Le 10 migliori cose migliori da fare in ourém

Le 10 migliori cose migliori da fare in ourém

Nella regione del Centro sulle prime cime della gamma Serra de Aire, ourém è una città sotto l'orologio di un castello e della cittadella. Questa fortezza è stata controllata dai conteggi medievali di Ourém ed è pubblicata in alto su Hill che anche ora è una sfida da conquistare. Il vecchio insediamento all'interno delle pareti è come un set di film, così come il palazzo del XV secolo e lo scenario di Stronghold in the Sky.

Ourém è anche la grande città più vicina al sito di pellegrinaggio di fama mondiale a Fátima, che si trova all'interno di questo comune e continua a ricevere milioni di adoratori ogni anno. E se i paesaggi di montagna accendono uno spirito per l'avventura ci sono grotte e sentieri a distanza per escursionisti e mountain bike per pochi minuti sulla strada.

Esploriamo le cose migliori da fare in Ourém:

Castello di Ourém

Un monumento nazionale portoghese, il castello di Ourém è quasi ineguagliato per la sua bellezza e il suo dramma.

Era una base moresca, tirata giù e ricostruita nei primi anni della monarchia del Portogallo nel XII secolo.

Il castello fu assediato durante una ribellione dal re Afonso Henriques Elisabetta dell'Aragona, e di nuovo durante l'interno nel 1380.

In questi tempi turbolenti deve essere sembrato inarrestabile, perché anche oggi il viaggio o il cammino della precipita collina di 330 metri è onerosa e spesso decisamente spaventosa.

Nel 1400 il 4 ° conteggio di Ourém trasformò la fortezza in una casa lussuosa in alto stile gotico, quando divenne il Paço Dos Condes (palazzo dei conteggi).

Centro medievale di Ourém

Praticamente tra le nuvole, il villaggio medievale è circondato dalle temibili pareti esterne del castello.

Chiunque ami avventurarsi attraverso vecchie strade affrancate, su scale e sotto gli archi si innamorerà di questo posto.

È anche una specie di museo all'aperto per l'architettura dell'architettura storica, con ogni stile medievale e moderno rappresentato, tra cui Gothic, Mudéjar, Manueline, Barocco e Pombalina del 18 ° secolo.

Ricorda di indossare scarpe sensibili, poiché le piste sono ridicole in parti, ma verrai compensato con viste che possono farti sussultare.

Fai una pausa alla tradizionale taverna per uno snifter di ginja, liquore di ciliegie locali.

Igreja Colegiada de ourém

Questa chiesa fu fondata nel XII secolo dal primo re del Portogallo, Afonso Henriques.

Sfortunatamente fu quasi completamente livellato nel 1755 dal terremoto cataclismico e doveva essere ricostruito quasi da zero.

Ma una cosa sopravvissuta incolume era la cripta, e questa è assolutamente avvincente.

C'è una scala che ti guida dal coro in una sala ingannevolmente grande, con volte sostenute da sei colonne che hanno capitali scolpiti con motivi geometrici e foliati.

Al centro della cripta si trova la tomba di Afonso, il quarto conteggio di Ourém, con pietra del XV secolo modellata dallo scultore Diogo Pires, O Velho.

Prova a venire all'alba quando la luce del sole illumina questo spazio enigmatico.

Praça Dom Nuno Álvares Pereira III

Conosciuto anche come Terreiro de Santiago, questa piazza si trova sul lato nord del castello.

Non è esagerato dire che questa scena potrebbe essere in Lord of the Rings o Game of Throne.

Resta e semplicemente crogiolarti nello scenario e vai a dare un'occhiata più da vicino alla statua al centro.

Incontrerai Nuno Álvares Pereira III, il terzo conteggio di Ourém, che era un comandante militare trasformato nel frate di carmelita, ed è stato canonizzato nel 2009.

Monumento naturale das pegadas de dinossáurio de ourém-torres novas

Nel comune di Ourém c'è una storia di tipo preistorico a 10 chilometri a sud, appena all'interno del Serras de Aire e Candeeiros Natural Park.

Qui nel 1994, le impronte dei colossali dinosauri sauropodi furono trovati in una cava e qualche anno dopo fu trasformato in un monumento.

A 30 metri di lunghezza e pesa 70 tonnellate, queste sono alcune delle bestie più grandi di sempre per camminare sulla terra.

Il sito è in 20 ettari e ha due tracce con 20 impronte.

Lungo il percorso di un chilometro ci sono frammenti di informazioni su questo sito in diverse epoche e come sarebbe stato quando i sauropodi stavano pascolando qui.

Santuario di Fátima

Fátima, uno dei siti di pellegrinaggio più visitati della cristianità, ha celebrato il suo centenario nel 2017. Anche 100 anni dopo che la Vergine Maria è apparsa a tre bambini nel vicino villaggio di Cova da Iria, fino a cinque milioni di persone vengono qui ogni anno a questo ora vasto complesso 10 minuti da Ourém.

Che tu abbia un lato spirituale o no, è uno spettacolo per gli occhi dolenti, anche solo per valutare la straordinaria scala del luogo.

C'è una vasta piazza, due basilicas, due musei con temi cattolici e una fila di blocchi d'albergo.

Basilica di Nostra Signora del Rosario, Fátima

La fama di Fátima si diffuse rapidamente e l'architetto olandese Gerardus Samuel van Krieken fu arruolato per progettare una chiesa sul sito in cui si sono verificate le apparizioni.

Il prodotto è un edificio revival barocco che porta confronti con l'iconica chiesa di Clérigos a Porto.

Mentre entri c'è un bellissimo mosaico che raffigura Maria incoronata dalla Santissima Trinità.

Nelle vicinanze si trova una statua di Maria, che è stata progettata con l'aiuto di una descrizione dell'apparizione da parte di sorella Lúcia, uno dei bambini che l'ha assistita.

Infine, non perdere le vetrate, raccontando la storia delle apparizioni.

Basilica della Santissima Trinità, Fátima

Negli anni '70 più persone stavano arrivando a Fátima di quanto il sito potesse gestire, e fu proposta una nuova chiesa.

Non è stato fino al 1997 che si è tenuto un concorso di design, vinto dall'architetto greco Alexandros tombazis.

L'edificio ha impiegato dieci anni per essere completato ed è semplicemente immenso: ha un diametro di 125 metri e può ospitare 8.500 adoratori.

Nel 2008 lo scultore italiano Vanni Rinaldi ha contribuito con Via Lucis e le sue 14 stazioni, mentre la statua mariana di tre metri è stata scolpita da Carrara Marble da Benedetto Pietrrogrande.

C'è anche un tocco portoghese nei pannelli delle piastrelle sulle pareti, interpretando scene della vita di San Pietro e San Paolo.

Aldeia de Aljusl

Nella stessa parrocchia, puoi rimanere sul tema Fátima nel villaggio dove sono cresciuti i tre bambini che hanno assistito alle apparizioni.

La casa di sorella Lúcia è etichettata e ha vissuto fino alla vecchiaia matura, che scompare solo nel 2005. Ma puoi effettivamente entrare nella casa dei suoi cugini, Jacinta e Marto.

Sono morti rispettivamente nel 1920 e nel 1919 durante l'epidemia di influenza e tutti e tre sono ora santi.

Oltre a questa connessione, Aljustrel merita un tour per la sua architettura in pietra risalente al 1500s.

Museu Municipal de ourém

Il museo municipale di Ourém ha alcune filiali, ma il principale è in una casa a schiera del XIX secolo noto ha amministratore CASA do.

Ora completo di una nuova estensione e annesso, mette in scena mostre temporanee sulla cultura e la storia della regione che vengono aggiornate ogni pochi mesi.

La mostra permanente ha ricreato l'atmosfera di Ourém nei primi anni del 1900 al momento delle apparizioni Fátima, appesi foto in bianco e nero, costumi, giocattoli e attrezzature agricole.

Talchi speciali e workshop sono anche tenuti in coincidenza con anniversari, santi e iniziative internazionali come il Museo Day.

Praia fluviale do agroal

Con la costa fino a un'ora da Ourém, la prossima cosa migliore è una spiaggia del fiume.

E la spiaggia blu bandiera di Agroal ha persino alcuni vantaggi sulla costa oceanica.

Per uno, puoi nuotare in acqua in quanto non ci sono correnti.

Ma la cosa più bella (letteralmente) sull'agroal è che l'acqua proviene da una molla naturale.

Questo esplode dal terreno a una temperatura molto gelida e fa cascata nel fiume da una piscina artificiale.

Quando le temperature sono negli anni '30 di luglio e agosto ne sarai grato.

C'è una nuova piattaforma sopra l'acqua per i bagnanti e uno snack bar e un ristorante nel complesso.

Serras de aire e Candeeiros Natural Park

Se vuoi far pompare l'adrenalina, c'è un centro di mountain bike presso Pia Do Urso, con un accesso immediato ai sentieri di fondo e con strutture di lavaggio e riparazione che puoi utilizzare.

La parte settentrionale della Serra de Aire ha una serie di grotte da spettacolo, tra cui Mira de Aire e Moeda, che verranno al prossimo.

La pietra calcarea morbida della gamma è piena di camere sotterranee per entrare in un viaggio di cavessing guidato.

Oltre terreno avrai 16 percorsi ufficiali da camminare, nonché centri di guida che organizzano uscite su pony o cavalli.

Grutas da Moeda

Dall'altra parte di Fátima è probabilmente lo spettacolo essenziale nella regione, che dice molto per il Serra de Aire.

Il sistema fu scoperto nel 1971, quando due cacciatori inseguirono una volpe in un buco e inciamparono su una rete di camere che sembravano mai finire.

Essendo vicini a Fátima, la maggior parte delle camere ha nomi che evocano temi cristiani, come Virgem, Presépio (Natività) e Pastor, che è il primo in cui entri.

Circa 350 metri sono accessibili al pubblico e ci sono tonnellate di formazioni di argilla e calcite stravaganti per abbagliarti.

Vinho Medieval de ourém

"Vinho Medieval de Ourém" è una designazione per salvaguardare un modo per produrre vino che è iniziato più di 800 anni fa con monaci cisterceni su terreni concessi loro dal re Afonso Henriques nel XII secolo.

Affinché un vino porti l'etichetta "medievale de ourém", deve essere stato scelto a mano in vigneti certificati che seguono linee guida rigide.

Uno è che i bianchi possono essere realizzati solo con l'uva Fernão Pires e i rossi con Trincadeira.

Se ti piace il suono di questo, ci sono un paio di momenti di cantine aperte dalla città, a Divinis e Quita do Montalto.

Cibo e bevande

In una città montuosa a una certa distanza dall'oceano, la carne e le verdure coltivate localmente sono al centro della scena.

Carne curata in particolare, in cui salsicce come chouriço, morcela (fatte con sangue o riso) e Farinheira possono farsi freddo, fritte o aggiunte agli stufati.

Il Queijo de Cabra locale, (formaggio di capre) è fatto con latte di capre che pascolano le colline in semifulente.

Per un antipasto potresti ordinare zuppe con verdure locali, merluzzo salato, pollo o manzo.

I percorsi principali della vecchia scuola sono Migas de broa com couves, che è rimasto pane imbevuto di acqua e fritto con cavolo.

Una tipica casseruola avrà zucca e salsiccia affumicata locale, mentre lo stufato di agnello è anche delizioso.