Le 10 migliori cose migliori da fare in moura

Le 10 migliori cose migliori da fare in moura

Non per il confine spagnolo, Moura è una città medievale con ricca eredità moresca.

Prendi il quartiere di Mouraria, che sembra molto come 700 anni fa quando era un'enclave per una popolazione musulmana di minoranza.

Moura è ancora difesa da un castello e sui basti.

Un serbatoio gigantesco è a pochi istanti da Moura, per navigare e divertimento in acqua in estate.

E quando il sole tramonta la città è illuminato, non dai lampioni, ma da quello che potrebbe essere il cielo notturno più luminoso che tu abbia mai visto. Questa regione ha vinto premi per le sue stelle.

Esploriamo le cose migliori da fare in Moura:

Castelo de Moura

La cresta della collina più alta di Moura ha visto l'attività umana per millenni, e molto prima che i romani arrivassero i tebani dall'antica Grecia avrebbero avuto un insediamento qui.

Qualcosa che ha reso questo pesce persico eternamente popolare è stata la presenza di fonti d'acqua permanenti in un paesaggio altrimenti arido.

Il castello prese forma nei tempi moreschi, per essere rafforzato nel 13 ° secolo dal re Denis I. Il Keep è il momento clou ed è sopravvissuto così bene per il suo robusto marmo.

Contiene una stanza a volta ottagonali sublimi, trattenuta da colonne sottili.

Prendi le scale a spirale fino ai gattlements per una vista da amare.

Mouraria de Moura

Moura ha il più antico quartiere morestro in Portogallo, che era stato usato come rifugio dai cristiani ben prima che la città fosse catturata.

Per quel ruolo difensivo ha strade molto strette e tortuose.

Dopo la riconquista, i Mori sono stati costretti a reinsediarsi in questo quarto, che si trova fuori dalle pareti del castello.

Hanno mantenuto la loro identità fino al 1496 quando hanno dovuto convertirsi in cristianesimo o andarsene.

Il quartiere è un vicolo e tre strade che si intersecano di cottage a un piano che hanno curiosi pile di camini a cupola.

Convento Das Dominicanas

Nello stesso sito del castello, il convento è stato avviato nel 1562 ed è parzialmente in rovina.

La chiesa è ancora in piedi e ha un design rinascimentale.

Non c'è mancare la sua audace facciata imbiancata con tre archi imponenti.

Nelle rovine del presbiterio sul lato è possibile distinguere un portale con uno stemma inciso nel timpano.

La cosa più affascinante all'interno è la tomba manuele (all'inizio del XVI secolo) di due fratelli Álvaro e Pedro Rodrigues, che hanno contribuito a pianificare l'assalto di successo sulla città nel 1166.

Jardim Doutor Santiago

Allo stesso livello del castello è un giardino sostenuto dalle pareti costruite per respingere gli attacchi di artiglieria nel XVI secolo.

Il parco è del 1800 e gli fu dato il suo nome attuale nel 1934 dopo il sindaco in quel momento.

Entrerai tramite un grande portale affiancato da portici e un antico carrello da fuoco tratto da cavalli è in mostra nei giardini.

Ancora una volta, lo scenario di questa posizione elevata è sensazionale e si distingue chiaramente la diga di Alqueva.

Fai una pausa per un po 'e apprezza queste opinioni, calciando sotto i palmi e gli alberi sempreverdi piantati più di 100 anni fa.

Museu Municipal

Il museo municipale di Moura ha una serie di oggetti recuperati dagli scavi o tramandate le generazioni.

Il kernel di questa collezione fu esposto per la prima volta nel 1884, ma non fu fino al 1993 che il museo aveva una casa permanente.

I primi pezzi qui provengono dalla preistoria e la data più recente del 1700.

Tra le armi antiche, le ceramiche, i gioielli e le vetreria c'è un oggetto che non puoi lasciare senza vedere.

Questa è la figura di un "dio che colpisce", risalente all'età del ferro, circa 2.500 anni fa.

Alqueva Reservoir

Quello che una volta erano valli di querce di sughero e ulivo, è ora uno dei più grandi bacini idrici in Europa, che coprono 25.000 ettari.

Questo è stato formato solo negli anni 2000 dalla diga di Alqueva, una megastruttura completata in fasi tra il 1995 e il 2013. Non ci è voluto molto perché le persone riconoscano il potenziale per gli sport acquatici qui.

Puoi assumere yacht, motociclisti, kayak o canoe o provare in acque e wakeboard.

Se preferisci un terreno solido, le sponde sono ora intrecciate da sentieri per ciclisti e camminatori, con vista sulla diga e sulla campagna arida.

Guardare le stelle

Con un immenso specchio d'acqua e senza grandi città, la parte orientale di Alentejo è quasi completamente libera dall'inquinamento luminoso.

Ciò è sempre più aiutato da un accordo tra città come Moura e Barrancos per abbassare i lampioni il più bassi possibile.

L'area totale impegnata in questo schema è ora fino a 3.000 chilometri quadrati.

La Starlight Initiative ha etichettato la regione una "destinazione del turismo starlight". Il risultato è un brillante arazzo di stelle nel cielo notturno.

Ovviamente puoi portare il tuo telescopio, ma ci sono tutti i tipi di esperienze se desideri l'aiuto di un esperto (pensa a viaggi notturni in canoa sul serbatoio di Alqueva).

Atalaia magra

Un'altra bella destinazione per una passeggiata è questa torre di guardia solitaria sulla cresta di una collina scredita di querce di sughero nodosa e ulivi.

Puoi guidare parte del percorso lì sull'N258 o fare tutto a piedi.

Il tuo obiettivo è una torre gotica circolare del 14 ° secolo, alta quattro piani.

Quando il Portogallo era in guerra con il Regno di Castile, questo era un sistema di invasione precoce di invasione.

I guardiani avrebbero rispedito i segnali a Moura e comunicano con altre tre torri di collina nella zona.

Data la sua età e l'impostazione remota, la torre è in buona forma e puoi ancora raggiungere la tomaia con la scala a spirale.

Núcleo Árabe

Su Largo da Mouraria nel vecchio quartiere moresco, c'è un museo tutto sul periodo islamico di Moura.

Il fulcro è un pozzo morestro con pareti di argilla, risalente al 14 ° secolo.

Questo è uno dei tanti manufatti avvincenti come un amuleto osseo, pietre incise, una bara islamica e una miriade di ceramiche recuperate dagli scavi.

Il museo si immerge anche nella vita quotidiana dei Mori, documentando la loro cucina e le usanze e come hanno navigato sul fiume Guadiana.

Igreja de São João Batista

La chiesa parrocchiale di Moura è dall'inizio del 1500 quando il re Manuel ero sul trono e fu costruita lungo il pendio quando la congregazione superava la chiesa del convento nel castello.

Una cosa interessante del layout della chiesa è che la navata centrale era riservata solo al clero e alla nobiltà, mentre i cittadini dovevano stare nei corridoi.

Nella navata, festeggia gli occhi sul pulpito in marmo fine, mentre il coro ha piastrelle blu glassate con motivi geometrici dipinti in un laboratorio di Sivillan.

CONVENTO do Carmo

Questo convento fu istituito non molto tempo dopo che Moura fu ripreso, durante il regno di Afonso III a metà del XIII secolo.

E a causa di successive espansioni e ricostruzioni, il convento ha una miscela avvincente di design gotico, manuele e rinascimentale.

Il convento fu la prima sorellanza per l'ordine di carmelita sulla penisola iberica, e un tempo era anche il sedile dell'ordine in Portogallo.

Se sei uno studente appassionato di storia medievale, potresti rilevare i simboli dell'ordine di Malta nella facciata, nel portale principale e nel chiostro.

Nella navata sollevare la testa per vedere il soffitto a cassettoni, scolpito all'inizio del XVI secolo.

Igreja Paroquial de santo aleixo da ristorante

Questa chiesa del 17 ° secolo ha una storia avvincente da raccontare, principalmente perché è sempre stata sulla strada dell'invasione degli eserciti.

Una versione precedente fu distrutta dalle truppe castigliane nel 1626. E ancora, all'inizio del 18 ° secolo fu parzialmente demolito nella guerra della successione spagnola.

La ricostruzione nel 1733 l'ha lasciata con una fusione dei precedenti disegni di manierista e successivamente barocchi.

La facciata è decisamente barocca, con rotoli sul suo timpano, e all'interno delle migliori caratteristiche ci sono le piastrelle blu e bianche figurative e le delicate rilievo dello stucco nella navata, evocando le stazioni della croce.

Lagar de Varas de Fojo

La campagna di Moura ha prodotto olive per il petrolio dai romani.

E sentirai un collegamento con quelle centinaia di anni di produzione di petrolio in questo mulino, in un boschetto con alberi che sono più di un millennio.

Il primo record del mulino è dal 1810 e produceva petrolio fino al 1941. A quel tempo ha preso il sopravvento su macchine automatiche, ma la Lagar de Varas de Fojo ti mostra come facevano le cose a mano, con solo l'aiuto di una molla per premere l'olio.

Manca un singolo pezzo di mulino, il che rende questo un piccolo pezzo unico di storia agricola sia in Portogallo che in Spagna.

Azeite de moura

L'olio d'oliva di Moura è così apprezzato che ha una sua denominazione protetta di origine.

E anche se le macchine hanno preso il sopravvento, il processo non è adulterato: tutto ciò che serve è lavaggio, fresatura, schiacciamento, filatura e filtrazione.

Gli amanti del cibo dovrebbero prendere nota per scendere alla cooperativa agricola di Moura (Cooperativa Agrícola de Moura e Barrancos). Questo è sul lato sud della città e vende il suo petrolio vergine ed extra vergine in 0.5, 0.Bottiglie da 75, 3 e 5 litri.

Bene cinque litri di olio potrebbero essere eccessivi, ma una bottiglia di olio extra vergine sarebbe un ottimo regalo.

Cibo e bevande

Oltre a quell'acclamato olio d'oliva, ci sono molti altri prodotti locali da assaggiare qui.

Dove c'è olio d'oliva è destinato ad essere grandi olive, e queste arriveranno come uno spuntino a bar o ristoranti.

Il miele è superbo in Moura, così come le salsicce e il formaggio guariti, mentre il pompelmo coltivato localmente è in stagione intorno alla fine invernali e alla prima primavera.

Nel menu, Miga è il pane rimanente, imbevuto e fritto con aglio e accompagna molte corsi principali.

Nel frattempo Açorda è una specie di brodo con pane alla sua base ed è un pasto in sé.

Low di agnello è un piatto Alentejo del marchio e si abbina magnificamente ai forti vini rossi della regione.