Le 10 migliori cose migliori da fare a Lamego

Le 10 migliori cose migliori da fare a Lamego

Nella valle del Douro superiore, ghirlandata in vigneti e fattorie di mais, Lamego è una città che gira la testa per la sua arte, architettura barocca e vino. Ogni chiesa o cappella ha bisogno di un momento perché potrebbe nascondere un tesoro come la cartiglia di legno dorata o la tomba di una figura storica.

E se sei veramente devoto non penserai nulla di conquistare quasi 700 passi per salire il santuario di Nossa Senhora Dos Remédios. Nella valle del Douro alla moda non sorprende che il vino sia all'ordine del giorno di Lamego, ma potresti non essere pronto per lo scintillante vino, un punto di orgoglio locale immagazzinato in grotte in città.

Esploriamo le cose migliori da fare a Lamego:

Museu de Lamego

Ospitato dal glorioso palazzo episcopale, il Museu de Lamego è pieno di preziosi dipinti, sculture, orarizzazioni, piastrelle, archeologia, mobili e manufatti liturgici di molte epoche.

Molte di queste opere sono state raccolte dai vescovi di Lamego, ma la collezione è stata ampliata negli 80 anni in cui il museo è stato aperto.

I pezzi knockout provengono dal periodo rinascimentale, come i quattro arazzi fiamminghi del XVI secolo che evocano la tragedia di Edipo, o i cinque dipinti del Rinascimento Master Grão Vasco che originariamente costituivano un polipych nella cattedrale di Lamego prima che fosse rimosso nel 1700.

Santuário de Nossa Senhora dos Remédios

Una scala teatrale sale Monte de Santo Estêvão (St Stephen's Hill) a questo barocco del 18 ° secolo e Rococo Sanctuary.

I devoti religiosi hanno sfidato la scalata almeno dal 1300.

Il viaggio è metà del divertimento e richiede 686 passi tramite nove sbarchi ed è arricchito con pannelli di piastrelle, cappelle, fontane, obelischi e statue.

Puoi riprendere fiato sui nove patio e uno, il "Pátio dos Reis", ha le immagini dei 18 re di Israele.

Quando finalmente arrivi in ​​cima puoi entrare per incontrare Nossa Senhora dos Remédios (Nostra Signora dei rimedi) al suo altare Relicire.

Anche su questa terrazza superiore è un albero di castagne più di 700 anni e ammantato in Ivy.

Cattedrale di Lamego

Questo monumento nazionale risale al 1129, ma ha attraversato centinaia di anni di perfezionamenti.

Oggi l'unica caratteristica dei primi tempi è il campanello quadrato, che porta finestre strette romaniche rivelatori con archi semicircolari.

La facciata è gotica, con pinnacoli e muratura dettagliata negli archivolvi di Ogival sopra i tre portali.

Ma entrare nella Cattedrale è come entrare in un'epoca diversa, poiché il resto della chiesa è del 18 ° secolo.

Cioè, a parte il chiostro, risalente al 1524 e con archi rinascimentali attorno a un delicato giardino formale con una fontana.

Castelo de Lamego

Crestando uno sperone di granito robusto, il castello di Lamego è un altro monumento nazionale.

Non molto della fortezza originale è arrivata al 21 ° secolo, ma c'è ancora abbastanza per trasportarti all'era delle guerre tra i mori e i cristiani.

Fu catturato alla fine del X secolo dal favoloso comandante morestro Almanzor, e vinto solo dai cristiani 60 anni dopo a spese di molti uomini.

Il quadrangolare ha un piccolo museo all'interno con mostre interattive e dal parapetto puoi vedere i fiumi CouA, Balsemão e Varosa in un Panorama.

Inoltre, tieni gli occhi aperti per la cisterna moresca del castello, che si trova fuori dalle pareti e ha le volte a coste sostenute da quattro archi appoggiati sui pilastri.

Cappella di São Pedro de Balsemão

Questa cappella è più vecchia di qualsiasi altro monumento a Lamego.

Sebbene l'esterno abbia un design barocco, l'interno è vecchio quanto il 600 quando si trattava di un santuario visigotico.

Una cosa interessante di questa cappella è che le pietre di una villa romana vicina sono state usate come materiale per l'altare nell'attuale edificio.

L'attenzione verrà attirata dalla statua mariana del XIV secolo scolpita da mentre il calcare dalla famosa cava ad Ançã.

E il fulcro, incorniciato da due set di colonne e archi semicircolari, è la tomba in granito del 14 ° secolo del vescovo di Porto.

Capela do Desterro

Ciò che sembra dall'esterno come una normale chiesa nasconde uno dei tesori di Lamego.

L'edificio qui oggi è del 1640 quando l'ufficiale giudiziario di Leça sostituì la cappella che era stata su questo sito con una chiesa barocca a grandezza naturale.

Alcuni dei dipinti commissionati per la chiesa sono finiti al Museo di Lamego, ma ancora dentro c'è il legno dorato che era modellato nel 1700 dagli scultori locali, Manuel de Gouveia, Manuel Machado e Manuel Martins.

Anche il soffitto a cassettimo è mozzafiato, con episodi della vita di Cristo dipinti sui pannelli.

Turismo del vino

L'avvento di Port Wine è stato un vantaggio per l'economia di Lamego, con le proprietà aggraziate che spuntano in mezzo a un mare di viti.

Il porto è solo uno dei diversi tipi di vino prodotti vicino a Lamego; In effetti la città ha fatto un nome per le sue varietà scintillanti.

Questi possono essere rossi o bianchi e puoi acquistarli nelle grotte (prova le grotte da raposeira), andando sottoterra dove la fermentazione secondaria che dà al vino il suo frizz.

Il vino scintillante di Lamego è generalmente fruttato ed è perfetto come un aperitivo.

Puoi anche visitare le cantine di porto per ottenere la pista interna nel patrimonio viticole della Douro Valley: Quinta da Pacheca e Quinta de Santa Eufemia che si affacciano sul Douro sono due per annotare.

Architettura barocca

Lamego è spesso descritto come la capitale del barocco del Portogallo, ed è benedetto molti splendidi edifici del 1700 quando lo stile raggiunse il suo zenith.

Così come il santuario di Nossa Senhora dos Remédios e il palazzo episcopale che ospita il museo, c'è il cinema-teatro o Ribeiro da Conceição, che si trova nel vecchio ospedale della città che risale al 1727 e convertito nel 2008. La biblioteca municipale è squisita dall'esterno, con un frontone curvo e pinnacoli, ed è la vecchia biblioteca per il palazzo episcopale.

Vedi anche le raffinate dimore "solari" The Casa Das Brolhas, Casa Dos Serpas e Casa Dos Mores dall'esterno.

E non dimenticare la fontana di Chafariz dos remédios, concepita dal maestro barocco italiano Nicolau Nasoni.

Jardim da República Lamego

Di fronte al municipio e bordato da un granito gentile e da imbiancare edifici, questo giardino è un posto per fare una pausa per alcuni minuti.

Ha prati in un motivo formale e ombra abbondante sotto i palmi e alberi decidui freschi.

Sulla frangia orientale accanto al municipio c'è il tronco nobile di un altro antico castagno, a pochi passi da un busto del poeta nato a Lamego, Fausto Gudes Teixeira.

Al centro del parco c'è un bel palco da art nouveau, mentre i confini occidentali, settentrionali e meridionali del parco sono tutti incorniciati da una grande balaustra di granito.

Miradouro de São Domingos

Le rive del douro sono a meno di 10 chilometri da Lamego e ci sono alcuni punti di vista che ti consentono di prendere la piena maestà del fiume.

Una delle scelte è il Miradouro de São Domingos a Peso da RéguA.

Su un balcone naturale sulla riva destra puoi meravigliarti del fiume Green Emerald e lo sfondo di ripide sponde riparate da viti, interrotte solo da cipresso solitario o pino.

È uno spettacolo vedere la fotografia in qualsiasi tempo, e l'unica cosa che potrebbe farla migliorare è se una barca a vela di Rabelo vecchietta vaccerà oltre.

Museu Do Douro

Sempre sul fiume a Peso da Réua, il Museu Do Douro celebra la storia e la cultura di questa regione vinicola quotata all'UNESCO.

La valle del Douro è la più antica regione vinicola designata del mondo, con radici nel 18 ° secolo.

E l'edificio del museo ha un significato speciale come la Casa da Companhia Velha, che regolava la produzione di vino nell'alto Douro dal 1756 in poi.

Verrai rimandato ai primi giorni della crescita del vino nella valle, scopri di più sui suoli, sulle tecniche di paesaggio che hanno fatto spazio extra per le viti, le origini delle tradizionali barche rabelo e le usanze che derivano dal raccolto dell'uva.

Termina sorseggiando un bicchiere di vino al bar del museo che si apre sul Douro.

Convento de são João de Tarouca

Il primo monastero cistercenico del Portogallo fu fondato un po 'a sud di Lamego nel 1100.

E nei decenni successivi al re Afonso Henriques, il monastero ricevette generose dotazioni.

Questi hanno permesso di crescere per diventare l'istituzione madre per diversi conventi nel Portogallo settentrionale.

La chiesa è dove passerai la maggior parte della tua visita e ha architettura e raccordi romanici, gotici, rinascimenta e barocchi.

Gli storici e gli amanti dell'arte saranno assorbiti, studiando gli Azulejos, i dipinti, il radioso bosco dorato sui tre altari e la tomba del XIV secolo di Pedro Afonso Count di Barcelos.

Questo ha una scultura sdraiata e rilievi scolpiti ai lati del sarcofago.

Festa de Nossa Senhora dos Remédios

Per due settimane all'inizio di settembre c'è un festival in omaggio al santuario di Nossa Senhora dos Remédios al santuario di Hilltop.

Per i primi tre giorni dopo il calcio d'inizio, ci sono pellegrinaggi quotidiani su quei nove rampe di scale in chiesa.

Ma questa è una piccola parte di un grande programma di spettacoli musicali di Fado, recital di danza e un festival folklore annuale che si svolge come evento secondario.

Verso la fine delle due settimane ci sono i Batalha Das Flores, con sfilate con bande musicali, galleggianti con temi folklore, ballerini di samba e burattini cerimoniali giganti tradizionali.

E poi l'8 settembre è il Procissão do Triunfo, il punto più alto delle quindici giorni, quando le galleggianti che sfoggiano immagini sacre sono disegnate lungo le strade da Oxen.

Parque Biológico da Serra Da Meada

Un modo per scoppiare nella campagna serena fuori Lamego, questo parco ha percorsi boscosi che ti svolgono oltre gli habitat di un santuario della natura.

Alcuni animali sono tenuti qui per un po 'prima di essere rilasciati in natura, mentre altri sono residenti permanenti perché non sopravviverebbero in natura.

In genere il parco ha animali domestici come cavalli e capre, nonché cervi, cinghiali, volpi e una diversità di uccelli nativi delle colline e dei boschi nella valle del Douro.

Ci sono 50 ettari in tutto e tre chilometri di sentieri nell'antico bosco di pino.

Gastronomia

Nella valle del Douro superiore il cibo è rustico e carnoso, con un sacco di arrosti come capra per bambini con patate e coniglio cotti in forni a legna.

Anche il presunto (prosciutto curato) è grande a Lamego e può essere fatto come spuntino con un bicchiere di vino, in sandwich o con melone.

A Bola de Lamego è un tipico sandwich, pieno di prosciutto, Vinha d'Alhos (maiale marinato), sardine o formaggio.

Mentre ti fai strada attraverso la valle del Douro potresti notare che le colture di mais sono quasi abbondanti come le viti.

Il mais è usato in molti preparativi, tra cui varie insalate, Vinha d'Alhos e Broa de Milho, pane di mais portoghese.