Le 10 migliori cose migliori da fare in Compiègne

Le 10 migliori cose migliori da fare in Compiègne

Iniziando come un'umile lodge di caccia reale per la foresta di Compiègne, questa città coltivata è entrata rapidamente di moda nel 1800 quando ha vinto l'approvazione di Napoleone I e Joséfina.

Nella prima e nel secondo Empires Compiègne ha ospitato la corte imperiale ed è stato completamente trasformato.

In cima alla tua lista dovrebbe essere il castello, stravagantemente ridecorato su richiesta di Napoleone e mantenendo il suo arredamento e arredamento del XIX secolo.

Anche la foresta di Compiègne immaginerà nei tuoi piani, non solo perché è una bella fuga naturale, ma anche qui è avvenuta un paio di momenti definitivi nella storia del 20 ° secolo.

Esploriamo le cose migliori da fare in Compiègne:

Château de Compiègne

Questo palazzo neoclassico era stato una residenza reale e una loggia di caccia dal tempo di Carlo V nel 1374. Louis XIV rimase qui 75 volte e Louis XV rielaborò l'intera tenuta a metà del 18 ° secolo, dandogli gli imponenti esterni che vediamo ora.

Ma gli interni sono quasi tutto il lavoro dei Napoleoni, ed è stato durante il primo e il secondo implora che Compiègne è diventato l'ultima parola nel lusso.

Napoleone, ho ordinato un refit opulento a grande spesa, mentre Napoleone III ed Eugénie avrebbero portato con sé un intero retimue durante la stagione di caccia in autunno.

L'appartamento di Napoleone I e le sontuose camere dell'imperatrice sono solo due di molte cose da vedere dentro.

Clairière de l'Armistice

Due eventi importanti nella storia del 20 ° secolo sono avvenuti in questa radura nella foresta di Compiègne.

Nel 1918 i negoziatori tedeschi entrarono in una carrozza sul treno privato di Martial Foch per firmare l'armistizio per porre fine alla prima guerra mondiale.

La carrozza fu conservata come memoriale in questo punto dal 1927. Il significato del luogo non è stato perso su Hitler, che il 21 giugno 1940 ha scelto lo stesso vagone per imporre termini alla Francia.

La carrozza sul sito non è più l'originale come è stato visualizzato a Berlino per il resto della guerra e distrutta alla fine.

Ma è una replica esatta che è stata costruita nella stessa fabbrica e allo stesso tempo dell'originale.

Beaux Monts

All'inizio del XIX secolo Napoleone ordinò una grande striscia di boschi di cinque chilometri nella foresta di Compiègne per essere liberata per l'imperatrice di joséfina.

La strada inizia nei giardini di Château e sale a un aspetto alto 122 metri alla fine più lontana.

Se c'è il momento ideale per venire, è probabilmente autunnale, quando puoi salire e guardare il fogliame autunnale ruggine.

La vista si estende a Compiègne e The Château, ed è ancora soddisfacente osservare il burrone di freccia che è stato tracciato più di 200 anni fa.

Parc du Palais Imperial

Dal terreno di Château puoi guardare i Beaux Monts scomparire sull'orizzonte.

Come nell'interno del castello, i giardini sono stati paesaggistici da Louis-Martin Berhthault e hanno sostituito un design precedente da Ange-Jacques Gabriel, l'architetto riverito famoso per il suo lavoro a Versailles.

Le statue di marmo lungo le passeggiate sono state aggiunte in fasi fino al 1859 e sono in una varietà di stili, riflettendo il gusto del secondo impero per l'eclettismo.

Da aprile ad ottobre puoi entrare nel roseto, che è stato ripristinato al suo layout del 1821 e ha un piccolo stagno al centro, che è una delle poche cose che rimangono dai disegni di Ange-Jacques Gabriel.

Foresta di Compiegne

Spazzare dal sud -est della città è la foresta dove quasi tutti i re e l'imperatore, da Carlo V a Napoleone III, uscivano a caccia.

È assolutamente vasto, con oltre 14.400 ettari di colline basse.

Se desideri vedere il meglio, l'idea migliore è assumere una bici per un pomeriggio.

Potresti cavalcare per ore attraverso l'antico faggio e il bosco di quercia senza vedere un'anima.

E sul tuo percorso passerai stagni e piccoli affluenti per i fiumi Aisne e Oise.

Inseguiti nei boschi ci sono dolci frazioni come Saint-Jean-Aux-Bois e Vieux-Moulin, entrambe destinazioni popolari per i ciclisti.

Hôtel de Ville

Come municipio di lavoro non c'è molto che puoi fare qui, ma l'edificio con il suo violento campagna è molto fotogenico e vale la pena riflettere dai bei giardini formali di fronte.

Il municipio fu costruito nei primi decenni del XVI secolo e ha l'elaborata pietra dello stile tardo-gotico.

Puoi studiare il sollievo di Louis XII a cavallo, che è stato realizzato dallo scultore del XIX secolo Henri-Alfred Jacquemart durante un restauro guidato dal prodigioso Viollet-Le-Duc.

Il campanello ospita la venerata campana "bancloque", che fu lanciata nel 1303 e tra le più antiche campane comuni in Francia.

Tre automi, noti come "picantins" segnano l'ora con le loro mazze.

Museo della storia della figurina

A soli due porte dal municipio è un museo che affascina gli appassionati di miniatura.

Inizialmente questo enorme tesoro di figurine era in mostra nel municipio stesso, e lo spettacolo è un meraviglioso diorama della battaglia di Waterloo che è stato assemblato nel 1931 ed è ancora intatto.

C'erano mostre regolari degli anni '20 in poi prima della collezione, ora che contavano più di 150.000 pezzi, trovarono una casa permanente nell'Hôtel de la Cloche nella stessa piazza.

Molte battaglie storiche diverse vengono ricreate qui, dalla guerra di Troia alle spiagge della Normandia nel 1944.

Église Saint-Jacques

La chiesa più grande della città è un sito dell'UNESCO in quanto è in mezzo alla rotta di pellegrinaggio di St James.

Fu completato per la prima volta nel XIII secolo con un design del primo gotico, mentre le cappelle, il campanello (il più alto in Compiègne) e la parte superiore della navata arrivarono più tardi, nel XV e XVI secolo.

Alcune curiosità da condividere su questo edificio sono che Joan of Arc pregò qui nel 1430 la stessa mattina della sua cattura.

Come chiesa parrocchiale reale a metà del XVIII secolo, l'interno fu armato durante il regno di Luigi XV. In quel momento le colonne nella navata erano vestite con legno magnificamente intagliato, mentre quelle nel coro erano coperte di marmo ricco.

Musée Antoine-Viovenel

Il Museo delle belle arti e archeologia di Compiègne prende il nome dall'uomo che ha donato le prime collezioni nel 1839. Successivamente il museo si è trasferito nei raffinati dintorni dell'Hôtel de Songeons-Bicquilley e la collezione è cresciuta attraverso ulteriori donazioni, depositi governativi e scavi locali.

Gli antiquari saranno rapiti da quella che è la più grande assemblea di ceramiche greche dopo il Louvre, e ci sono anche punte di freccia galliche e un sarcofago di marmo romano.

Nelle gallerie d'arte puoi sfogliare gli schizzi di Charles Le Brun per la Hall of Mirrors di Versailles tra un piccolo trave di opere delle scuole italiane e francesi.

Jardin des Remparts

Non è rimasto molto delle pareti che chiudono la Compiègne dal 1100 al 1600 mentre venivano demoliti quando non erano più necessari per consentire alla città di crescere.

Ma ce ne sono una bella traccia in un piccolo giardino segreto su Rue des Fossés.

Il giardino nell'ex fossato ed è stato creato all'inizio del XIX secolo da Ferdinand BAC, figlio di un nipote illegittimo di Napoleone.

Ha creato il delicato labirinto di boxwood che ai bambini piacerà risolvere fino ad oggi.

Théâtre impérial

Napoleone III ordinò alla costruzione di questo teatro nel 1867 di intrattenere la sua corte.

Ma in tre anni la guerra franco-prussiana era scoppiata e in seguito alla sconfitta della Francia il luogo rimase incompiuto per più di un secolo.

Il lavoro non è ricominciato fino al 1987 e il teatro è stato finalmente inaugurato nel 1991 come unico palcoscenico di Picardy per l'opera.

Chiunque sia in vena di un pizzico di alta cultura dovrebbe controllare gli elenchi prima di venire a Compiègne.

Poiché la sala di 800 capacità non è solo pronta e sontuosa, ha anche acustiche di classe mondiale, considerata anche migliore della Musikverein alimentare di Vienna .

Camp de Royallieu

On Avenue des Martyrs de la Liberté è un ex campo di internamento e deportazione dalla seconda guerra mondiale.

La maggior parte delle persone che erano trattenute qui erano comunisti, ebrei, sindacalisti e membri della resistenza che stavano per essere inviati ai campi di concentramento in Germania e in Europa orientale.

Puoi partecipare a tre edifici conservati che erano caserme costruiti per l'esercito nel 1913 e usati per la prima volta come campo dai tedeschi nel giugno 1940 per elaborare i prigionieri britannici di guerra.

Nel 2008 è stato installato un monumento toccante sul sito dallo scultore Georges Muguet.

Grosse Tour du Roi

Incuneato tra Rue d'Austerlitz e Rue Jeanne-D'arc è un'altra debole traccia di Compiègne medievale.

Questa torre è l'ultima rovina in decomposizione di un castello che tornò alla dinastia carolingiana intorno al IX secolo e avrebbe ricevuto la sua forma circolare innovativa intorno al 1100.

È stato costruito per aiutare a difendere il vecchio ponte, i cui resti sono anche vicini.

Dal 13 ° secolo non era più necessario ed è stato lasciato in decadimento da allora.

Un nome alternativo per questo monumento è Tour de Jeanne-d'arc poiché l'eroina medievale avrebbe superato la torre prima di attraversare il fiume dove fu catturata il 23 maggio 1430.

Château de Pierrefonds

Dall'altro lato della foresta di Compiègne è un castello così romantico che è diventato uno dei modelli per il castello di Cenerentola Disney.

La fortezza fu fondata nel 1100, ma la confusione evocativa di torri, guglie e gables fu costruita nel XIX secolo.

Quindi, sebbene non tutta l'architettura è veramente medievale, Viollet-Le-Duc, l'uomo responsabile dei lavori di ristrutturazione, è ora visto come un genio ed è la sua pittoresca visione che ammetterai qui.

Non sarai scioccato nell'apprendere che il castello è apparso in molti film e programmi TV, come The Man in the Iron Mask e Merlin della BBC.

Prelibatezze regionali

Le migliori bevande alcoliche in Picardy sono fatte con le mele: il sidro viene normalmente preparato nella regione da piccole operazioni familiari, e proprio come il vino questo significa che la bevanda può avere accenti distinti a seconda di dove è stato realizzato.

Molti produttori di sidro realizzeranno anche Calvados, che è un brandy di mele che matura in botti di quercia per due anni.

Per pranzo, il coniglio in sidro è un piatto tutto l'anno fatto ovviamente con sidro ma anche frutta e spezie secca per dargli un sapore dolce.

Ma se c'è un piatto d'autore è probabilmente Ficelle Picardie, che è un bambino di gratin con prosciutto e crêpes di funghi arrotolati e coperti di formaggio fuso.