Le 10 migliori cose migliori da fare a Millau

Le 10 migliori cose migliori da fare a Millau

Se il nome di questa città suona una campana, è sicuramente a causa del viadotto di Millau, un ponte da record che attraversa la Tarn River Valley.

Il viadotto ha praticamente il suo settore turistico: potresti prendere i cieli su un volo di parapendio o guidare lungo il villaggio di Peyre per vederlo con più.

Ma nella stessa Millau c'è molto da suscitare il tuo interesse, dagli antichi forni che hanno fornito al mondo romano la ceramica al fossile di una bestia sottomarina preistorica e una torre costruita per il re dell'Aragona del XII secolo.

Esploriamo le cose migliori da fare a Millau:

Viadotto di Millau

Il nome "Millau" è ora sindacale per la meraviglia dell'ingegneria che attraversa il Tarn a pochi chilometri a ovest.

Il viadotto di Millau è stato aperto nel 2004 ed è il ponte più alto del mondo, lasciando la maggior parte delle persone senza parole quando si alza in vista.

Era il lavoro dell'ingegnere Michel Virlogeux e dell'architetto Norman Foster, e la verità è che se sei a Millau e non guidalo o non vieni al centro visitatori, ti perderai.

Le informazioni di fuga viaduc presentano tutte le statistiche schiaccianti e ti consente di entrare nel pilastro P2, anche la struttura più alta del suo genere nel mondo.

La Graufesenque

Assicurati di vedere questo sito archeologico gallo-romana dall'altra parte del Tarn.

Questo era un villaggio di ceramisti, ma non era un'industria di cottage; I forni qui potrebbero produrre fino a 40.000 vasi alla volta, superando qualsiasi cosa nel resto dell'Impero romano.

La ceramica fatta qui è stata scoperta in tutta Europa, Medio Oriente e Nord Africa, persino trovata lontano come l'India.

Vai con una guida che avrà molti altri fatti incredibili da raccontarti di questi forni a fuoco e dei seminari, delle case e del santuario intorno a loro.

Musée de Millau

Il museo della città ha molte di queste antiche ceramiche in virgola rossa in mostra, in una mostra descritta come la più importante collezione di ceramiche dell'Impero romano.

Ma mappa anche la storia naturale, la preistoria umana, gli scambi medievali e i modi di vita tradizionali sia a Millau che a Grands Causses.

Hai ragione nel mezzo di Old Millau qui, in una casa a schiera del 18 ° secolo con 30 camere da esaminare.

Tra le tante cose interessanti da vedere ci sono lo scheletro di un Elasmosaurus, un dinosauro marino e i seminari per la lavorazione della pelle e la produzione di guanti, rivelando mestieri che erano la linfa vitale di Millau per centinaia di anni.

Beffroi de Millau

La campagna della città è tutto ciò che sopravvive di un palazzo del XII secolo che una volta simboleggiava il potere del re d'Aragona.

È sofisticato come qualsiasi cosa da quell'epoca e il fatto che è ancora intatto circa 900 anni dopo mostra che è stato costruito con competenza.

Nel 1600 la torre fu acquistata dalla città per ospitare la campana, e successivamente durante i periodi di conflitto come i prigionieri della rivoluzione furono tenuti all'interno.

Ora è uno spettacolo aperto per tutta l'estate per te per scalare i 210 gradini per esaminare la città e gli altipiani dei Grands Causses.

Lavoir de l'Ayrolle

Questo edificio ha un'aria grandiosa, specialmente quando ti rendi conto di cosa è stato fatto.

Il Lavoir de l'Ayrolle è un lavaggio pubblico dove la gente del posto porterebbe il loro bucato.

Questo prese forma nel 1740 sugli ordini di Luigi XV e sembra un arco trionfale romano, circondato da portici neoclassici sormontati da un frontone e balausta.

C'era stato un tetto, ma questo è crollato nel 1770.

Era appena fuori dalle pareti, sul lato ovest della città, prima che i bastioni fossero sostituiti dai viali a foglia oggi.

Chaos de Montpellier-le-Vieux

Un sito totalmente incantato nei Grands Causses è questo campo di blocco appena giù dalla gola di Dourbie.

Ci sono 120 ettari di enormi rocce di dolomite, distorte in tutti i tipi di forme bizzarre come la porta de Mycene Natural Arch.

Puoi prendere un mini treno per portarti al centro del sito nel modo più conveniente possibile, e l'ambiente è intrecciato con sentieri che ti fanno cenno di passare oltre le più strane forme di roccia e fino a panorami panoramici.

Questi percorsi variano in difficoltà, ma se sei all'altezza del compito, il percorso rosso ti premia con le foto che morirai per condividere con gli amici.

Viaggio parapendio

Potrebbe sembrare un'attività estrema o di nicchia, ma è letteralmente decollato intorno a Millau e tutti coloro che l'hanno provato ti diranno che è il modo ultimo per vedere il viadotto.

Ci sono almeno sei aziende in città che forniscono viaggi di parapendio, parapendio o microlight e l'attività è più accessibile di quanto si possa pensare in quanto è aperta a quasi età e pesi, fino a 120 kg.

Davvero, sei solo un passeggero legato con un pilota esperto.

E gli altipiani di Millau non potrebbero renderlo più semplice, poiché con solo un paio di passi il tuo baldacchino verrà catturato dalle termali e galleggerai sul viadotto.

Pont Vieux et Moulin Vieux

Una struttura strana attirerà la tua attenzione mentre arrivi a Millau sul Pont Lerouge sul Tarn.

Accanto a questo ponte ci sono due archi di un ponte molto più vecchio, alla fine del quale c'è un vecchio mulino.

Questa struttura sembra a dir poco precaria, poiché il mulino in cima è a sbalzo da file di travi di legno.

Il ponte sarebbe stato completato qualche volta all'inizio del XII secolo e aveva 17 archi attraverso il Tarn e fortificato da tre torri.

Il mulino lì ora è del 1700 e include le basi di una di queste torri nella sua costruzione.

Tutto si aggiunge a uno spettacolo molto distintivo che viene attualmente ripristinato dopo un'alluvione nel 2012.

Peyre

A pochi chilometri a valle dal viadotto si trova questo villaggio, spremuto tra il Tarn e una parete impraticabile di tufa roccia.

Molte delle case del villaggio sono in realtà troglodytiche, in quanto sono scavate da questa pietra morbida, e puoi vedere dove la grotta è piena di grotte artificiali dalle antiche case.

Puoi macinare le strade simili a crepaccio di Peyre, che sono misericordiosamente fresche in estate, ma troverai difficile strappare lo sguardo dal viadotto, il cui contorno gigante è sempre presente in lontananza sopra il fiume.

Roquefort-sur-Soulzon

Conosci anche il nome di questa città a causa di un formaggio che viene esportato in tutto il mondo.

Qui puoi realizzare molti sogno di un buongusta.

Queste sono grotte naturali, formate quando il monte Combalou è crollato milioni di anni fa, e poi scolpiti in un labirinto di camere dove molte migliaia di blocchi di formaggio di pecore di Roquefort sono curati da maestri produttori di formaggi.

Questo non è qualcosa che può replicare altrove: le regole AOC affermano che anche il fungo penicillium roqueforti deve provenire da queste grotte affinché il formaggio venga chiamato Roquefort!

Le case a schiera di Millau

Riconosciuto a livello nazionale come città d'arte e storia, Millau ha alcuni luoghi privati ​​che sono ancora elencati come monumenti storici.

Questi sono i tipi di cose che dovresti aggiungere al tuo tour a piedi del centro.

L'Hôtel de Sambucy del 17 ° secolo su Boulevard d'Ayrolle, è certamente da tenere a mente.

Ciò è stato commissionato dal "Conseiller du Roi" locale, che ha ricoperto una posizione elevata nel regime di Luigi XIV.

Questa proprietà non deve essere confusa con Hôtel de Sambucy de Miers su Rue Saint-Antione, che ha origini molto più anziane che tornano al Medioevo ed è stata aggiornata nel 1600.

Grands Causses Regional Park

Millau è intrecciato in questo paesaggio di plateaux inciso dai fiumi Dourbie, Jonte e Tarn, creando maestose gole.

Difficilmente hai bisogno di andare lontano per vedere alcuni paesaggi che ricorderai molto tempo dopo essere tornato a casa.

Il Puncho d'Agast si alza a nord ed è suonato da scogliere vicino alla sua cima.

I camminatori ambiziosi si arrampicano per viste imbattibili su Millau, mentre è un'altra buona posizione per il parapendio e vedrai i baldacchini colorati che turbinano intorno a questa cima dalla città.

Quelle muri a pura roccia sono un sogno di uno scalatore, e se non sei pronto a scalare le scogliere verticalmente la via Ferrata Du Boffi è una passerella sospesa sul lato della scogliera che ti conduce con un casco e l'imbracatura per un'attività che è molto più sicura Di quanto sembra!

Maison des Vautours

Gli avvoltoi erano un tempo endemici dei Cévennes, ma si erano estinti prima di essere reintrodotti al grande successo negli anni '70.

E da Millau, se segui il Tarn appena oltre Le Rozier arriverai in un centro visitatori che ti consente di osservare questi rapaci nel loro habitat naturale.

C'è un mazzo di osservazione dotato di telescopi rotanti che ti permettono di tracciare grifoni, monaci, barba e avvoltoi egiziani in volo e vedere i loro nidi nelle scogliere.

C'è anche un museo tutto sugli avvoltoi, le loro abitudini, la storia e il progetto di reintroduzione.

Abbaye de Sylvanès

Un facile viaggio su strada da Millau ti porterà a questo convento cistercense dal 1100, istituito da un brigante convertito non meno.

In una storia ripetuta in tutta la Francia, l'abbazia è stata quasi distrutta dalla rivoluzione.

Ma la chiesa, il capitolo, lo scriptorium e la galleria orientale del chiostro furono tutti recuperati.

In estate il festival della musica sacra internazionale è una stagione di circa 30 spettacoli e recital che è iniziata nel 1977 e si svolgono nella chiesa dell'Abbazia o fuori nel chiostro atmosferico.

Inizialmente il festival riguardava la musica prima cristiana, ma l'attenzione si è spostata per includere ogni background e regioni del mondo.

Prodotti locali

In The Grands Causses puoi anche andare alle fonti del patrimonio culinario della regione.

Abbiamo già menzionato il formaggio Roquefort, ma questa è una cornucopia di prodotti.

C'è una fattoria al miele a Veyreau, castagne boschetti ad Ayssènes, frutteti di ciliegie nelle fattorie di Paulhe e delle pecore a Saint Affrique, tutte aperte a curiosi amanti del cibo.

Ma poche prelibatezze condividono la mistica del tartufo, e al comprégnac la Maison de la Truffe ti dirà tutto ciò che devi sapere sulla cultura e sul raccolto di questo ambito fungo.

Morning da mercoledì a domenica il mercato di ferro e vetro palatio su Place des Halles a Millau venderà molti di questi articoli, e ci sono speciali mercati degli agricoltori su Place Foch nelle serate estive.