Le 10 migliori cose migliori da fare a Soisson

Le 10 migliori cose migliori da fare a Soisson

Questa città d'arte e storia nel dipartimento di Aisne di Picardy ha radici profonde e oscure che scendono nell'antica Gallia. Soissons ha raggiunto il picco nel periodo franco come il luogo in cui Clovis sconfisse i romani, diventando la capitale del Regno di Francia, e in seguito dove la sorella di Carlo Magno divenne una badessa.

Se la tua vacanza da sogno sta scoprendo rovine storiche e apprezzare centinaia di pietre dimenticate di centinaia di centinaia di anni fa, le abbazie e i castelli in decomposizione di Soissons saranno proprio sulla tua strada. Dopo guerre, rivoluzione e sconvolgimento religioso, queste cappelle, chiostri e cripte si trovano in diversi stati di riparazione, ma tutti sono stati conservati come spazi espositivi o monumenti.

Esploriamo le cose migliori da fare a Soisson:

Cattedrale di Soissons

Dal portale occidentale noterai che la Cattedrale, iniziata nel 1100, assomiglia molto alla Dame Notre a Parigi.

Questa non è una coincidenza, poiché il piano per la torre meridionale si basava interamente nella famosa cattedrale nella capitale (con le dimensioni esatte), e sebbene i piani per una torre nord abbinati fossero mai stati eseguiti, il lavoro non fu mai svolto.

L'interno della navata è acclamato per la purezza della sua simmetria e se continui ad andare al coro vedrai vetrate di vetrate del XIII secolo.

Nel transetto settentrionale ci sono dipinti di Rubens e Philippe Champagne, mentre il transetto meridionale è fuori dall'ordinario mentre culmina in un apse.

Abbaye de Saint-Jean-des-Viges

Quando la Cattedrale aveva bisogno di restauro nel 1800, gran parte della pietra proveniva da questo ex monastero proprio dietro l'angolo.

L'abbazia per i canoni agostiniani fu soppresso nella rivoluzione e lasciata abbandonata, ma più di 200 anni dopo ci sono ancora un sacco di fiammeggiante architettura gotica che rimane per innamorarsi.

Le due torri sopra il portale occidentale sono alte e decorate con traceri e pinnacoli delle finestre.

Puoi girare dall'altra parte per trovare il chiostro grande e piccolo e le finestre delicatamente scolpite al refectory.

Arsenal de l'Abbaye de Saint-Jean-Des-Viges

Quando l'Abbazia fu soppressa nel 1790, alcuni degli annessi furono riproposti come sito militare e molto più tardi un arsenale fu costruito qui nel 1878. Oggi, la rivista allungata in cui una volta venivano immagazzinati 36.600 kg di polvere da sparo è un centro culturale per la città.

L'interno restaurato è uno spazio per mostre temporanee e ci sono concerti in questa notevole cornice nei mesi estivi.

C'è anche un pratico centro di interpretazione sull'Abbazia, con mostre sull'architettura del sito nella residenza dell'ex abate.

Abbaye Saint-Léger

Ancora un altro sublime pezzo di architettura religiosa è in serbo in questa Abbazia del XII secolo, chiamato in onore del vescovo di Autun del VII secolo la cui madre si era ritirata nell'Abbazia di Notre-Dame di Soissons.

Praticamente tutta l'architettura qui è dall'altezza del periodo gotico francese e risale tra il 1200 e il 1300.

Le tratteri e le volte nella Galleria nord del chiister sono a dir poco squisite e sono un "monumento storico" ufficiale francese. Assicurati di vedere la cappella e la cripta, così come il museo della città, che verrà al prossimo.

Musée Municipal de Soissons

Il Museo City di Soissons ha molti frammenti avvincenti di storia e archeologia locali, completi di gallerie per le belle arti.

Il museo si trasferì nell'Abbazia di Saint-Léger negli anni '30, ma molte delle sue collezioni furono assemblate molto prima, nel 1850 quando il museo era stato istituito nel municipio.

Abbiamo visto che Soissons ha una storia ricca e avvincente da raccontare, e questo museo mostra antichi reperti della valle di Aisne.

Puoi lanciare i tuoi occhi su frammenti architettonici, marmi gallo-romani, ceramica, vetreria, gioielli, nonché mappe e illustrazioni che mostrano come è cambiata la città.

Luoghi intorno a Soissons

Soissons era stato un tesoro medievale ma era stato strappato nella prima guerra mondiale.

Le case e i monumenti più importanti furono ripristinati, mentre gran parte della città fu semplicemente ricostruita in uno stile fresco art deco, che è visibile nelle audaci forme geometriche di molte facciate e motivi stravaganti scolpiti nella pietra.

Per la storia più anziana c'è l'imponente municipio, che è iniziato come palazzo dell'intendente (rappresentante del re) nel 1770.

Nel frattempo il Pavillon de l'Arquebuse è un dolce padiglione risalente al 1626 e progettato in stile Louis XIII.

Crypt of the Abbaye Saint-Médard

La nostra ultima abbazia a Soissons è quella che, a prima vista, ha il minimo della sua architettura rimanente.

La storia di questo monastero benedettino inizia nel 500, ed è una storia di molte distruzioni e ricostruzioni: l'Abbazia è stata rasa al suolo dai Normanni, quindi dagli ugonotti nelle guerre di religione del XVI secolo e infine nella rivoluzione.

Tutto ciò che è rimasto dopo è stato la cripta, ma vale la pena vedere e potrebbe essere vecchio quanto il IX secolo.

È una struttura emozionante da esplorare, con passaggi a volta scuri che ti portano nelle camere funerarie, con nicchia nelle pareti e i resti delle tombe.

Donjon de Septmonts

In libramento nel centro di un villaggio alla periferia meridionale di Soissons è il mantenimento incredibilmente romantico di un castello perduto.

Questo posto abituato alla casa dei vescovi di Soissons, e dopo la rivoluzione fu permesso di scivolare nella discesa nel 1300.

Il Keep è una strana struttura asimmetrica, alta sette piani e costruita con torri e piattaforme di cui avrai bisogno di qualche minuto per farti in giro.

Puoi andare al Belvedere in cima e vedere più del bel sito intorno ad esso, con architettura medievale e rinascimentale in diversi stati di riparazione.

Marché Couvert

Soissons è sempre stato orgoglioso del suo carattere medievale.

E quando, nel 1911, è arrivato il momento di costruire un mercato coperto, la città ha adottato l'architettura di metallo e vetro che all'epoca era di moda.

Ma c'era una svolta perché l'esterno della sala doveva abbinare i vecchi edifici in pietra della città, come la Cattedrale dall'altra parte del luogo Fernand-Marquigny.

Quindi, per guardare il mercato e il suo tetto in ardesia e pilastri di pietra penseresti che sia molto più vecchio del 20 ° secolo.

Sii qui il mercoledì e il sabato mattina per i prodotti locali-fresh e le prelibatezze artigianali di Picardy.

Foresta di Retz

La N2 ti porterà in questa foresta nazionale francese in circa 10 minuti da Soisson.

Questo tratto di boschi di 130 chilometri quadrati è affascinante perché, dal 1670, è appena stato toccato.

È una vestigia di un'epoca in cui la maggior parte della Francia era decorata con la foresta, e all'inizio del XVI secolo era un terreno di caccia preferito del re Francesco I. Quindi, se desideri scoppiare in natura incontaminata, questa antica faggio e foresta di conifere dovrebbero fare il trucco.

L'ufficio turistico ti fornirà più di 28 percorsi a piedi, di cui uno per la caverna Du Diable, una cantina costruita nel 1600.

Château de Coucy

Come Soissons, gran parte del dipartimento di Aisne era praticamente livellato nella prima guerra mondiale.

Uno dei memoriali più commoventi di questa devastazione è solo pochi minuti lungo la strada da Soissons, alle rovine del Château de Coucy.

Il castello muscoloso una volta aveva il più grande Keep in tutta la Francia, salendo a 55 metri di altezza.

Coucy cadde rapidamente ai tedeschi nel 1914, e quando si ritirarono nel 1917 lo dinamirono per impedire che diventasse una base per gli alleati.

La distruzione ha creato tumulto in Francia e il sito è stato lasciato come un "memoriale alla barbarie". E mentre il Keep è sparito, non ti stancherai di indagare su muri, sotterranei e passaggi a volta.

Abbaye Notre-Dame de Longpont

Se hai ancora un appetito per le rovine medievali di Aisne, questa Abbazia è a breve distanza a sud di Soissons sulla cuspide orientale della foresta di Retz.

Questo monastero cistercenico è stato un'altra vittima della rivoluzione e sebbene il suo tetto sia scomparso da tempo, i contrafforti volanti, i portali occidentali e i resti della finestra di rosa occidentale sono una vittima testimonianza delle sue ex glorie.

L'Abbazia è una proprietà privata che accoglie i visitatori nei fine settimana estivi per i tour per vedere le strutture del monastero.

Verrai mostrato intorno al grande focolare nel Calefactory, nella cantina dei monaci e nel chiostro gotico con i suoi giardini idilliaci.

Soissons Memorial

Per gli storici della prima guerra mondiale il dipartimento di Aisne è sparso di luoghi che hanno avuto un grande affare sul conflitto in particolare durante i suoi ultimi mesi.

Puoi fare visite guidate dal campo di battaglia a Saint-Quentin e fermarti per cimiteri e memoriali a Fère-en-Tardenois, Bony, Belleau e Château-Thierry.

Soissons ha il suo memoriale per i 3.887 soldati britannici senza tomba conosciuta che furono uccise in giro per la città nell'offensiva di primavera tra maggio e agosto 1918. Il memoriale risale al 1928 e fu costruito con Portland Stone, spedito dalla contea di Dorset.

Giorni fuori

Tutto ciò che è elencato qui è una guida senza sforzo in meno di 30 minuti da Soisson.

Puoi fare Reims in meno di 45 minuti, che è una città in cui quasi tutti i re francesi sono stati incoronati ma anche Centrale Champagne.

Pensa a Taittinger, Veuve-Clicquot, Mumm e Ruinart; Sono tutti qui per tour e campioni.

Northeast è la capitale di Aisne, Laon, che ha una cattedrale gotica che può competere con qualsiasi parte nel nord della Francia per Wow Factor.

Poco più di mezz'ora a ovest è raffinata Compiègne, dove Napoleone e Napoleone III avrebbero tenuto il tribunale in assurdo splendore.

Cultura alimentare

Il fagiolo di Soissons è stato coltivato in queste parti almeno dal 1700.

Questo polso a forma di rene bianca ha una relazione così duratura con la città che c'è persino un festival di fagioli alla fine di settembre con una sfilata a tema Clovis, mercati gourmand e almeno 100 sidochi da catturare.

Il fagiolo stesso è così versatile che può essere usato nei dessert o lasciato cadere in un aperitivo come un'oliva.

Ma il modo più convenzionale per divertirsi è in stufati in stile cassoulet lento, spesso fatturati "Soissoulais" nei menu locali.