Le 10 migliori cose migliori da fare a Saint-Laurent-Du-Maroni

Le 10 migliori cose migliori da fare a Saint-Laurent-Du-Maroni

Come una vecchia colonia penale Saint-Laurent Du Maroni ha la distinzione di essere una città costruita da e per i detenuti. Saint-Laurent è vicino al fiume Maroni nella Guyana francese occidentale e 70 anni dopo che la colonia ha chiuso i resti dei campi non sono difficili da trovare.

Se hai letto il libro Papillon, vorrai vedere in prima persona cosa è passato l'autore. L'ampio e fangoso fiume Maroni forma un confine naturale con il suriname e promette infinite scappate ecoturismo: puoi hackerare attraverso la giungla primordiale, visitare le tribù amerindiane e individuare la fauna selvatica esotica la maggior parte di noi ha visto solo nei film.

Esploriamo le cose migliori da fare in Saint-Laurent-Du-Maroni:

Camp de la Transportation

La vita nelle colonie penali francesi negli anni '30 e '40 è stata rivelata al mondo in Papillon, un'autobiografia dell'ex detenuto Henri Charrière.

Che tu abbia letto o meno il libro, dovresti fare la visita guidata della struttura in cui sono arrivati ​​nuovi prigionieri per essere elaborati.

La maggior parte dei vecchi edifici carcerari sono in forma dignitosa e danno un buon senso se deve essere stato per un prigioniero: vedrai le celle solitarie e imparerai i metodi di tortura.

Inoltre è preservata la cella di detenzione di Charrière prima di essere mandato alla colonia dell'isola del diavolo.

Qui tra gli altri graffiti dei prigionieri la parola "papillon" è stata incisa.

Petit Paris

Quando arrivi a Saint-Laurent Du Maroni, lancia l'ufficio turistico per un volantino con un itinerario del centro città.

Conosciute affettuosamente come Petit Paris, queste strade si unirono quando il campo di prigionia si espanse dopo il 1887. Con più funzionari e burocrati che venivano nella città Saint-Laurent Du Maroni ha preso un'aria più grande in questo momento.

Ci sono consigli di informazione in francese e inglese che raccontano la storia di strutture come la residenza del governatore (ora sede della sotto-prefezione), la corte marittima, il municipio e la vecchia banca, la chiesa di Saint-Laurent e la caserma Joffre (ora Il quartier generale della Gendarmeria).

Center d'Interprétation de l'architecture et du Patrimoine

L'ex cucina e la sala di mensa al Camp de Transportation sono state trasformate in uno spazio espositivo.

Qui ci sono display sulla vita quotidiana dei 70.000 detenuti che arrivarono attraverso queste porte tra il 1852 e il 1938. Ci sono schizzi, fotografie e manufatti che ricordano il viaggio dal porto di Saint-Martin-De-Ré nella Francia occidentale attraverso l'Atlantico a Saint-Laurent-Du-Maroni.

Quindi nei vecchi dormitori c'è una mostra che mostra quando e come è stata costruita la città e alcune delle sfide che potrebbe affrontare in futuro.

Camp de la rélégation

Circa 15 chilometri sul fiume Maroni è un altro ex campo di prigionia, che si apre per i tour di venerdì, sabato e domenica.

In termini penali "retrocessione" significava che le persone che avevano commesso reati ripetuti prima che fossero inviati in Guiana avevano poche speranze di essere libere: dopo anni di duro lavoro furono inviati in questa colonia, ora nel villaggio di Saint-Jean.

Qui a circa 18.000 persone sono stati concessi diritti extra come la possibilità di contrarre per lavoro, a condizione che non abbiano mai tentato di lasciare la colonia.

Questi edifici sono stati riutilizzati per ospitare immigrati dall'Europa orientale dopo la guerra e più recentemente come caserma.

C'è una scultura contemporanea in memoria dei detenuti di Bertrand Piéchaud di fronte al campo.

Marché

In Place Flore Lithaw c'è un mercato ogni mercoledì e sabato dalle 07:00 alle 14:00. Se vuoi avere un'idea di Saint-Laurent non c'è posto simile.

Strofineranno le spalle con i residenti in giro per la loro giornata, catturando frammenti di conversazione Créole Guianese e le chiamate di stalloni amichevoli . E poi c'è lo spettacolo allettante di frutta e verdura tropicali come manioca, banane, papaia, mango, yam e rambutans, alcuni dei quali lo saprai e altri così esotici che potresti dover chiedere.

Mingling con i profumi del mercato sono gli aromi dei cinesi locali, Bushinengué (creola), la cucina di Hmong (Asia meridionale) che viene preparata nei ristoranti del mercato.

Banche del fiume Maroni

L'ufficio turistico di Saint-Laurent è solo a pochi passi per il fiume, il che è un buon posto per fermarsi per un picnic o semplicemente contemplare l'ampio fiume Maroni verde scuro sotto i palmi ondeggianti.

C'è una brezza rinfrescante per l'acqua e un chiosco per succo di frutta tropicale fresca, gelati o crêpes.

Mentre vaghi, noterai qualcosa che all'inizio sembra un'isola, ma in realtà è un naufragio sopraffatto dalla vegetazione tropicale.

Questa è l'Edith Cavell, una nave marina commerciale britannica che si incagliò nel 1925 e fu lasciata qui dopo gli sforzi per rimorchiarlo fallito.

Île aux lépreux

Le opportunità per l'avventura abbondano a Laurent-Du-Maroni, ma non devi intraprendere una estenuante spedizione per sfuggire alla civiltà.

L'isola del fiume île aux lépreux è disabitata perché, come ti dirà il nome, era un luogo di quarantena in giorni passati.

Quel periodo è passato da tempo, e ora è uno spazio di semi-pavimentazione per passeggiate tranquille.

Ci sono tipiche capanne amazzoniche nella foresta, conosciute come Carbets; Questi sono rifugi senza pareti, progettati per aiutare le persone a rimanere fresche di notte.

Su quest'isola sono stati dotati di panchine e puoi fermarti per un drink o un picnic.

Forêt de Saint-Jean

Un'altra escursione selvaggia vicino a Saint-Laurent è la giungla per un campo di prigionia a Saint-Jean che è stato ripreso dalla foresta.

Questo campo è stato istituito all'inizio del 20 ° secolo ed è stato collegato a Saint-Laurent per ferrovia.

Ma circa 70 anni dopo la sua chiusura potresti aver bisogno di una guida esperta per sottolineare le prove di questo composto perduto.

Sia che tu lo faccia a piedi o in mountain bike, gran parte della gioia del sentiero viene dalla flora tropicale, mentre spingi attraverso le fronde di palma o ostacola le radici del contrafforte di enormi alberi in legno.

La Charbonnière

C'è una storia di un tipo più recente in questo quarto di Saint-Laurent.

Questo quartiere fu costruito a metà degli anni '80 per la casa dei membri del gruppo etnico marrone (discendenti di schiavi in ​​fuga). Avevano fuggito dalla guerra interna surinamese, che rimbombò attraverso il fiume fino al 1992. La Charbonnière è vicino al fiume, con la gente del posto che atterra canoe sulle rive e scaricando frutta fresca per negozi e il mercato.

È ancora una parte down-athet di Saint-Laurent, ma le abitazioni del villaggio sono carine capanne in stile chalet ricoperte di scandole in legno.

Rhumerie Saint-Maurice

Aperto ai visitatori la mattina, la Rhumerie Saint-Maurice è l'unica distilleria di rum rimasta in Guyana francese.

La struttura è stata modernizzata circa cinque anni fa ad un costo di € 8 milioni e la tanto amata La Belle Cabire, un pluripremiato rum bianco con il 50-55% vol vol.

Nel negozio troverai rum che è stato di tre o sette anni e, naturalmente, puoi provare prima di acquistare.

Una buona cosa di venire alla fonte è che le bottiglie sono molto più economiche alla distilleria che se acquisti allora in altre città in Guiana, come Cayenne o Kourou.

Viaggi in canoa di Maroni

Se sei un tipo vincolato verso l'esterno che desidera un'avventura non adulterata in Amazzonia, sei fortunato a Saint-Laurent.

Tropic-Cata e Cosma sono due dei pochi operatori che possono portarti fuori sui Maroni in una canoa tradizionale di piombo che può facilmente ospitare un'intera famiglia.

Puoi scegliere qualsiasi cosa, da una gita di due ore a una spedizione notturna di due giorni nella Guida francese occidentale.

Ciò comporterà trekking nella giungla, cucinare all'aperto e viaggiare verso villaggi remoti per incontrare amerindi indigeni.

Crociere fluviali

Se slogare lungo il fiume sembra troppo sudore ci sono compagnie di crociera con sede al pontone accanto all'ufficio turistico.

Sono offerti gli stessi tipi di esperienze: esplorare i maroni, le sue insenature e gli affluenti, il punto di punta della fauna selvatica e le visite a villaggi amerindiani nascosti nella giungla.

Ma il vantaggio è che lo farai nel comfort di uno yacht moderno con comodi alloggi e un mazzo da cui puoi prendere tutto.

Les Chutes Voltaire

Tra le cascate più belle della Guyana francese, Les Chutes Voltaire sono a sud di Saint-Laurent du Maroni.

Ci vuole una spedizione per arrivarci, ma troverai aziende in città per portarti in 4 × 4. Anche dopo una lunga pista della giungla c'è ancora una passeggiata di 90 minuti.

Ma la tua persistenza è ricompensata dalla vista edificante del fiume che scende 35 metri lungo una serie di cascate.

È consentito il bagno e la roccia inclinata sulle cadute più basse è abbastanza liscia da poterlo usare come scivolo nella piscina sottostante.

Come sempre nella Guyana francese, la foresta intorno alle cascate si pulisce di fauna selvatica, alcune delle quali hanno bisogno di un ampio posto (Caimans, Anacondas, Tarantulas!).

Suriname

C'è un altro paese sulla riva sinistra del Maroni, che puoi visitare da Ferry.

Albina è solo una piccola città, ma tra febbraio e agosto è un trampolino di lancio per il resort di Galibi alla foce del Maroni.

Questo è un posto straordinario, protetto come riserva naturale, con splendide spiagge, foresta incontaminata e il più grande villaggio amerindiano nei Caraibi.

Ma ciò che rende Galibi notevole è che le spiagge sono un sito di nidificazione per diversi tipi di tartarughe marine.

La vista delle tartarughe che emergono dall'oceano e si mescolano su e giù per la spiaggia è qualcosa che non dimenticherai presto.

Cibo guianese

La cucina di Saint-Laurent è creola, assorbire le influenze cinesi e dell'Asia meridionale.

Il pollo "affumicato" è un classico qui, con gambe di pollo riccamente marinate barbece su una griglia chiusa per assorbire il sapore del fumo di canna da zucchero.

Lo stesso può essere fatto con COD, che è anche fritto in sfere e presentato con un tuffo piccante.

La versatile manioca è coltivata in enormi quantità intorno a Saint-Laurent ed era tradizionalmente un punto fermo per i più poveri . Ma ora è spesso usato come alternativa più sana alle patate o ripieni di pollo o pesce e fritti.

Può anche essere macinato in una farina e usato per preparare torte, pane e biscotti.