerault:

Musée Auto, Moto, Vélo

In una cavernosa vecchia fabbrica di armi sulla riva sinistra c'è una flotta di circa 200 auto e motociclette vintage.

Questi mostrano l'evoluzione del trasporto negli ultimi 200 anni, dalle innovazioni del XIX secolo nelle carrozze trainate da cavalli a prototipi ultramoderni.

La collezione motociclistica è eccezionale e c'è un autentico Bugatti e quattro iconici Citroën 2CV in perfetta Nick.

Uno spazio è anche dedicato alla fabbrica di armi, che era fondamentale per la prima sforzo di guerra mondiale francese, mentre ci sono anche intriganti artefatti dal defunto Museo di storia di Châtellerault.

Pont Henri-IV

L'unica rotta in Old Châtellerault da ovest, questo robusto ponte fu costruito negli ultimi decenni del XVI secolo.

Sulla riva sinistra della Vienne devi passare tra due torri circolari con finestre ingombranti e tetti in ardesia.

Nonostante la loro dura apparizione, questi non avrebbero mai dovuto difendersi dagli eserciti; Piuttosto sono stati usati per i pedaggi o per limitare l'ingresso a Châtellerault quando c'erano epidemie.

Quelle torri e i nove archi sono molto fotogenici dalle banchine della città, in particolare contro il fogliame dell'isola del fiume Cognet.

Maison Descartes

Sebbene la città non sia invasa da monumenti da grande colpi, ci sono alcuni luoghi più piccoli avvincenti da vedere nel nucleo medievale e nei quartieri esclusivi del XIX secolo.

Un'opportunità fotografica è la casa di Maison Descartes, del XVI secolo dei nonni di René Descartes su Rue Bourbon.

L'eminente filosofo rimase qui regolarmente e frequentò il vecchio college di fronte per diversi anni (etichettato con una targa). Purtroppo la casa non è aperta ai visitatori oltre ai giorni del patrimonio di settembre, ma puoi aggiungerla al tuo tour a piedi e studiare la bella architettura rinascimentale, con frontoni scolpiti sopra le finestre e il portale.

Hôtel Sully

Una cosa interessante di questa casa del 17 ° secolo, a parte la sua lussuosa architettura, è che è stata costruita usando pietre rimanenti del Pont Henri-IV. Il designer era Charles Androuet du Cerceau, che faceva parte di una distinta famiglia di architetti che fece il suo commercio nel XVI e XVII secolo.

Dai un'occhiata alle porte in questa splendida proprietà rinascimentale, con fronte da un grande cortile.

Questo era il museo della città fino al 2004, e da allora è diventato un osso di contesa: è di proprietà del comune, ma sta vuoto fino a quando non viene presa una decisione sul suo futuro.

Nel frattempo la preziosa collezione tessile della città è in deposito, mentre una piccola collezione di manufatti locali è in mostra al Musée Auto, Moto, Vélo.

Boulevard de Blossac

Sul lato est del vecchio centro, le difese di Châtellerault furono demolite nel 1700 per far posto a un nuovo audace sviluppo.

Il Boulevard de Blossac è il risultato e segue lo stesso percorso delle vecchie mura.

Avrai un'idea del flusso e del flusso della vita in città e potrai vagare per i viali ombreggiati e mettere in pausa il palco del ferro battuto.

La piazza di fronte al municipio è una piazza con prati, una fontana e panchine sotto i pini di pietra per un po 'di riposo a metà giornata.

Ottieni anche una foto The Italianete Blossac Theatre e le case borghesi del XIX secolo lungo il viale.

La Manu

L'edificio per la Musée Auto, Moto, Vélo è solo uno in un intero distretto di fabbriche costruito all'inizio del XIX secolo.

Dal 1819 migliaia di persone lavoravano qui facendo spade, prima di passare a cannoni e armi da fuoco più piccole, e nel 20 ° secolo stavano producendo carabine, fucili automatici e pistole.

Tutto è finito nel 1968, ma da allora le strutture sono state riabilitate.

Così come il museo c'è un archivio militare e la scuola nazionale francese.

Colossali magazzini, camini e canali di Envigne si sommano a un punto molto evocativo per una passeggiata, in particolare di notte in cui il complesso è illuminato.

Église Saint-Jacques

Questa chiesa arrivò attraverso un restauro neo-romana nel XIX secolo quando la facciata fu modificata e le due torri furono aggiunte.

Ma il resto dell'église Saint-Jacques è molto più vecchio, tornando all'XI secolo.

La chiesa è un punto di riferimento sul pellegrinaggio a Santiago de Compostela in Spagna, e la statua policroma di San Giacomo, vestita da pellegrino, ricorda che i viaggiatori si sono fermati qui per pregare.

Nella torre nord c'è un carillon di 52 campane, l'unico esistente nella regione di Poitou-Charentes.

Pont Camille-de-hogues

A monte di Pont Henri-IV è un ponte che non sembra molto a prima vista.

Questo fu costruito all'inizio del 20 ° secolo per collegare il distretto manifatturiero sulla riva sinistra a nuovi sobborghi a destra.

Ma architetti e ingegneri possono essere incuriositi nel leggere che questo è stato il primo ponte stradale in cemento rinforzato in Francia.

Il ponte è stato progettato dal grande innovatore, François Hennebique ed è stato costruito in soli quattro mesi.

Nel 2002 ha vinto un certo riconoscimento quando è stata data l'etichetta "Monument Historque".

Théâtre Gallo-Romain du Vieux-Poitiers

Da non scambiare per i moderni potiers, Vieux-Poitiers è la città romana di Vetus Pictavis, a 10 minuti da Châtellerault nel villaggio di Naintré, è un sito affascinante, che copre più di 80 ettari e risalenti al regno dell'imperatore Augusto.

La città si trovava su una strada che collegava i potiers ai tour e si trovava dove si incontrano i fiumi Clain e Vienne.

L'anfiteatro è il fulcro, largo più di 116 metri e con una capacità precedente di 10.000. Le basi e la grande fetta di un arco suggeriscono ciò che si trovava qui prima.

Se desideri più contesto, puoi prenotare una visita guidata per conoscere l'anfiteatro e i forni, le ville e i templi di ceramica in città.

Souterrain Refuge de Prinçay

Dieci metri sotto il villaggio di Prinçay è un emozionante pezzo di eredità solo di recente scoperto: c'è un sistema di grotte artificiali impostate su due livelli quaggiù.

Questi data al 1100 e sarebbero stati usati come rifugio da bande di saccheggiatori che viaggiano lungo la Vienne in tempi di conflitto.

In inverno è stato un buon posto che gira la canapa, fuori dal freddo, e in seguito sarebbe stato un nascondiglio durante la rivoluzione quando questa regione ha visto il conflitto più sanguinoso.

Questa non è un'attrazione che puoi semplicemente presentarti e vedere, ma l'ufficio turistico di Châtellerault ti darà un programma del tour.

Moussais-la-Bataille

Solo 10 chilometri a sud di Châtellerault ci fu una battaglia titanica nell'VIII secolo che cambiò il corso della storia in Europa.

Nel 732 la battaglia di tour (o potiers) fu combattuta in questo punto tra l'invasione del califfato omayyad e combinare forze franco e borgognne guidate da Charles Martel (nonno di Charlemagne). I Franks vinsero la giornata: i Mori si ritirarono nella penisola iberica e fu fondata l'Impero carolingiano, tutto sul retro di questa battaglia.

Il sito è stato commemorato con una grande scacchiera e tabelle di orientamento che spiegano l'accumulo, l'azione e le conseguenze della battaglia.

La forêt domaniale de châtellerault

In assenza di un parco, Châtellerault ha una generosa fascia di bosco all'ingresso meridionale della città.

Questa foresta copre più di 530 ettari ed è intrecciata con sentieri per il ciclismo e la camminata.

Se il tempo è buono, potresti prendere una baguette e un po 'di formaggio e salumi dal mercato della città e venire nella foresta per un picnic.

In estate potresti anche portare i membri della famiglia Littler per un tuffo nel lago, che è sicuro per nuotare e pattugliato dai bagnini a luglio e agosto.

Futuroscopio

Celebrando il suo 30 ° anniversario nel 2017, questo parco a tema ad alta tecnologia è tutto multimediale ed effetti speciali.

Gli spettacoli si trovano in padiglioni futuristici che ospitano cinema IMAX 3D o 4D o mescolano azioni dal vivo con effetti speciali come la nuova produzione di Forge Aux Étoiles del Cirque du Soleil.

E anche dopo 30 anni, il parco rimane all'avanguardia, introducendo nuovi spettacoli e auditorium quasi ogni stagione.

Uno dei più recenti è il Danse Avec Les Robots "RoboCoaster", che è arrivato attraverso una revisione nel 2013. Questo è un "robocoastro", con robot di linea industriale che solleva il tuo posto in aria e ballando letteralmente con te in una colonna sonora di Daft Punk e Martin Solveig.

Abbaye de l'étoile

Fondata nel 1117, il cistercone Abbaye de l'étoile è un complesso monastico quasi completo.

L'abbazia ha un periodo di grande prosperità nel 13 ° secolo, quando furono costruiti molti degli edifici sopravvissuti.

Il sito fu quindi danneggiato nella guerra di 100 anni, nelle guerre francesi di religione e nella rivoluzione nel 1790, quando alla fine perse la sua funzione religiosa.

L'edificio più atmosferico deve essere la casa del capitolo gotico, con volte a coste e decorazione sobria trattenuta.

C'è un dungeon per i monaci recalcitranti, con graffiti sulle sue pareti del 1700 e edifici agricoli con una panetteria che ha ancora i suoi forni originali.

Gastronomia locale

Il dipartimento di Vienne è il paese del melone, coltivando più meloni di qualsiasi altra parte della Francia.

Il melone Haut-Poitou è un IGP con linee guida rigide che regolano tutto, dalla rotazione delle colture al suolo, nello stoccaggio delle dimensioni, nella spedizione e nelle dimensioni.

È un melone con carne di colore arancione e in stagione da circa giugno a settembre.

Se desideri cenare come un locale, assicurati di provare Farci Poitevin, che di solito arriva come un antipasto e non può davvero essere paragonato a nient'altro.

È una specie di freddo vegetale con cavolo, porri e vari altri verdure che sono stati tagliati, legati in una rete e in camicia in magazzino per diverse ore.