Le 10 migliori cose migliori da fare a Montluçon

Le 10 migliori cose migliori da fare a Montluçon

La seconda città più grande della regione di Auvergne è un accordo medievale accattivante sulle rive del Cher. A guardare fuori da Montluçon da una collina c'è il Regal Château des Ducs de Bourbon, un posto per i duchi di Bourbon per centinaia di anni. Questo dà il tono per un centro medievale di case con telaio in legno, chiese romaniche e passaggi a volta.

Il momento clou in Montluçon deve essere Mupop, che traccia la storia della musica popolare e ha il più grande set di strumenti musicali in Francia. Per i giorni c'è una vasta foresta di quercia, castelli medievali e vecchi villaggi carini tutti a distanza toccante.

Esploriamo le cose migliori da fare a Montlucon:

Château des Ducs de Bourbon

Su una terrazza nel punto più alto di Montluçon, il Château des Ducs de Bourbon è una venerabile fortezza-cum-cump-secolo.

I panorami dell'esplanata sono molto degni di foto, che si stanno lanciando sulla valle Cher e portano nel massimo a sud.

Il castello fu iniziato nel 1400 da Louis II de Bourbon durante la guerra dei 100 anni, e più tardi, in tempi più pacifici gli elementi più decorativi che vedi ora furono aggiunti: c'è una bella galleria in legno, un'elegante torretta e finestre gotiche abbaino.

L'interno è ora l'archivio per il Museo Mupop, ma sei in grado di andare intorno.

Mupop

Questo eccellente museo di musica pop era al Château des Ducs de Bourbon, ma si è trasferito in una nuova casa swish nel 2013. Questo combina due dimore storiche nel centro storico, una delle quali ha mantenuto la sua identità storica, e l'altro è stato trasformato con un design moderno.

Il meglio è l'assortimento di strumenti, per un totale di oltre 3.5000 e il più antico dalla metà del 18 ° secolo.

Questa è la più grande collezione singola in Francia, con qualsiasi cosa, dai gurdies alle chitarre elettriche.

Vedrai quanti vecchi strumenti folk sono stati realizzati in officina e fai un viaggio nella memoria alla grande parete delle copertine.

Église Saint-Pierre

La facciata discreta di questa chiesa fu fatta nel 1700 e non ti prepara per la storia che attende dentro.

L'interno è romanico, dal 1100, e ha caratteristiche peculiari come piccoli passaggi che collegano la navata con ogni transetto su entrambi i lati.

L'interno è anche pieno di opere d'arte che risale a centinaia di anni.

Assicurati di vedere la pietra pietra (Maria che culla un Gesù morto), che fu scolpito nel 1400 ed è un monumento storico francese ufficiale.

C'è anche un battistero ottagonale del 1400 e una croce di pietra ancora più anziana dietro l'altare, risalente al 1300.

Old Montluçon

Se mai ci fosse una città fatta per essere vista su due piedi, è vecchio Montluçon.

Avvolgendosi intorno alla collina sono strade ripide e strette con un edificio storico per attirare l'attenzione ogni pochi metri.

The Main Street, Grand Rue, gira sotto il castello e ha case con cornice in legno del 1400 e del 1500s.

Quindi occasionalmente c'è un'apertura e vedrai il Château des Ducs de Bourbon sopra i suoi bastioni.

Un angolo molto carino è il passaggio du Doyenné, che ha volte a crepaccio di cross-secolo che proteggono un piccolo mercato dei fiori il sabato.

Jardin du Presidente Wilson

Nel centro della città puoi prendere una pausa in questo affascinante piccolo parco.

Sulla terrazza superiore c'è un giardino formale francese con letti e prati a forma di a forma di quadrata delimitato da siepi basse in legno in legno.

Ci sono anche topiari di tasso, scolpiti in alti coni e cilindri e una statua per il compositore André Messager, che è nato a Montluçon.

Mentre vai vedrai anche un sacco di vecchie mura, e questo appartiene alle pareti esterne originali per il Château des Ducs de Bourbon.

Sulla terrazza inferiore c'è una grande fontana circolare su una piazza truccata da alberi di pollarded.

Parc du Château de la Louvière

Riposare su una collina a est della città è un maestoso castello che sembra molto più vecchio di quanto non sia davvero.

Il Château de la Louvière fu effettivamente costruito nella prima metà del 20 ° secolo dall'industriale François-Joseph Troubat.

È stato modellato su Petit Trianon di Louis XV a Versailles e Nestles in adorabili giardini che si adattano alla pendenza.

L'edificio si apre solo in estate, ma i giardini sono liberi di entrare tutto l'anno e sono utili per la vista, la scultura e il paesaggio.

Église Notre-Dame

Un altro del catalogo di monumenti storici di Montluçon, questa chiesa ha una fusione di architettura romanica gotica e del XVI secolo.

La riprogettazione successiva è stata ordinata da Luigi II de Bourbon, che ha anche ampliato il castello in cima alla collina.

Ma la mancanza di fondi significava che la chiesa non è mai stata completata: è stata lasciata con un layout irregolare e ha due navi parallele.

Questo aggiunge solo al suo carattere, e c'è un altro ammortizzatore di decorazioni da vedere all'interno.

Dai un'occhiata alle finestre di vetro colorato del Rinascimento del 1500, un'altra sensazionale scultura di pietà e un Cristo di pietra risalente al 1400S.

Musée Canal de Berry

Dal 1840 al 1955 il Canal de Berry era di oltre 260 chilometri di corsi d'acqua e serrature, collegando la Loira e il Cher, ma fornendo anche un ramo per Montluçon.

Questo museo è in vecchi forni lime a pochi chilometri a nord della città e riapre un capitolo dimenticato del passato della regione.

All'interno, tra gli strumenti antichi, i modelli, i dipinti e i documenti, ci sono alcune vecchie porte di blocco, con una spiegazione di come hanno funzionato.

E ormeggiati davanti sono due vere chiatte che hanno effettivamente navigato il canale e sono state salvate dal cortile di rottami quando il museo ha aperto negli anni '70.

Néris-les-Bains

A pochi minuti da Montluçon, Néris-les-Bains è una città spa nei primi piedi del Massif Central.

Le sorgenti termiche sono state scoperte di nuovo in Gallia e sono state sviluppate dai romani che hanno costruito due bagni palaziali qui.

Poi, dopo secoli di abbandono, la città tornò in moda nel 1800 quando furono costruiti spa, casinò e teatro, attirando eminenti ospiti come Chateaubriand e imperatrice Eugénie.

Questa sontuosa eredità è ancora visibile e Néris-les-Bains mantiene quell'atmosfera aristocratica.

Visita per dare un'occhiata all'architettura palaziale e forse prenotare un massaggio o immergersi nell'acqua di sorgente calda alla spa les nériades.

Vallon-en-Sully

La posizione migliore se desideri sperimentare il canale du Berry in prima persona è il pittoresco villaggio di Vallon-en-Sully.

Qui una lunghezza del canale è stata nuovamente navigabile.

Quindi a luglio e agosto puoi assumere una barca a pedale o quattro, cinque, sei o sei navi elettriche per un piccolo viaggio attraverso la campagna di Allelier.

Questi mestieri sono semplici da manovrare e non avrai bisogno di una licenza.

Per coloro che viaggiano a piedi c'è una pista di interpretazione appositamente definita sul sentiero di rimorchio, aiutandoti a immaginare il tipo di traffico che una volta navigava lungo questa via navigabile.

Forêt de Tronçais

Se vuoi allungare le gambe non è necessario guardare oltre questa foresta matura di 10.600 ettari a breve a nord della città.

La maggior parte degli alberi nel forêt de tronçais sono querce sessili, scendendo da un raccolto piantato sugli ordini di Jean-Baptiste Colbert, ministro delle finanze sotto Louis XIV. Voleva costruire una grande scorta di legno duro per la Marina, e questa era una delle tante foreste selezionate per il lavoro.

Ci sono un gran numero di cervi e cinghiale e 130 ettari di stagni in profondità nei boschi.

Traccia anche un corso per la primavera di Viljot, il più famoso di circa 40 fonti naturali nella foresta.

Hérisson

In un giro nel fiume Aumanche, si trova il villaggio medievale di Hérisson, dominato da un castello fatiscente e ancora difeso da grandi sezioni delle sue pareti storiche.

Le strade hanno case che tornano al 1400 e ci sono tracce di vecchie porte fortificate come la Porte de Varenne.

Il posto migliore per iniziare un tour è sul ponte attraverso l'aumanche, con il villaggio disposto di fronte a te e alle torri del castello che si allenavano dietro.

Questa imponente struttura risale al 1300 ed è stata anche costruita dai Duchi di Bourbon ma è stata in rovina dal 17 ° secolo.

Château d'Ainay-le-Vieil

Sul cuspide occidentale della foresta c'è questo castello molto romantico del XIV secolo.

All'inizio del XVI secolo fu trasformato da una fortezza difensiva a una casa lussuosa in stile Louis XI.

Mescola i tratti medieli come pareti crenellate, scale a spirale, ponti di drawnate e freccia con elementi più sofisticati come ex finestre e sculture in pietra sgargiante . Il sipario di pareti e torri si è guadagnato il soprannome "Le Petit Carcassonne"! Il castello è nella stessa famiglia dal 1467 e Jean-Baptiste Colbert è tra i suoi antenati.

Assicurati di spendere il più a lungo possibile nel terreno, che è un "Jardin Remarquable" e ha collezioni di rose rare, un chiostro e un frutteto delicatamente tagliato.

Donjon de la Toque

Questa bella torre nel villaggio di Huriel è l'ultima vestigia di un castello allevato nel 1100.

Fu tramandata da una successione di signori e poi da baroni di Huriel la cui storia è raccontata dal museo all'interno.

Vedrai le modifiche apportate alla torre romanica in tempi più pacifici, per aggiungere un po 'più di lusso sotto forma di caminetti allargati e finestre millate.

C'è anche una mostra sull'industria vinicola locale un tempo sana, che è stata colpita dalla rovina all'inizio del 20 ° secolo ed è limitata a soli 10 ettari oggi.

Sali sulla terrazza per vedere il villaggio incorniciato da delicate colline verdi.

Prelibatezze locali

In una destinazione rurale come Montluçon c'è un elenco di produttori e fattorie locali con negozi collegati.

Proprio in città puoi dare un'occhiata alla Brasserie Blondel, che è stata aperta nel 2011 e produce birre bionde, bianche e ambra.

Ci sono apiari, fattorie di lumache e una miriade di caseifici da chiamare.

E per la cucina, questo tende ad essere carnoso e affascinato: una preparazione tradizionale è pâté aux Pommes de Terre, letteralmente un pâté in una crosta di pasta sfoglia fatta con crème fraiche e fette di patate.

Il manzo (Charolais), il pollame e l'agnello sono tutti superbi.

Come lo sono Andouillettes, le tradizionali salsicce di trippa grezza che vengono con senape e patate saltate .