Le 10 migliori cose migliori da fare a Nanterre

Le 10 migliori cose migliori da fare a Nanterre

A ovest di Parigi, Nanterre è un sobborgo residenziale che si sovrappone ad alcuni degli affari ultra-moderni La Défense.

La Paris-Nantere University è una pretesa locale di fama in quanto è valutata tra le migliori del paese.

A Nantere sei un breve viaggio in viaggio o un viaggio in treno da ogni sorta di luoghi fantastici, che si tratti dell'architettura d'avanguardia di La Défense, forti del XIX secolo o stupendo castello reale.

Non ignoreremo Parigi, che difficilmente potrebbe essere più conveniente sulla linea RER A e sulla rete ferroviaria suburbana Transilien.

Ma mentre rimani nella periferia occidentale avrai la possibilità di vedere cose che la maggior parte dei turisti di Parigi non può.

Esploriamo le cose migliori da fare a Nanterre:

Grande Arche

Un simbolo di avanguardia per La Défense, l'Arche Grande fu costruito negli anni '80 quando questo distretto si stava davvero riunendo.

È stata una collaborazione tra due danesi, ingegnere Erike Reitzel e Johann Otto von Spreckelsen, che ha vinto il concorso di design ordinato da François Mitterrand.

Questo cubo vuoto alto 110 metri è il terminale occidentale dell'Axis Historique, una linea di monumenti e quadrati.

Quindi otterrai un calcio fuori in piedi sotto l'arco Grande e riuscirai a guardare attraverso l'arco dell'Arco di Trionfo a diversi chilometri di distanza.

Esplanade de la défense

Solo il posto per ottenere i tuoi cuscinetti a La Défense, questa gigantesca piazza è come camminare in un film di fantascienza retro-futurista.

Nello spazio di un paio di cento metri ci sono dozzine di monumenti e opere di arte di strada contemporanea da contemplare.

Tutto è iniziato con il centro di New Industries and Technologies (CNIT) dal 1958, ora utilizzato come centro congressi, con una filiale del rivenditore FNAC all'interno.

Tra le altre cose da guardare fuori Le Pouce di César Baldaccini, che è un pollice in bronzo di 12 metri, e "Fontaine" di Yaacov Agam una enorme fontana da 57 per 26 metri con smalto e illuminazioni multicolori.

Parc André-Malraux

Non lo immagineresti oggi, ma fino agli anni '70 questa zona era piuttosto cupiosa.

Sul sito del parc di 25 ettari André-Malraux c'erano baraccopoli e lotti liberi, mentre il paesaggio era sfregiato con cave di gesso abbandonate.

Ciò è cambiato 40 anni fa e questo parco è stato disposto nel periodo in cui La Défense era in fase di sviluppo.

Ora ci sono delicati prati rotolanti, giardini fioriti e un grande stagno, tutti frequentati dagli impiegati a pranzo nei giorni di sole.

E arrampicarsi sulla linea degli alberi a nord c'è il singolare skyline di La Défense.

Fort Mont-Valérien

Sulla collina più alta della periferia occidentale, il Fort Mont-Valérien fu eretto nel 1841 come uno di un intero anello di fortificazioni per difendere Parigi da un'invasione.

Un simile evento si avvicinò durante la guerra franco-prussiana nel 1870, e il forte si rivelò essere il più forte della città, durando diversi mesi di bombardamento di artiglieria.

Anche i giorni più bui erano in serbo, come nella seconda guerra mondiale più di un migliaio di prigionieri (principalmente combattenti di resistenza) furono giustiziati al forte.

E dopo la guerra divenne il monumento più importante per i combattenti della seconda guerra mondiale francese nel paese.

Parc de Bagatelle

Nel mezzo del Bois de Boulogne è uno dei quattro giardini botanici di Parigi.

Il Parc de Bagatelle è ambientato intorno a un castello del 18 ° secolo costruito in soli 64 giorni nel 1775 e inteso come un luogo stravagante in cui soggiornare durante le escursioni di caccia nel Bois de Boulogne.

C'è un patchwork di giardini intorno alla proprietà, con un giardino di campagna inglese visitato attraverso un sentiero tortuoso e le bombe di meno formali per iridi, rose e lievi d'acqua bordate da topiari e pergole conici.

L'aggiunta di un'aria aristocratica ci sono statue, vasi di pietra, pavoni e una graziosa pagoda cinese del XIX secolo.

Château de Malmaison

Dieci minuti sono tutto ciò che serve per raggiungere uno dei castelli più celebri nell'area di Parigi.

Il Château de Malmaison fu acquistato da Napoleone e imperatrice Joséfina come casa, e Joséphine viveva lì dopo che la coppia divorziava fino alla sua morte nel 1814. La proprietà è un'istantanea di un affascinante periodo nella storia francese e all'inizio del XIX secolo era persino un posto per il governo francese.

L'interno è un museo nazionale nazionale pieno di oggetti personali come giochi, strumenti musicali in porcellana appartenenti alla coppia.

Bois-Préau

Gli immensi motivi del Château de Malmaison, consolidati da Joséfina all'inizio del XIX secolo una volta includevano questo parco e Château.

Inizialmente apparteneva a un vicino che si rifiutava di vendere a Joséphine fino a quando non fu trovata annegata nella sua fontana! E ora è un luogo elegante per mentre via un pomeriggio caldo, in 17 ettari di giardini inglesi navigati da percorsi a serpentina attraverso boschi maturi.

Dai un'occhiata alla statua commemorativa di Joséphine di Vital Gabriel Dubray il castello ora qui è stato costruito a metà del XIX secolo in uno stile di revival di Louis XV, e di solito ospita un museo sul secondo esilio di Napoleone, chiuso nel 2017.

Église Saint-Pierre-Saint-Paul

Traccia una linea sotto la tua visita a Rueil-Malmaison chiamando in questa chiesa rinascimentale dalla fine del 17 ° secolo.

C'è qualche ricca decorazione all'interno, in particolare il bassorilievo in bronzo dorato nel coro raffigurante la discesa della croce.

Ma l'appello principale qui è l'eredità imperiale della chiesa.

La tomba Joséphine de Beauharnais è qui, completata poco più di un decennio dopo il suo funerale in chiesa nel 1814. Ma il suo hortense è anche sepolto in chiesa e onorato da un bellissimo mausoleo scolpito da Jean-Auguste Barre.

Ciò fu commissionato da suo figlio, Napoleone III che governò la Francia nel 1852-1870.

Fondazione Louis Vuitton

Una nuova aggiunta alla scena culturale di Parigi altrettanto audace come il Pompidou Center 40 anni fa, la Fondazione Louis Vuitton è nella parte superiore del Bois de Boulogne.

Questo strano edificio è stato progettato da Frank Gehry e sembra un po 'un veicolo futuristico o un mostro meccanico.

Il museo è principalmente per mostre a breve termine di arte contemporanea e moderna, curate da artista, tema e movimento.

Alcuni, come i pannelli colorati di Daniel Buren sui baldacchini esterni nel 2016 e 2017, trasformano l'intero spazio.

E se sei sbalordito dall'edificio c'è una mostra permanente su come è nato il progetto di Gehry.

Jardin d'Acclimatazione

Fu Napoleone III a aprire questo parco di divertimenti nel Bois de Boulogne nel 1852. Più di 160 anni dopo il parco è ancora un successo con i bambini e ha un'innocenza del vecchio mondo al riguardo.

Basta guardare il tipo di intrattenimento disponibile qui: pantomima, giostre, treno in miniatura, spettacoli di marionette, cavalcate e gite in barca su un "fiume incantato". C'è anche un piccolo zoo con alpaca, capre, pecore, cervi e maiali.

I genitori apprezzeranno i giardini fantasiosi e l'architettura del XIX secolo, mentre in estate i bambini possono rinfrescarsi nelle fontane del parco.

Château de Saint-Germain-En-Laye

I sobborghi occidentali di Parigi sono disseminati di proprietà reali, ed ecco una che puoi raggiungere in 15 minuti in piatta.

Era la casa dei re francesi Louis VI nel XII secolo, e ogni monarca successiva ha fatto qualcosa di nuovo con il luogo.

Louis IX, ad esempio, ordinò al Saint-Chapelle, che i turisti dagli occhi d'aquila sapranno sembrare proprio come l'edificio con lo stesso nome in île de la Cité e in realtà era il suo precursore, progettato dallo stesso architetto.

Il Château ora è il National Archaeology Museum, con mostre che risale alla preistoria alla tarda antichità.

Ci sono oggetti qui che hanno cambiato le nozioni delle persone di antiche culture, come la Venere incredibilmente naturalistica di Brassempouy, una figurina d'avorio di una donna scolpita 25.000 anni fa.

Grande Terrasse de Saint-Germain-En-Laye

C'era due castelli a Saint-Germain-En-Laye, l'altro essendo il Château Neuf, che fu tirato giù nel 1770.

Rimangono frammenti convincenti dell'edificio e dei suoi terreni, come questa sorprendente terrazza che è stata modellata dal leggendario paesaggista André Le Nôtre nel 17 ° secolo.

C'è un 2.La passerella di 4 chilometri è su un promontorio sopra la Senna ed è benedetta con un panorama mozzafiato di Parigi occidentale.

In primo piano c'è la foresta di torri a La Défense e dietro di te può identificare altri punti di riferimento come la Torre Eiffel e Montparnasse.

Viste di Parigi

L'Arc de Triomphe è lo spettacolo principale più vicino a Nanterre a poco più di 10 minuti sul re. Questo monumento di fama mondiale alle guerre napoleoniche può essere la tua prima tappa prima di continuare la tua odissea di Parigi.

Copriremo i punti di riferimento che nessun visitatore per la prima volta a Parigi può permettersi di perdere.

Quindi questa è la Torre Eiffel, il Sacré-Cœur e le meraviglie medievali sulla île de la Cité come la cattedrale di Notre-Dame.

C'è la Senna, l'Arty Montmartre, Le Marais, il famigerato Pigalle e il pittoresco quartiere latino sulla riva sinistra.

Un po 'più in basso è il Jardin du Luxemburgo, abbellito con una bellissima decorazione rinascimentale come la fontana di Medici dal 1620.

Musei d'arte di Parigi

Se sei a Parigi per la cultura avrai bisogno di molto tempo, perché la città è traboccante di musei fenomenali.

L'ovvio punto di partenza è il Louvre e questo da solo può richiedere un'intera giornata.

Ma è anche solo uno dei tanti: se sei innamorato dell'arte impressionista non puoi perderti la Musée d'Orsay, la Musée de l'Orangerie o il Musée Marmottan Monet, che sono facilmente i migliori musei per questo movimento nel mondo.

Ma per l'arte applicata e le opere di altre epoche c'è il Musée Rodin, Musée des Arts Décoratifs, Musée Jacquemart-André, The Petit Palais e Musée National Du Moyen Age, tutti eccezionali.

Curiosità di Parigi

E dopo c'è quella moltitudine di piccole esperienze e momenti che ti vincono il cuore.

Quello potrebbe essere il Coulée Verte, il parco su una vecchia linea ferroviaria elevata o i numerosi passaggi di shopping coperti aggraziati che hanno preso forma nel XVIII e XIX secolo.

Passage Du Grand Cerf, Passage Jouffroy, Passage Vivienne, Passage des Panormas e Galerie Choiseuil sono tutti in pochi minuti l'uno dall'altro il 2 ° Arrondissement.

E sebbene possa sembrare ghoulish, puoi trascorrere del tempo in compagnia dei morti della città: prova a visitare le tombe dei famosi a Père Lachaise e Montmartre, o tra milioni di ossa anonime nelle inquietanti catacombe.