Le 10 migliori cose migliori da fare a Montauban

Le 10 migliori cose migliori da fare a Montauban

Un'ora a nord di Tolosa, la città di Montauban nel Dipartimento di Tarn-Et-Garonne condivide l'architettura in mattoni del suo vicino.

Quasi tutto è fatto con questo materiale rosso, dando alla città un delizioso bagliore rosa.

E nella muratura imparerai le storie degli assedi e delle battaglie combattute in queste strade durante le guerre di religione quando Montauban era fermamente protestante.

Attraversa il Medieval Pont Vieux, fai un caffè sul posto arcaded nazionale e conosci gli eminenti artisti nati in città, come Ingres e Antoine Bourdelle.

Esploriamo le cose migliori da fare in Montauban:

Luogo nazionale

Come tutte le città del bastone medievale, Montauban ha una piazza arcadetta centrale, ma questo è uno molto più cerimonioso del solito.

Ci sono due strati di passerelle arcade sotto le colpi di mattoni sorprendenti.

La spiegazione di questo è il fuoco che ha distrutto le case di legno della piazza nel 17 ° secolo; Tale era il danno che il re Luigi XIII fece concessioni per aiutare con la ricostruzione.

Gli edifici in legno furono vietati e il risultato fu questo luogo di incontro uniforme e molto atmosferico.

Caffè, bar e ristoranti sono nascosti sotto gli archi e i loro tavoli si estendono sulla piazza.

E se sei un montante precoce catturete il mini mercato qui ogni mattina.

Musée Ingres

Verso la fine della sua vita il celebre pittore del XIX secolo Jean Auguste Dominique Ingres ha donato lavoro e possedimenti personali a Montauban, la città della sua nascita.

Alla fine la collezione fu trasferita nel palazzo episcopale del XVII secolo della città, con quattro piani dedicati al lavoro di Ingres, i suoi studenti, l'arte dal XV al XIX secolo e l'archeologia da una varietà di periodi e luoghi.

Ci sono più di 50 dipinti che Ingres ha acquisito durante la sua carriera, tra cui Raphael da Vinci Copie e Primitives.

Al momento della stesura del museo è stato temporaneamente chiuso per i lavori di ristrutturazione, ma dal momento che è uno dei punti salienti culturali di Montauban, sarà uno dei tuoi primi porti quando riapre.

Nel frattempo i dipinti di Ingres saranno appesi in altri luoghi della città.

Center du Patrimoine

Per approfondire la storia e la cultura di Montauban non guardare oltre il vecchio college di Jesuits a Rue du Collège.

Centrato sul cortile sono gallerie e un centro di risorse e, tutte organizzate con il coinvolgimento di design e museografia contemporanei.

La principale mostra permanente ti guida attraverso lo sviluppo urbano di Montauban, trasmettendo le circostanze politiche, sociali ed economiche mentre vai.

Ci sono anche artefatti dei vari musei della città per dare più chiarezza alla storia.

Mostre temporanee studiano monumenti o periodi specifici della storia di Montauban, e c'è anche una mostra girevole dell'arte locale.

Port Canal

Il canale de Montech è una via navigabile breve ma dolce che collega il Tarn appena a sud di Montauban con il Canal de Garonne, che a sua volta collega le città di Tolosa e Bordeaux.

Negli ultimi anni Montauban ha investito molto nel suo "Port Canal", installando nuovi ormeggi per le barche e aprendo un centro di attività e un bar che mette musica dal vivo di notte.

Il porto è a soli 10 minuti a piedi dalla Centre-Vivi ed è il punto di partenza perfetto per una vagabonda.

Anche il noleggio di bici è disponibile qui ed è sporco a buon mercato, a € 3 per mezza giornata.

Tour della città vecchia

Mentre incilleri nel centro di Montauban avrai un'idea della singolare architettura della città, che si basa quasi interamente sui mattoni rossi.

Questo vale per i suoi numerosi edifici neoclassici, che combinano i mattoni con lo stucco e hanno persino balaustre, archi e piedistalli statue realizzati in mattoni.

Alcuni luoghi da seguire sulla mappa sono l'Hôtel Mila de Cabarieu su Rue des Cames, le palazzi cortesi su Rue de la Comédie, Place Maréchal-Foch e l'arco di mattoni di Hôtel Lefranc de Pompignan.

Inclazzando i quadrati sono molte opere dallo scultore di tutto il secolo Antoine Bourdelle, un altro dei contributi di Montauban alla cultura francese.

Pont Vieux

Nel XII secolo Montauban fu oppresso dagli abati di Montauriolo a nord e vinse il permesso di costruire un ponte fortificato per difendere la città contro di loro.

Queste sono le origini del ponte attraverso il Tarn nella città vecchia, anche se non sarebbe stata completata per altri 200 anni.

Mentre attraversi e assorbi quella visione del palazzo episcopale, della chiesa di Saint-Jacques e delle sponde fluviali boscose che potresti riflettere sulla violenza che si è verificata dove cammina durante gli assedi nel XVI e XVI secolo.

Prima gli ugonotti subentrarono, rendendo il Montaubano protestante per 50 anni fino a quando Luis XIII non li estromise nel 1629. Purtroppo, le vecchie fortificazioni furono rivendicate da questi conflitti o rimosse alla costruzione del palazzo episcopale nel 1663.

Musée Victor Brun

La collezione di storia naturale di Montauban si trova al primo piano di questo palazzo dall'aspetto nobile sul posto Antoine Bourdelle.

L'edificio neoclassico merita una menzione perché era la Cour des Aides, la Corte sovrana durante l'Ancien Régime, preoccupato per la finanza pubblica e le usanze.

Prima di attraversare le porte, preparati per un esercito di tassidermie di uccelli, mammiferi e rettili.

Tra loro ci sono scimmie, elefanti e canguri, e sebbene non saranno a sapore di tutti, i minerali e i fossili potrebbero essere: ci sono fosforiti di Quercy che risalgono a 50 milioni di anni e frammenti del meteorite di Orgueil, che sono caduti nel fatto regione nel 1864.

Cattedrale Montauban

Montauba è insolito in quanto la sua cattedrale non è una delle attrazioni di successo.

Il monumento si trova nel punto più alto della città e si scontra con il resto di Montauban mentre la sua facciata è fatta di pietra bianca anziché in mattoni rossi.

Per molto del XVI secolo e fino al 1629 Montauban era stato protestante.

Gli ugonotti avevano distrutto la vecchia cattedrale medievale nel 1560 e questa sostituzione classica non fu iniziata fino alla fine del 17 ° secolo.

La scala dell'edificio è sorprendente e il portale centrale è il più alto in Europa, più alto anche della basilica di San Pietro a Roma.

Sul transetto sinistro c'è il dipinto di Ingres, "Vœu de Louis XIII" dal 1824.

Complexe Aquatique Ingreo

Aperto nel 2013, il centro acquatico di Montauban è molto più di una semplice piscina municipale; È il terzo complesso acquatico più grande in Francia ed è tanto per i turisti quanto per la gente del posto.

Ci sono sei piscine interne ed esterne, un hammam, saune, una palestra all'avanguardia e un'area di balcone dove puoi rilassarti.

I bambini hanno giocato a piscine e diapositive per schizzare, mentre gli adulti e i nuotatori seri saranno pazzi per la piscina all'aperto olimpica.

Questo è anche aperto in inverno, quando l'acqua viene riscaldata a più di 20 °, anche se la temperatura esterna scende al di sotto dello zero.

Église Saint-Jacques

Insieme al Pont Vieux questa chiesa è l'unica vestigia del tempo medievale in Montauban.

La parte più antica della chiesa è anche la più spettacolare; Il campanello ottagonale risale proprio al 1200 ed è in cima a una base leggermente più recente con machicolazioni.

La chiesa soffriva durante le guerre di religione francese, quando il suo clero dove massacrato e l'edificio venivano usati come fortezza e arsenale.

Se studi la facciata puoi ancora emettere il danno causato dalle palle di cannone quando la città ha respinto un assedio reale nel 1621.

Musée de la Résistance et du Combattante

Nel parco intorno al complesso di piscina di Ingreo è un museo che traccia la storia della seconda guerra mondiale nella regione intorno a Montauban.

È stata fondata nel 1989 quando un ex deportato di resistenza ha organizzato una mostra di cimeli dalla guerra.

Da allora molte donazioni hanno ampliato la cache del museo dei manufatti della Seconda Guerra Mondiale e ora ti verrà dato un resoconto cronologico approfondito di come la guerra si è sviluppata a livello locale.

Ci sono display che si occupano del campo di internamento a settembre e del contingente di combattenti stranieri che combattono a fianco della resistenza durante l'occupazione.

Abbazia Moissac

Dato che sei a poco più di 20 minuti da questo capolavoro medievale sarebbe un peccato non vederlo.

Moissac Abbey è un sito dell'UNESCO come una fermata storica sulla via di St James Pilgrimage a Compostela, e la sua architettura e decorazione sono dall'XI e XII secolo.

La complessità e la quantità di scultura romanica sono quasi senza rivali e puoi aspettarti di perdere la traccia del tempo che sta fissando queste sculture fatte quasi un millennio fa.

Inizia con il timpano della chiesa sopra il portale, che rappresenta l'apocalisse nel libro delle rivelazioni.

E poi in punta di piedi per il chiostro, che ha 76 capitali sorprendenti che illustrano storie vecchie e del Nuovo Testamento, così come la vita dei martiri.

Bruniquel

Bene anche nella gamma c'è uno dei "villaggi più belli" della Francia in bilico su una scogliera sopra la gola Aveyron.

La prima cosa che vedrai sono le torri dei due castelli medievali che controllano la città.

Il più vecchio di queste date nel 1100, ed era la casa di Guglielmo di Tudela che compose il canto della crociata albigensia.

Se soffri di vertigini evita la vista dalla galleria sopra la scogliera! Il castello "giovane" è del 1400 e ha assi preistoriche avvincenti, aghi e teste di arpione scoperti nelle grotte nella gola.

Assicurati di vagare per la piccola bobina delle strade con vecchie case con telaio in legno che preme.

Vino montaubano

A nord della città, che rivestono le pendici dell'argilla-limestone della valle Aveyron sono i vigneti dei Coteaux et Terrasses de Montauban Vin de Pays.

Qui coltivano un'ampia varietà di uve come Merlot, Syrah, Tannat, Gamay, Cabernet Sauvignon e molti altri per i vini Red, White e Rosé.

I bianchi sono descritti come profumati e freschi, i Reds eleganti ed elastici, e infine i rosé sono fatturati per essere fruttati e vivaci.

Puoi scoprire se tali descrizioni sono accurate nelle numerose grotte di Montauban (Blanc Rouge, La Cave L, Paisirs du Vin, V e B), che sostengono le loro selezioni con consigli e competenze.

Cibo locale

In onore degli sforzi dei 6.000 ugonotti che hanno combattuto le 20.000 truppe reali nell'assedio del 1621, la città vende il Boulet de Montauban (Cannonballs). Queste sono nocciole ricoperte di cioccolato e vendute in pacchetti carini.

Montauban si trova in una regione del foie-gras e la delicatezza è bene da provare nei ristoranti e contenuta in vasi e lattine che puoi acquistare nei mercati e portare a casa.

Il formaggio locale è Cabécou Autan, un formaggio cremoso di capra che può essere piuttosto potente e ha un debole sapore di nocciola.

E infine, il "montalbane" è una brioche locale infusa con acqua di fiori arancioni, rum e vaniglia, guarnito con zucchero e candito, e poi avvolto in carta pergamena pieghettata.