Le 10 migliori cose migliori da fare a Levallois-Perret

Le 10 migliori cose migliori da fare a Levallois-Perret

Proprio accanto al 17 ° arrondissement di Parigi, Levallois-Perret è un sobborgo residenziale esclusivo nel nord-ovest della città. Sei direttamente la Senna qui, in un quartiere in cui la società Eiffel ha prodotto la torre Eiffel e la statua della libertà nel XIX secolo.

La linea 3 di Paris Métro e la rete ferroviaria suburbana di transiliano intersecano Levallois-Perret sulla strada per il centro di Parigi e avvicinandosi alla città da questo punto. Inizieremo con tutte le cose interessanti che puoi fare a pochi momenti da Levallois-Perret.

Esploriamo le cose migliori da fare in Levallois-Perret:

Parc de la planchette

Una delle cose accattivanti di Levallois-Perret è la sua abbondanza di verde; Quasi un quinto dell'area totale di questo sobborgo è Parkland.

Al Parc de la Planchette ti verrà in mente che ti trovi in ​​una parte silenziosa e residenziale di Parigi, dove i genitori portano bambini piccoli nei campi da gioco, gli impiegati arrivano per le corse mattutine e le coppie fanno passeggiate tranquillamente.

C'è uno stagno, prato ondulato e un adorabile roseto.

Prima di venire a Levallois-Perret visita il sito Web per vedere cosa sta succedendo nel Parc de la Planchette, poiché in estate ci sono eventi all'aperto regolari.

Île de la jatte

Quest'isola nella Senna è una zona residenziale accogliente che è diventata alla moda alla fine del XIX secolo quando gli impressionisti hanno allestito i loro cavaliere per acqua.

Monet, van Gogh e Sisley tutti dipinti île de la Jatte, ma il lavoro duraturo dipinto qui era un après-midi à l'eria dell'ira Jatte, di Georges Seurat nel 1886. Vedi anche il Tempio del XVIII secolo de L'Amour, una follia del 18 ° secolo da una tenuta di lunga data.

Prima che fosse sviluppato nel 19 ° secolo Levallois-Perret e il vicino sobborgo di Neuilly-sur-Seine erano una volta i motivi di 170 ettari per il castello distrutto di Neuilly.

Questa follia palladiana è uno dei pochi accenni di ciò che era qui prima.

Maison de la pêche et de la natura

All'estremità superiore della île de la Jatte c'è un museo Dinky che rivela la vita acquatica della Senna.

L'attrazione ha diversi carri armati con pesce d'acqua dolce come picchi, sculpini e pesce gatto.

C'è anche un pool di touch in cui i bambini possono sentire diverse specie di pesci, ma ovviamente non le Pikes, che hanno 700 denti e invece sono in mostra nell'acquario da 600 litri! E se vuoi diventare microscopico c'è anche un vivaio con pannelli che descrivono la micro-fauna del fiume.

Parc Monceau

Questo grazioso giardino inglese è stato paesaggistico nel 1770 e ha ancora alcune caratteristiche dignitose dei suoi primi giorni.

C'è un colonnato classico vicino allo stagno e una ghiacciata stravagante progettata come una piramide egiziana.

Alla fine del XVIII secolo, il parco fu testimone di alcuni primi in tutto il mondo dall'inventore André-Jacques Garnerin, che ottenne la prima discesa in assoluto con un paracadute di seta qui 1797. Ha anche accolto con favore una giovane donna, Citoyenne Henri in un viaggio in mongolfiera nel parco nel 1798, rendendola la prima donna in assoluto a cavalcare una mongolfiera.

Più recentemente sono state installate sculture per icone culturali come Guy de Maupassant e Frédéric Chopin, mentre Monet ha dipinto il parco cinque volte tra il 1876 e il 1878.

Musée Jacquemart-André

Nélie Jacquemart e Édouard André erano ricchi amanti dell'arte nella Parigi del XIX secolo che avrebbero fatto irruzione annuale in Italia per espandere una fantastica cache di dipinto italiano rinascimentale.

La coppia viveva in un sublime mansion neo-rinascimentale, in parte progettato da Jacquemart, e quando morirono furono in eredità la proprietà e la sua arte come museo.

Contiene una serie superlativa di arte fiamminga, olandese, francese e italiana di maestri come Botticelli, Canaletto, Donatello, Rembrandt e Van Dyck.

Lo splendido edificio è anche un motivo per venire e ha mobili e arazzi meravigliosi, mentre gli appartamenti e le stanze cerimoniali sono state mantenute poiché erano più di un secolo fa.

Grand Palais

Tra la riva destra della Senna e gli Champs-élysées, il Grand Palais è un magnifico edificio Beax-Arts costruito per l'esposizione universale nel 1900. È costituito da una base di pietra sotto un baldacchino di vetro a volta supportato da una struttura di ferro e acciaio.

Fino al 2007 l'edificio ha subito un lungo rinnovamento e da allora ha riaperto come sede per eventi e mostre temporanee.

Il Grand Palais è il luogo degli spettacoli di Chanel durante la settimana della moda di Parigi due volte l'anno e nel 2017 ci sono mostre per Pissarro, Rodin e gioielli una volta indossati dai Mughal e Maharajas dell'India.

Petit Palais

Di fronte al Grand Palais in The Avenue Winston Churchill c'è il più piccolo petit palais, anche nello stile Beaux-Arts e si è anche messo per l'esposizione universale.

All'interno è un museo d'arte che compete con il meglio di Parigi.

La collezione abbraccia la storia dell'arte dai tempi classici fino ai giorni nostri.

Ci sono 1.300 opere in tutto, tra cui i migliori arazzi, sculture, dipinti, icone e arte applicata.

I 1800 sono molto ben rappresentati, con dipinti di Delcroix, Cézanne, Courbet, Ingres e Pissarro e Sculpture di Rodin e Maillol.

Più indietro ci sono anche arte rococo, barocca e rinascimentale di artisti come Poussin, Fragonard, Rubens e Rembrandt.

Marché Poncelet

Nell'elevanto 17 ° arrondissement vicino Levallois-Perret è un mercato tra i principali trafiti piegata tra i condomini di Haussmann palatili.

Questo non è un bazar disorganizzato, ma una serie ordinata di bancarelle permanenti gestite da pesciveri, macellerie, commercianti di vino e fornitori di cibi artigiani e gourmet.

Grazie alla sua posizione, la Poncelet di Marché ha una clientela ricca ed è da qualche parte per le persone che sono seriamente sul cibo per ottenere la spesa.

Quindi, se hai voglia di pesce e frutti di mare direttamente dall'Atlantico, c'è il celebre pescivendolo Daguerre Marée, mentre i macellai, le agenzie, i fornai e le delicate vendono prelibate.

Folie Saint-James

Nel 1770 Claude Baudard de Saint James, il tesoriere della Marina francese ordinò di costruire questa casa e il giardino a spese enormi.

Saint James ha persino detto al suo architetto François-Joseph Bélanger "Make What You Want Finché è costoso". Il risultato era un giardino che era stato criticato all'epoca per il suo trionfo di stravaganza per il gusto, ed è stato appena ripristinato e riaperto al pubblico.

La tua attenzione verrà afferrata da una montagna in miniatura nel mezzo del parco incorporato con un tempio dorico.

Nessuna pietra abituata alla costruzione di montagne è locale e tutto doveva spedire a costi di Fontainebleau Forest.

Musée Cernuschi

La venerata Musée Cernuschi fu fondata nel 1898 nella casa del suo omonimo, Henri Cernuschi, di fronte al Parc Monceau.

Cernuschi era un banchiere e appassionato collezionista di arte asiatica, accumulando circa 5.000 pezzi, tra cui l'enorme Buddha di bronzo di Meguro cast in Giappone nel 1700.

Da quando il museo è stato aperto, la sua collezione è più che raddoppiata, ed è una serie di manufatti inestimati che risale a 3.500 anni.

Cerca le maschere funerarie in bronzo dalla dinastia Liao cinese e le sensazionali statue della dinastia Tang, più di un millennio.

Jardin d'Acclimatazione

In 20 ettari sul bordo settentrionale del Bois de Boulogne è un favoloso parco a tema per i giovani.

L'acclimatazione Jardin d'Acclimatazione fu aperta nel 1860 e mantiene la sua atmosfera del mondo vecchio con cavalcate, spettacoli di burattini, un treno in miniatura e caroselli e montagne russe in stile divertimento.

Il parco si trova all'ombra della Fondazione Louis Vuitton, un nuovo museo di arte contemporanea progettata da Gehry.

E sotto che ci sono i prati quasi illimitati e i boschi del Bois de Boulogne, il secondo parco più grande di Parigi, disposti durante il regno di Napoleone III nel 1850.

Dirigiti verso il LAC Inferieur in estate per noleggiare una barca o amplicare nei giardini del Château de Bagatelle un tempo di proprietà del Comte d'Artois, fratello di Louis XVI.

Arco di Trionfo

Insieme alla Torre Eiffel e alla Dame di Notre, l'Arc de Trionphe è un punto di riferimento inconfondibile di Parigi.

Ed è abbastanza vicino a Levallois-Perret che potresti persino camminare lì, anche se il trasporto pubblico taglierà il tempo di viaggio.

Segna l'estremità occidentale degli Champs-élysées ed è un monumentale arco trionfale che commemora le guerre rivoluzionarie e napoleoniche.

Entra in vicino per vedere la tomba del soldato sconosciuto e studiare i rilievi con eroiche rappresentazioni di battaglie.

Quindi vai al tetto per ottenere quelle lunghe viste lungo le strade radianti, tra cui l'ascia storica verso la Grande Arche de la Défense in Occidente.

Montmartre

A Levallois-Perret non ci vorrà molto per raggiungere questo favoloso quartiere nel 18 ° Arrondissement.

Montmartre è sulla Butte, la collina più alta di Parigi e ha un ambiente del villaggio per la sua architettura a bassa rissa, le strade di ciottoli e i servizi locali.

La zona divenne di moda nel XIX secolo come tana per artisti come Renoir, Monet, Pissarro e Van Gogh.

E ci sono ancora gallerie e studi che condividono queste strade con società di media alla moda.

Per qualcosa di spudoratamente turistico puoi sederti per un ritratto nel posto de tertre.

C'è anche un museo sulla piazza dedicata ai disegni di Salvador Dalí.

Quindi inciampare anche se Square Louise-Michel al Sacré-Cœur per una visione senza partite della città.

Pigalle

Alla base di Montmartre c'è il distretto di Pigalle, che ha da tempo la reputazione di Sleaze e Debauzery.

È qui che artisti come Renoir e Tolosa-Lautrec hanno registrato bordelli e cabaret Fin de Siècle come il Divan du Monde e il Grand Guignol.

Il Moulin Rouge è ancora qui, e ci sono alcuni luoghi ingannevoli lungo il Boulevard de Clichy, ma dagli anni '90 il Pigalle si è trasformato in una destinazione della vita notturna per residenti e turisti di Parigi.

Ci sono dozzine di bar, discoteche e luoghi di musica dal vivo.

E se sei in una band adorerai la Rue de Douai, che ha un negozio dopo un negozio che vende strumenti musicali, attrezzature e accessori.

Cimetière de Montmartre

La terza più grande sepoltura di Parigi, il cimitero di Montmartre ha la stessa miscela di solennità, pace, scultura ossessionante e trame famose.

Ci sono molti titani della cultura francese qui, come Truffaut, Zola, Degas, Stendahl, Offenbach e il cantante del 20 ° secolo, Dalida.

Una mappa dei grafici è pubblicata al gate o puoi provare a scaricarne una sul telefono.

Anche con un piano può essere un po 'una ricerca per cacciare ogni tomba, ma non ti dispiacerà perché il cimitero è così sereno e frondoso, con percorsi che si intrecciano attraverso acero, lime e fogli di castagno.