Le 10 migliori cose migliori da fare a Courbevoie

Le 10 migliori cose migliori da fare a Courbevoie

Un sobborgo occidentale benestante di Parigi, Courbevoie è in contatto con il centro della città, ma ha un aspetto facile e residenziale. Ci sono alcuni musei discreti da controllare, alloggiati in padiglioni realizzati per l'esposizione Universelle nel 1878. Courbevoie contiene anche alcuni di La Défense, il moderno distretto bancario della città, quindi non dovrai andare lontano per l'architettura urbana dinamica e il centro commerciale numero uno in Francia.

E nonostante sia in periferia, avrai anche tempi di viaggio dei luccichini al centro di Parigi sulla linea Métro 1. Per comodità ci occuperemo delle cose che puoi fare prima a ovest di Parigi.

Esploriamo le cose migliori da fare a Courbevoie:

Musée Roybet fould

Un frammento dimenticato della storia di Parigi, il luogo di questo museo è il padiglione di legno costruito dalla Norvegia e Svezia per l'esposizione Universelle nel 1878. È una fusione del vecchio e nuovo, perché è in una tradizionale casa in stile scandinavo, pur in piedi come un primo pezzo di architettura prefabbricata.

I display permanenti all'interno sono principalmente dal momento in cui è stato costruito il padiglione.

E come suggerisce il nome del museo, questi dipinti di Ferdinand Roybet e Consuelo Fould.

Inoltre ci sono dipinti e sculture di Jean-Baptiste Carpeaux e molte piccole curiose curiose del XIX secolo, come giocattoli, bambole, cartoline e poster.

Pavillon des Indes

Anche dall'esposizione Universelle nel 1878 è il Pavillon des Indes.

Questo incantevole padiglione fu effettivamente commissionato dal futuro Edoardo VII, allora Principe di Galles, per rappresentare l'India britannica alla mostra.

Come con il padiglione di Musée Roybet, è stato originariamente ambientato sul campione di fronte all'Accademia militare.

Furono entrambi trasferiti al Parc de Bécon di Corbevoie negli anni 1880 dove il padiglione des Indes rimane protetto come un "monumento storico". Dopo essere caduto in rovina, il padiglione è stato ripristinato nel 2013 e riaperto come atelier e galleria per giovani artisti emergenti, insieme a una piccola mostra su Courbevoie durante la terza Repubblica.

Parc de Bécon

Questi padiglioni decorano il pacifico parc de bécon, che inclina verso la riva sinistra della Senna.

E ci sono alcune altre cose da cercare: puoi vedere la facciata della caserma dei Charas, che ospitava la guardia svizzera, mercenari che proteggevano il re dal 17 ° secolo alla rivoluzione e furono famosi al palazzo delle Tuileries.

Puoi anche riflettere sul memoriale dell'eroe nazionale Maréchal Leclerc che morì in un incidente aereo nel 1947 e gli fu assegnato postumo il Maresciallo del titolo di Francia.

C'è una vista sognante del fiume dalla terrazza del monumento.

Folie Saint James

Sulla riva destra della Senna c'è un piccolo souvenir divertente dall'anciante Régime.

Il Folie Saint-James è una casa e un giardino anglo-cinese ordinato da Claude Baudard de Saint James, il tesoriere della Marina francese alla fine del 1770.

Ha dato all'architetto il permesso di fare quello che voleva, a condizione che fosse costoso! E il risultato stravagante è una montagna in miniatura al centro del giardino con rocce che sarebbero state trasportate qui a un costo enorme.

Al piede si trovano un tempio e uno stagno dorico, e all'interno c'era una rete di tunnel coperti da cristalli luccicanti.

La défense

Molti residenti ad alto reddito di Courbevoie fanno il breve tragitto nel moderno quartiere degli affari di Parigi, proprio accanto.

La Défense prese vita negli anni '60 e crebbe nei prossimi 30 anni, aggiungendo il tipo di grattacieli futuristici che non avrebbero ottenuto il permesso di pianificazione al centro di Parigi.

Nuove strutture da record sono in cantiere, ma per ora è un distretto per vagare e ottenere alcune foto dell'architettura e delle sculture eccentriche.

Se c'è un emblema per La Défense è l'arco Grande, un edificio a forma di cubo cavo su un asse con l'Arc de Trionfe a diversi chilometri a sud-est.

Jardin d'Acclimatazione

In auto o in metropolitana non avrai bisogno di più di qualche minuto per arrivare a questa attrazione sulla cuspide settentrionale del Bois de Boulogne.

Questa è musica per le orecchie per bambini in quanto verranno trattate con montagne russe, giostre, un treno in miniatura, mini golf e attrazioni animali.

La Jardin d'Acclimatazione è stata aperta da Napoleone III nel 1860 e ha ancora un'aria tradizionale al riguardo: ci sono giardini paesaggistici, molti edifici tornano al 19 ° secolo e gran parte dell'intrattenimento è vecchia scuola e innocente Pensa a cavalli da pony e spettacoli di burattini.

Fondazione Louis Vuitton

Anche a portata di mano c'è una delle più recenti attrazioni culturali della città ed è piuttosto difficile da perdere.

Il museo è stato progettato da Frank Gehry e nonostante sia qui solo dal 2014 è stato recentemente trasformato.

I baldacchini a volta sospesi sulla struttura principale dell'edificio hanno ricevuto un restyling multicolore dall'artista concettuale francese Daniel Buren.

La collezione all'interno è arricchita da opere dei grandi nomi nell'arte contemporanea, come Gilbert e George, Jean-Michel Basquiat e Jeff Coons.

Ci sono anche installazioni di artisti del calibro di Olafur Eliasson ed Ellsworth Kelly, nonché uno spettacolo permanente sul progetto per costruire questo sorprendente edificio.

Château de Malmaison

Anche se istintivamente a guardare verso Parigi per visitare la visita, c'è anche molto da vedere nella periferia occidentale.

Se il traffico è tranquillo, puoi raggiungere questo eccezionale palazzo imperiale in circa dieci minuti.

Per un certo periodo all'inizio del XIX secolo il castello condivideva persino la sede del governo francese con le Tuileries, mentre era la residenza finale di Napoleone prima di entrare in esilio dopo i 100 giorni.

La donna che sarà legata per sempre con Malmaison è Joséphine de Beauharnais, la prima moglie di Napoleone.

Ha vissuto in questa proprietà dal 1799 fino alla sua morte nel 1814 e investiva enormi quantità di denaro per motivi e interni.

C'è un museo all'interno con gli intimi effetti personali di joséfina e napoleone.

Église Saint-Pierre-Saint-Paul

E dal momento che sei nella zona, potresti anche chiamare in questa chiesa vicino al castello.

È un edificio rinascimentale bene anche se sobrio, ma l'attrazione non è tanto come appare, ma gli eventi che si sono svolti qui e i memoriali all'interno.

Joséphine morì dalla polmonite nel 1814 e il suo funerale ebbe luogo il 2 giugno di quell'anno.

Il celebre architetto, Louis-Martin Berthault e lo scultore Pierre Cartellier ha collaborato sulla sua tomba.

Puoi anche vedere lo splendido mausoleo di sua figlia Hortense, che era la madre di Napoleone III che governava la Francia nel secondo impero e commissionò questo monumento.

Mercati locali

Ci sono quattro mercati nell'area di Courbevoie, scambiando cinque giorni alla settimana.

Due di questi, Marché Villebois Mareuil e Marché Charas sono coperti, mentre Marché Marceau e Marché du Faubourg de l'Arche sono aperte.

Tutti hanno macellai, fornai, pasticceri, pesciveni, fioristi, stand di formaggi e vendono prodotti artigianali tradizionali.

E sono istituzioni locali, preferite ai supermercati per un paio di motivi: in primo luogo, ciò che acquisti viene direttamente dalla fattoria, tagliando l'intermediario e rendendolo più fresco.

Ma anche i trader che vendono questi prodotti sono esperti e ti daranno consigli su come conservare e cucinare tutto ciò che acquisti da loro.

Shopping a La Défense

Uno dei capitali dello shopping e della moda del mondo è un breve giro sul Métro, ma La Défense compete bene anche in questo senso.

In effetti ha il centro commerciale più visitato in Francia, Les Quatre Temps, che attira incredibili 50 milioni di acquirenti all'anno.

Anche le dimensioni di questo centro commerciale sono sbalorditive, con 300 negozi su quattro livelli per quasi tutti i marchi popolari che puoi nominare, da Sephora a Uniqlo.

E è ovvio che tutti questi negozi sono integrati da un intero elenco di ristoranti e strutture per il tempo libero tra cui un cinema UGC a 16 screen.

Bois de Boulogne

Se stai visitando Courbevoie con i bambini, allora l'acclimatazione di Jardin d'Appiccase non è l'unico giorno fuori.

Potresti avventurarti nell'enorme Bois de Boulogne, che si diffonde su 845 ettari.

Qui, il LAC Inferieur offre noleggio barca e puoi remare sull'isola al centro dove c'è un monumento a Napoleone III, che ha ordinato la trasformazione del parco negli anni 1850.

C'è anche il Château de Bagatelle, una loda di caccia compatta ma coltivata per i reali quando erano nel Bois de Boulogne.

I giardini formali sono più raffinati che mai e persino i pavoni vagano in essi.

Parc de Saint-Cloud

Se hai bisogno di un motivo per salire sul Transilien e venire in questo parco, è per il romantico panorama di Parigi dalla terrazza a La Lanterne.

Quando il tempo è chiaro, puoi scegliere i singoli punti di riferimento all'orizzonte.

Ma c'è di più oltre alla vista: i giardini del Parc de Saint-Cloud sono stati tracciati da nientemeno che André Le Nôtre, che ha guadagnato il suo posto nella storia progettando i terreni a Versailles.

Questo parterre a schiera era per il Royal Château de Saint-Cloud, cancellato nella guerra franco-prussia.

Musée Marmottan Monet

Nel sedicesimo arrondissement occidentale, dall'altra parte del Bois de Boulogne di Courbevoie, è il più grande Monet Museum del mondo.

E questa non è un'esagerazione: nel 1966 Michel Monet, il figlio dell'artista, lasciò la sua collezione di opere di suo padre al museo, dandogli immediatamente la più grande collezione di opere di Monet ovunque.

La cosa speciale di questa mostra è che puoi tracciare ogni fase della carriera di Monet e vedere l'epocale, l'impressione, l'alba.

Una delle numerose donazioni di Michel Monet nel 20 ° secolo che ha provato l'arte impressionista nel museo.

Quindi Monet è accompagnato da Renoir, Sisley, Degas, Manet, Signac, Pissarro e molto altro ancora.

Viste di Parigi

Quindi, mentre abbiamo a che fare con tutto vicino a Courbevoie, Paris non è lontana.

Sulla linea Métro 1 puoi essere all'Arc de Triomphe in meno di dieci minuti e il posto de la Concorde, le Tuileries e il Louvre in under 20. Da lì la città è a tua disposizione completa, sia che tu voglia amble dalla Senna, fai una crociera alla torre Eiffel, ridimensiona l'iconico Notre-Dame o Saunter lungo un elegante passaggio dello shopping.

Ma puoi anche overdose sulla cultura al Palais Garnier, Musée de l'Oranger, Musée D'Orsay e Musée Rodin, tutti a portata di mano.

E sebbene questi siano tutti must-dos, sono anche solo la punta dell'iceberg.