Le 10 migliori cose migliori da fare a La Roche-sur-yon

Le 10 migliori cose migliori da fare a La Roche-sur-yon

Anche se c'è stato un insediamento a La Roche-sur-yon sin dal medievale, la vera storia della città è iniziata il 24 maggio 1804. Questa era la data in cui Napoleone emise un decreto imperiale che trasferì il potere regionale in una città completamente nuova. La Roche-Sur-yon è il risultato, una griglia di strade reggimentate con un contorno pentagonale. La città è organizzata attorno a una straordinaria piazza centrale, posto Napoléon ed è stata costruita in pochi decenni.

È tutta una storia interessante, raccontata dagli edifici neoclassici dominanti della città. E qui nel dipartimento di Vendée, sei a metà strada tra l'oceano e il pluripremiato parco a tema Puy du Fou, quindi non c'è mancanza di ispirazione per giorni fuori.

Esploriamo le cose migliori da fare a La Roche-Sur-yon:

Posizionare Napoléon

Esattamente il luogo per iniziare la tua visita a La Roche-sur-yon, Place Napoléon è una delle più grandi esplanate pubbliche in Francia.

È una gigantesca piazza con strade e giardini idrici attorno a una statua equestre dell'imperatore.

Molte delle grandi attrazioni della città sono in piazza e veniamo da loro a breve.

Ma ci sono anche molti luoghi di chiara ma interessanti che puoi cercare su una passeggiata.

La Grande Auberge ricevette Napoleone l'8 agosto 1808 ed è uno dei pochi servizi, come il municipio, che furono approvati di persona dall'imperatore nel 1805.

Les Animaux de la Place

La Roche-Sur-Yon ha trovato un uso meravigliosamente fantasioso per i giardini idrici sul posto Napoleone.

Negli stagni ci sono macchine animatroniche progettate da François Delarozière.

È il ragazzo che ha realizzato le sculture in movimento strabilianti alle macchine dell'Isola di Nante, che ora sono famose nel mondo.

Qui c'è un coccodrillo, ippopotamo, dromedario, lontra, ibis e fenicotteri che possono essere controllati da piccole stazioni dagli stagni.

Puoi farli aprire gli occhi, sollevare le gambe, allargare le ali, tutte con l'uso di energia solare, cavi e sistemi idraulici.

Église Saint-Louis

Il monumento che attira l'attenzione sul posto Napoléon è la sorprendente chiesa neoclassica, iniziata nel 1817 e ha terminato 12 anni dopo.

Il portico rivolto verso il quadrato ha sei colonne lisce in stile toscano, mentre le colonne giganti che supportano gli interni cavernosi sono corinzi, e così sono scanalanti e hanno capitali delicate foliate.

Durante tutto il 1800 l'edificio doveva affrontare le difficoltà finanziarie e un modo su cui erano superati era con i murales di Trompe l'Oeil al posto di ornamenti reali.

Queste immagini adornano i soffitti e le pareti nella navata, coro e navate, che rappresentano medaglioni e persino dettagli architettonici come sculture in pietra e balaustre.

Haras de la Vendée

La fattoria di stallone di La Roche-Sur-Yon è qualcosa che non dovrebbe perdere un fan equestre.

Questa prestigiosa struttura, in 4.5 ettari di vegetazione, puoi dirti ogni sorta di cose sulla cultura della regione: puoi imparare la storia della cavalleria della città, scoprire le razze di cavalli tradizionali di Vendée, assistere al vecchio knowhow di seller e Farriers e fare amicizia con i cavalli stessi.

Ma Haras de la Vendée è anche un centro di addestramento funzionante per l'equestrismo e mette in evidenza notevoli dimostrazioni di giovedì sera in primavera e in estate.

E Haras è anche il posto dove andare se desideri un tour tratto da cavalli della città.

Musée Municipal

Per un pizzico di cultura, il museo della città si occupa principalmente di fotografia e arte contemporanea dal 1600 al 1900. Attraverso donazioni e acquisti ha compilato una mostra fotografica di prim'ordine di Andy Warhol, Cindy Sherman, Jeff Wall, Thomas Ruff e molti altri.

Questi sono dotati di una cache di circa 500 piastre fotografiche di piccoli formato degli anni '20 e '30.

Anche le gallerie di arte grafica qui sono impressionanti, con 3.000 pezzi, principalmente del 1800 e inclusi i colori dell'acqua del Great Eugène Boudin.

Infine, per la scultura, c'è un busto di Auguste Rodin e una rappresentazione di Napoleone da parte di Antoine-Denis Chaudet.

Musée du Chocolat Gelencser

Maison Gelencser è stato un appuntamento fisso a La Roche-Sur-yon dal 1956 e nel 2014 ha aperto un museo che presenta il mondo del cioccolato e la storia di questo marchio locale.

Puoi scoprire come viene coltivato e raccolto il cacao, ma anche a fare i conti con il savoir-faire di un maestro cioccolatiera.

L'intera esperienza è punteggiata da degustazioni, in sei aree su 300 metri quadrati.

Alla fine del 2016 La Roche-Sur-yon ha organizzato un concorso per gli artigiani locali per creare una specialità culinaria.

E questo è stato vinto da Patrick Gelencser che ha realizzato il "Napouline", un busto in miniatura di cioccolato fondente di Napoleone pieno di pralina e caramello.

Prieuré de Chassay-Gremont

È raro che un complesso monastico sopravviva e questo priorato, un breve viaggio nel villaggio di Saint-Prouant.

Una spiegazione per il suo eccellente stato di riparazione è che è un posto molto piccolo che ospitava solo 10 monaci alla volta dopo che era stata fondata da Richard the Lionheart nel 1196. E questi uomini vivevano un'esistenza scarsa, sopravvivendo a nient'altro che pane, frutta e verdure.

C'è una cucina, una casa di capitolo, un refettoria e stanze per i visitatori della piccola cappella per il culto.

Maison Renaissance

Grazie alle ampie modifiche apportate alla città all'inizio del 1800 non c'è molto da prima di quel momento.

Ma il Rinascimento Maison sul posto de la Vieille Horloge è uno.

È una dimora italiana del 1566 ed è davvero l'edificio più antico di La Roche-sur-yon.

Costruita dal granito, la casa ha una magnifica scale a spirale e meravigliosi caminetti in pietra nelle sue stanze.

Ed è il posto in cui recuperare le trasformazioni accadute in città dopo il 1804, delineando questa impresa di pianificazione urbana.

C'è anche una retrospettiva su René Couzinet, l'ingegnere e il produttore di aeronautica pionieristica la cui fabbrica era ambientata fuori città.

Center Beautiur

Nella tenuta aggraziata del naturalista di Vendée Georges Durand è un centro che ti consente di scoprire la biodiversità intorno a La Roche-sur-yon.

Quando Durand morì nel 1964, lasciò in eredità le sue grandi collezioni di farfalle e uccelli in città, ma dopo la sua morte la sua bellissima casa era stata lasciata a deteriorarsi per 40 anni fino a quando il comune non si fece un passo in dieci anni fa e gli diede un rinnovamento.

Quindi ora, in 8.5 ettari di Parkland La casa e il suo centro visitatori mostrano le collezioni di Durand e ha un sacco di display complementari sulla fauna selvatica di Vendée.

Théâtre Municipal

Un grande teatro era stato programmato a La Roche-sur-yon sin dal decreto di Napoleone, e per i primi decenni delle esibizioni del XIX secolo furono effettivamente tenute nella camera centrale del mercato coperto della città.

Il teatro fu finalmente completato nel 1845 e in linea con il resto di La Roche-Sur-Yon ha unvalso architettura neoclassica, con un portico in stile toscano sulla sua facciata e luccicante pietra bianca.

L'istituzione è una "scène nationale" francese, quindi ha un ruolo importante nello sviluppo culturale della regione.

Controlla gli elenchi di danza, teatro, musica e letteratura per vedere se qualcosa si adatta a te, poiché il layout di interni in legno e ferro di cavallo consentono un'acustica eccezionale.

Abbaye des Fontenelles

Brumbling alla periferia della città c'è un monastero agostiniano del XIII secolo con tracce sensazionali di architettura gotica di Angevin, e il sito è così fatiscente è uno per gli Urban Explorers.

La migliore sezione sopravvissuta è la chiesa dell'Abbazia, che ha una volta a coste e la tomba medievale di una nobile nobile locale scolpita dal calcare.

Gli edifici monastici hanno lentamente decaduto da quando l'abbazia è stata chiusa durante la rivoluzione: la casa del capitolo e il calefactory sono facili da identificare ma sono stati invasi dalla vegetazione e continuano a disintegrarsi.

Sables d'Olonne

Dagli mezz'ora e puoi rilassarti su una delle migliori spiagge della costa occidentale della Francia.

Questo resort prese forma nel 1800 con l'avvento della ferrovia e fonde le moderne torri di appartamenti con imponenti dimore e servizi del XIX secolo come un casinò.

Amble li ha passati sul lungomare della spiaggia Georges Clemenceau, che è stato recentemente riposato.

Insieme a quell'enorme spiaggia sabbiosa ci sono tonnellate di attività e attrazioni familiari, tra cui uno zoo, vari musei e un fantastico taxi d'acqua a energia solare che corre tra il resort e il quartiere di Chaume sul lato opposto del porto.

Château de Talmont

In una deviazione di Sables d'Olonne puoi venire da questa fortezza medievale costruita per la prima volta dal conteggio di Poitou proprio nel 900.

L'episodio più interessante del suo passato fu alla fine del XII secolo, quando Richard the Lionheart ordinò specificamente che questo edificio fosse riqualificato, e molto di ciò che resta da quel momento.

Il castello è in rovina ma c'è molto da vedere, specialmente in estate quando diventa una sorta di centro di attività medievale: c'è tiro con l'arco, giri a cavallo, falconeria e spettacoli storici in una zona istituita nel mezzo della Bailey.

Puy du fou

La Roche-Sur-yon è una delle grandi città più vicine a un parco a tema che quasi sfida la descrizione.

In Francia, è appena sotto Disneyland per i numeri dei visitatori, ma invece delle montagne russe il parco ha spettacoli storici, con valori di produzione e coreografie per far girare la testa.

Ci sono sei spettacoli principali, che vengono aggiornati ogni pochi anni, nonché un programma di spettacoli più piccoli ma non meno eccitanti.

Il primo spettacolo del parco, The Cinéscénie è ancora l'evento principale in estate ed è ambientato sul palco più grande del mondo e ha un cast di oltre un migliaio di attori che ritraggono la storia della regione.

Cucina

Se hai bisogno di prodotti freschi di alta qualità, Marché des Halles della città è aperto da martedì a sabato ed è il più grande mercato di prodotti freschi della vendee.

Ci sono 82 commercianti e produttori qui, e il sabato il mercato è ricco di pesciveri e agricoltori di ostriche.

Questa è ovviamente un'ottima notizia, perché le ostriche di Vendée Atlantique sono un modo di vivere e puoi persino unirti alla rotta di ostriche che copre l'estuario della Loira e la baia di Aiguillon, visitando le fattorie e le ostriche shuckd che sono state appena sollevate dall'acqua.

Acquista anche la brioche locale, aromatizzata con acqua brandy e arancioni, per andare con cioccolata calda e trovare un po 'di prosciutto di vendee, che viene strofinato con sale marino e curato per almeno tre mesi.