Le 10 migliori cose migliori da fare a Covilhã

Le 10 migliori cose migliori da fare a Covilhã

Questa città di montagna è a pochi chilometri dal punto più alto del Portogallo continentale. La gente viene in inverno per una delle uniche stazioni sciistiche del Portogallo e in estate si meravigliano delle cime di granito, dei laghi e delle escursioni nella foresta.

A Covilhã è divertente vedere come la città si è adattata al suo terreno impossibile per aiutarti a muoverti a piedi, equipaggiandolo con un ascensore panoramico, treni funicolari e l'incredibile Ponte da Ribeira da Carpinteira Ponte pedonale. È una città ancorata alla tradizione, e c'è un museo di prim'ordine che documenta l'industria della lana, che ha supportato Covilhã per quasi 300 anni fino agli anni '90.

Esploriamo le cose migliori da fare a Covilhã:

Museu de Lanifícios

Covilhã si è guadagnato da vivere con la filatura e la tessitura della lana dal 1680, e questa eredità è orgogliosamente mostrata in due ex fabbriche della città: Fábrica de Panos da Covilhã e la vena reale di Fábrica.

La prima sede si occupa dell'industria nel 18 ° secolo, mentre quest'ultima si concentra sul XIX e XX secolo.

A partire dal Fábrica de Panos c'è un video informativo che spiega i dettagli del commercio di lana di Covilhã.

In mostra nelle due posizioni ci sono vecchi telai, sia manuali che meccanici, utensili di diverse epoche e una serie di prodotti tessili realizzati in città, tra cui filati, abbigliamento e campioni di tessuto.

Funicular de Santo André

Prima che questo treno funicolare fosse installato nel 2013, navigare nel pendio nella parte meridionale di Covilhã era un po 'un lavoro ingrato.

L'unico modo per il centro della città era lungo le strade di zigzaging in auto.

Nell'ultimo decennio la città ha investito in un ascensore e due funicolari per incoraggiare le persone a visitare il centro della città a piedi invece di guidare.

Questa funicolare gratuita ti solleva 90 metri lungo il pendio e ha una scala parallela ad esso, l'Escada de Santo André con 162 passi.

Elevador do Parque da Goldra

Presentato a settembre 2013 come parte del piano di mobilità di Covilhã Questo ascensore è un'altra piccola attrazione che vale la pena dare un'occhiata grazie alle viste dalla sua cabina panoramica.

L'ascensore collega il Parque da Golra con Rua Avila e Bulama, rendendo più facile raggiungere l'università a piedi.

Il corso è lungo solo 40 metri, ma ha un'inclinazione di 32 gradi e puoi adattarsi a 11 passeggeri.

C'è una Belvedere sulla piattaforma superiore con panchine per guardare lo scenario della montagna.

Ponte da Ribeira da Carpinteira

Questo ponte sbalorditivo collega il centro città con la zona di Altos Eastern Penedos.

È stato iniziato nel 2003 e ha impiegato altri sei anni e € 3 milioni per completare.

Il designer è il minimalista con sede a Lisbona João Luis Carrilho da Graça e la struttura è una cosa di bellezza, a zigzagare 50 metri sulla valle di Carpinteira per più di 200 metri.

È una passeggiata da fare per giorno per i panorami di Covilhã, la Serra da Estrela e la Cova da Beira, e di notte quando il ponte è illuminato da due lunghe strisce di luce che fiancheggiano la passerella.

Igreja de Santa Maria

Sembra che tutte le strade di Covilhã portino a questa emblematica chiesa del XVI secolo.

E potrebbe competere con il più bello del Portogallo, anche se molto di quello che vedi ora è piuttosto recente.

La chiesa fu rielaborata in uno stile storico barocco nel XIX secolo quando fu data la sua alcova con la Vergine Maria e i doppi fronti sopra le sue finestre.

Il nuovo cambiamento è quello che rende speciale la chiesa; Coprono il resto della facciata sono i pannelli blu Azulejo, non più di 20 anni fa e raccontando la vita della Vergine.

Museu de arte sacra

Il nuovo museo di Covilhã ha aperto le sue porte nel 2011 in questa dimora nel mezzo della città.

Qui la diocesi di Guarda e il comune di Covilhã hanno messo insieme più di 600 manufatti religiosi da monasteri e chiese disciolte della regione.

Ci sono paramenti, crocifissi, statue, libri, manoscritti rari, altari, mobili, dipinti e molto altro, in una collezione che va dal 12 ° al 20 ° secolo.

Se ti sei mai chiesto cosa significano tutte le immagini nelle chiese cattoliche, c'è una riproduzione di una chiesa all'ultimo piano, con pannelli che aiutano a decodificare i simboli arcani.

Museu do queijo

Nel villaggio di Pêraboa, a pochi chilometri da Covilhã puoi scoprire tutto ciò che devi sapere sul formaggio Serra da Estrela.

Nessuna pietra viene lasciata intatta, mentre vieni introdotto nella razza delle pecore e come si è fatto strada attraverso la Spagna e il Portogallo per essere qui, e anche i pastori e i cani di montagna Estrela che li hanno allevati da tempo immemotivi.

Il formaggio Serra da Estrela ha una stranezza interessante poiché il latte di pecora da cui è fatto è cagliato usando uno speciale cardo locale anziché il coccole (enzimi dallo stomaco delle pecore). E dopo aver appreso come è fatto, sarai invitato a assaggiare un pezzo o due.

Portas Do sol

Fino al 18 ° secolo Covilhã si sedette all'ombra di un immenso castello, costruito nell'XI secolo e affrontando attacchi da parte di Mori e forze spagnole nei prossimi secoli.

Le pareti furono parzialmente demolite dalle opere di costruzione e poi quasi interamente abbattute dal terremoto del 1755.

Ma ci sono ancora prove nella zona elevata di Portas Do Sol a ovest della città.

In questo pittoresco vecchio quartiere puoi ancora distinguere i contrafforti che sostengono le abitazioni, che sono costruite sulla roccia nuda della collina.

Ci sono diversi posti dove fermarsi e ammirare le viste sulla montagna, mentre alcuni dei nuovi edifici sono adornati con eleganti murales commissionati dalla città ed etichettati con targhe.

Praça do município

La piazza centrale della città è dove puoi conoscere Pêro da Covilhã.

Era un esploratore del XV e XVI secolo, diplomatico e spia nell'era della scoperta, la cui carriera lo portò in India (prima di Vasco da Gama) e Etiopia.

Pêro è ricordato con una statua, ambientata davanti al municipio, e c'è anche un grande pannello di granito lucido che mostra i suoi viaggi.

Gli edifici più vecchi in piazza sono arcati, ed è una buona idea esplorare le strade adiacenti, che un tempo ospitavano il quartiere ebraico di Covilhã e sono decorati con ancora più pezzi di street art fantasiosa.

Igreja da Misericórdia

Meritevoli qualche minuto della tua attenzione se stai passando è questa chiesa dall'inizio del 17 ° secolo.

Nel suo stile manierista è un po 'più pubico della chiesa di Santa Maria, ma ha anche subito grandi modifiche nel XIX secolo.

Nella facciata cerca le sculture delle tre virtù, fede, speranza e carità.

All'interno della decorazione è piuttosto discreto.

Ci sono piastrelle piuttosto fantasia nella parte inferiore delle pareti, ma il punto culminante è l'affresco che copre l'intera volta della canna nel soffitto.

Senhora da Boa Estrela

Se i tradizionali operazioni di formaggio e lana hanno catturato la tua immaginazione, potresti essere spostato da questo santuario a 1.850 metri e vicino al punto più alto della Serra da Estrela.

Questa immagine di Maria, scolpita da un gigantesco masso di granito, rappresenta la Senhora da Boa Estrela che è il santo patrono dei pastori di Estrela.

Il sollievo è alto otto metri ed è stato scolpito nel 1946. Puoi raggiungerlo attraverso la spettacolare strada N339, che si snoda nel parco naturale di Serra da Estrela a ovest di Covilhã.

Centro interpretativo da cereja

Sai tutto sulle tradizioni di lana e formaggio di Covilhã, ma c'è un'altra industria locale da scoprire.

Se hai fatto una passeggiata intorno alla periferia della città in primavera quando il fiore è paradisiaco sarai consapevole della profusione dei frutteti di ciliegia.

Questo piccolo museo a sud -est della città è dedicato alla ciliegia e ha display multimediali e giochi interattivi che ti insegnano sulla frutta e sulle sue applicazioni locali.

Puoi assaggiare alcuni dei prodotti locali, tra cui un liquore alla ciliegia, vino ciliegia, marmellata ciliegia e caramelle, e ovviamente c'è un negozio per comprare tutto ciò che solletica le tue papille gustative.

Torre

L'N339 ti porterà anche al punto più alto del Portogallo continentale, 20 chilometri a ovest di Covilhã e a pochi passi da 2.000 metri sul livello del mare.

La cosa insolita di un punto così elevato è che non dovrai lasciare la tua auto per arrivare in cima, poiché la strada ti conduce dritto lì.

Se vieni in una chiara giornata estiva, puoi aspettarti di vedere fino all'Atlantico e al resort di Figueira da Foz.

Il punto più alto è contrassegnato da Torre, un pilastro di triangolazione, mentre c'è anche una stazione meteorologica e un sollevatore di sci.

Vila do Paul

Un viaggio diurno obbligatorio da Covilhã è questa piccola città a circa 20 chilometri a sud-ovest, che ha molto da conquistarti.

Innanzitutto i panorami della Serra da Estrela sono semplicemente mozzafiato, specialmente in inverno e all'inizio della primavera quando sono ricoperti di neve.

In estate ci sono un sacco di punti di bellezza in città, come una cascata naturale che alimenta una piscina cristallina a soli cinque minuti dal centro.

Il paesaggio urbano è anche adorabile, con una ricca chiesa barocca e case di granito tradizionali che hanno una caratteristica interessante; Pochi hanno camini poiché gli soffitti sono stati usati come fumo per salsiccia guarita.

Sport invernali

Il Portogallo può essere uno degli ultimi paesi europei a cui pensi per gli sport di neve.

Ma l'alta altitudine dell'Estância de Ski Serra da Estrela gli dà una buona copertura nevosa per quattro o cinque mesi all'anno fino a metà aprile.

Ci sono nove piste marcate qui, ponderate per lo più verso sciatori esperti, ma con una manciata di piste verdi e blu.

Avrai anche molte opzioni se vuoi andare fuori pista, con otto impegnative rosse.

Tutte le solite strutture sono a portata di mano, tra cui una scuola di sci e snowboard, tre snowparks e attrezzature per attività come tubi e racchette da neve.