Le 10 migliori cose migliori da fare a Montélimar

Le 10 migliori cose migliori da fare a Montélimar

Una città con pedigree culinario, Montélimar è stata la casa di French Nougat dal 1700. Questa pasticceria morbida è realizzata sia in grandi fabbriche moderne che in piccoli atelier usando tecniche e strumenti di vecchia scuola. Puoi indulgere alla tua curiosità e ai tuoi golosi nei tour in cui otterrai scorci privilegiati nelle cucine e potrai campionare una gamma di nougats gratuitamente.

Oltre a ciò, Montélimar non è esattamente una destinazione turistica, ma c'è un castello medievale che regna sulla città, insieme a un gruppo di musei spensierati e Allées Provençales, motori a foglia con le terrazze del caffè.

Esploriamo le cose migliori da fare a Montélimar:

Nougat Arnaud Soubeyran

Il più antico pasticciere di Montélimar è anche il miglior produttore di nougat da visitare per un tour.

Il momento ideale per venire è al mattino, poiché questo è quando la fabbrica è più impegnativa.

C'è una vista perfetta della cucina e nessuna parte della produzione di Nougat è trascurata.

Puoi persino vedere le api che svolgono il loro lavoro facendo miele.

Il tour della fabbrica è intelligentemente integrato in un museo che spiega la nascita del marchio tramite una presentazione video e rivela come Montélimar sia arrivato a essere la capitale di Nougat mondiale.

L'intera esperienza è totalmente gratuita, così come i campioni gustosi alla fine.

Musée Européen de l'Aviation de Chasse

Il museo aerodromo di Montélimar ha il museo per brivido degli appassionati di aviazione, con dozzine di aerei conservati in diversi hangar.

L'attrazione è iniziata in un solo hangar nel 1985, ma la flotta di getti da combattimento e aerei civili si è fondata a più di 60. Circa la metà di questi aerei è stata realizzata da Dassault, con una serie di miraggi dell'era del dopoguerra fino agli anni '90.

Nell'ensemble di aerei stranieri ci sono migs, un paio di vampiri de Havilland e, più cool di tutti, un rockwell OV-10 Bronco che è in condizioni di lavoro e vola regolarmente su dimostrazioni.

Château des Adhémar

Nella parte più alta della città incombe un feroce castello romanico che prese forma negli 1000 sugli ordini del conteggio di Tolosa.

Successivamente passò dai signori di Rauchemaure al papato e vide pesanti combattimenti nelle guerre di religione del XVI secolo.

Dopodiché è stato fatto come una lussuosa residenza rinascimentale da parte del Louis Adhémar, quindi nonostante il suo aspetto esterno austero è molto più invitante all'interno.

Il lodge è stato trasformato in una galleria per l'arte contemporanea, con installazioni in un ambiente solenne, mentre è possibile conquistare il tour de Narbonne per panorami della campagna di Drôme.

Musée de la Ville

Ambientato nella cappella dello storico ex ospedale di Montélimar, il museo della città ha gallerie sia permanenti che a breve termine.

Recenti spettacoli temporanei sono stati dedicati ai fan di profumo o vintage.

Ma la mostra permanente rimane lo spettacolo: c'è un piccolo mondo di modelli di micro-miniatura realizzati dall'artista russo Anatoly Konkenko.

Questi sono così piccoli che non possono essere visti ad occhio nudo e in alcuni casi hanno bisogno di occhiali ingranditi o persino microscopi.

Puoi schiacciare per visualizzare un set di scacchi per zanzare e cammelli che passano letteralmente attraverso l'occhio di un ago.

Allées Provençaleles

Sicuramente la parte più carina di Montélimar è questa catena di viali di voci lunghi chilometri tra la città vecchia e il pubblico di Jardin.

Ci sono luci in ghisa, una giostra vintage per giovani, ampi marciapiedi e molti caffè e ristoranti.

Nei giorni caldi la fila quintuple di alberi aerei offre ampia ombra e l'aria viene raffreddata dalle fontane.

Gli Allées Provençales sono il palcoscenico per il mercato di Natale a dicembre e il Couleur Lavande Festival in estate.

Questa è probabilmente la parte più turistica della città, e se sei a Montélimar durante una visita volante non c'è carenza di Nougatiers tra cui scegliere.

Nougat Diane de Poytiers

In un edificio rosa brillante sulla strada principale di Montélimar, Diane de Poytiers è un'altra fermata sul Nougat Trail.

Sono stati nel gioco Nougat dagli anni '20 e fanno 50 tonnellate all'anno in questa fabbrica.

Questa è in realtà un'operazione più piccola di Arnaud Soubeyran, ma puoi ancora andare dietro le quinte gratuitamente in cui i pasticceri sono al lavoro.

Otterrai un inoltro di tutti gli ingredienti freschi e locali nel loro nougat e la guida ti parla attraverso le varie macchine per il taglio e l'imballaggio.

C'è una grande area del negozio qui e ogni varietà di nougat viene fornita con un campione in modo da scegliere un nougat per incontrare la tua fantasia.

Una passeggiata per la città

Montélimar è un posto senza pretese e non è pieno di punti di riferimento accattivanti.

Invece ci sono alcune curiosità da guardare per le strade del vecchio centro.

Il Maison de Diane de Poitiers è solo un nome, dato che la famosa nobile non l'ha mai vissuta qui.

Ma è un squisito edificio rinascimentale da tutto quel periodo, con finestre ingannate.

Il sorprendente Porte Saint-Martin è un arco del 18 ° secolo sul sito della vecchia porta della città.

E poi c'è il posto Du Marché, che ha una fila di vecchi portici, gruppi di tavoli per bar e caffè e un piccolo mercato di mercoledì mattina.

Nougat le Chaudron d'Or

L'ultimo nougatier nella nostra lista ha più di una sensazione familiare rispetto agli altri e funziona su una scala molto più piccola.

Nel distretto di Saint-Martin puoi venire a guardarti intorno al seminario artigianale che impiega solo un po 'di personale amichevole.

Usano attrezzature antiche a Le Chaudron d'Or tra cui vasche di rame e scatole di legno traboccanti di mandorle arrostite e pistacole.

Vedrai gli abili nougatiers che mescolano la pastella e tagliare il nougat una volta che è raffreddato.

Al negozio il prodotto finale è presentato in splendide lattine in stile Belle Époque, e come con le altre fabbriche puoi provare un pezzo o due gratuitamente.

Jardin Public

Un posto molto piacevole per allungare le gambe, il parco della città scorre senza soluzione di continuità dagli Allées Provençales e conduce alla stazione ferroviaria.

Fu paesaggistico nel 1856 e ha prati, aiuole e un bel vecchio chalet.

Il simpatico palla di ferro e lo stagno con la sua isola rocciosa nel mezzo tornano al 19 ° secolo, così come molti degli alberi maturi cedri e pini.

I genitori con bambini più piccoli possono venire al parco per piccoli animali per salutare i muli, le pecore, i camoscio, le capre e i pavoni.

Maison du Jouet Ancien

In una tenuta commerciale a nord della città si trova il Palais des Bonbons et du Nougat, in un enorme magazzino.

È un posto utile per raccogliere un po 'di nougat locale e altro pasticcio se sei di fretta.

Ma avrai motivo di trascorrere un po 'più di tempo nell'edificio in quanto c'è un museo infantile sorprendentemente buono.

Il Maison du Jouet Ancien è un viaggio nella memoria, con pile di giocattoli antichi, a partire dagli anni tra le due.

Ci sono cavalli a dondolo, set di treni, un esercito di bambole, aerei modello, tricicli e giochi da tavolo, che portano a console di videogiochi retrò dagli anni '80 e '90.

Viviers

Ora solo una città modesta, Viviers una volta governava i Vivarais, una grande regione che copre il moderno dipartimento di Ardèche.

Viviers, sollevato in cima a una cresta, comanda la valle del Rodano e ha una rete di strade antiche intorno alla sua Cattedrale.

Non è difficile capire quando la città ha raggiunto il picco, perché è ricco di nobili case del 17 ° e 18 ° secolo.

Il Maison Noël-Albert è una squisita casa rinascimentale con una facciata carica di rilievi scolpiti, medaglioni e tuganti.

Entra anche nella Cattedrale per vedere la ricca arte nel coro, dove gli arazzi di Gobelins adornano le pareti.

C'è un altare di marmo estremamente ornato del 18 ° secolo, oltre a due file di bancarelle di legno scolpite.

Coccodrili La Ferme aux

Non c'è un altro zoo in Europa come questa "fattoria di coccodrilli" a un breve giro da Montélimar.

Questa è anche l'attrazione pagante più visitata nel dipartimento di Drôme.

Incontrerai circa 350 coccodrilli e alligatori nella fattoria, da dieci diverse specie tra cui coccodrilli del Nilo, coccodrilli nani, caimani, alligatori cinesi e alligatori americani.

Chiunque sia preoccupato per la conservazione degli animali sarà lieto di sapere che lo zoo prende parte ai programmi di allevamento e aiuta a finanziare progetti di conservazione nel Gange e nel Burkina Faso.

Mirmande

Sulla strada a nord verso Valence è uno dei "Plus Beaux Villages" della Francia, un insediamento di pietra rustico che si è atroce giù per la collina.

Mirmande è ancora circondata dalle sue mura difensive, proteggendo le strade con viste di campagna per catturare il tuo cuore.

Le cornici e le persiane sono dipinte blu, in contrasto con le case di pietra di lino, e ci sono graziosi giardini rocciosi in ogni strada.

Dal 1600 mirmande doveva la sua crescita alla coltivazione della seta e quando questa industria fallì nel 1800 il villaggio fu quasi abbandonato.

Ma aveva una rinascita all'inizio del 20 ° secolo dopo che il pittore cubista André Lhote si innamorò.

Couleur Lavande Festival

Nougat di Montélimar non sarebbe lo stesso senza il suo miele, e questo viene dalle api che lavorano i vibranti campi di lavanda nella campagna locale.

Intorno a metà luglio, quando questa pianta è pronta per essere raccolta, c'è una celebrazione di lavanda di due giorni al pubblico di Jardin e alle Allées Provençales.

Dalla notte del mattino, puoi venire per seminari e presentazioni di persone che si guadagnano da vivere dalla lavanda e dai suoi derivati.

C'è un mercato in cui è possibile acquistare prodotti di lavanda e persino una piccola patch di lavanda piantata nel parco per il fine settimana.

Cibo e bevande

Nel caso in cui non abbia prestato attenzione, Nougat è una grande notizia a Montélimar! È morbido e gommoso e composto da albumi, miele, zucchero, mandorle, pistacchi e vaniglia.

Quasi tutti questi ingredienti provengono dal fertile cortile della città, e se ti piacciono i prodotti alimentari potresti avere il tempo della tua vita a visitare la fattoria dopo la fattoria.

Ci sono apiari che producono Miel de Provence, cantine, mulini a olio d'oliva, frutteti di mandorle e la fattoria di Sylivie Guichard che coltivava nettarine e albicocche.

Non abbiamo nemmeno menzionato il gustoso formaggio di Picodon Goats: questo è disponibile in piccoli dischi e ha un sapore delicato e una consistenza morbida da giovane, e una consistenza più dura e un sapore più forte quando è invecchiato per alcune settimane.