Le 10 migliori cose migliori da fare a Sète

Le 10 migliori cose migliori da fare a Sète

Una città portuale concreta, Sète fu pianificata e costruita in una volta nel 1660 come terminus mediterraneo dell'ambizioso canale du midi.

La città ottiene ancora molto traffico marittimo ed è incisa con corsi d'acqua, che vanno bene per le passeggiate o le crociere.

È nata a Sète a Sète sono nati un rullo di amanti artisti francesi, poeti e musicisti, come Georges Brassens e Paul Valéry.

E le loro vite sono celebrate con attrazioni come la Musée Paul Valéry, su una terrazza sull'acqua.

Se c'è il momento ideale per prenotare il tuo viaggio, deve essere agosto, quando l'intera città si esce sul banchina per guardare le colpi d'acqua avvincenti che sono stati una tradizione da 350 anni.

Esploriamo le cose migliori da fare a Sète:

Sète Old Port

Con le sue strade griddate, canali e ponti, la città ha un paesaggio urbano che non è paragonabile a nessuna parte in Francia.

Potresti uccidere un pomeriggio a saltare lungo le banchine, fermandosi di tanto in tanto per ammirare le case dipinte e i magazzini storici e prendendo il pranzo in acqua per l'acqua.

Canal Royal è il culmine orientale del Canal du Midi, permettendo all'artigianato di passare dall'Atlantico al Mediterraneo già nel 17 ° secolo.

Guarda la statua della gioscia sul Pont de la Civette e guarda i pescherecci a strascico e l'artigianato di piacere entrare e uscire dal porto.

Musée Paul Valéry

Su una terrazza vicino alla cima del Mont Saint-Clair, questo museo prende il nome dall'acclamato poeta e filosofo e filosofo Paul Valéry, nativo di Sète.

Le gallerie coprono tutto, dalla storia della città all'arte: c'è un resoconto approfondito delle giuria famose, che documenta ogni risultato dal 1666 e mostrando scudi e lance antiche.

Puoi anche pore su una stanza speciale per Paul Valéry, con manoscritti, recital registrati del suo lavoro e rare copie dei suoi testi.

Successivamente assorbire le viste sul cimitero mediterraneo e marittimo dal caffè sulla terrazza o vagare per i giardini dove si svolgono eventi di musica, teatro e letteratura nelle serate estive.

Cimetière Marin

Dopo aver esaminato il museo nominato in suo onore, potresti rendere omaggio alla tomba di Paul Valéry, proprio nel luogo in cui ha elogiato nella sua poesia "Le Cimetière Marin". L'ambientazione è ciò che rende questa vista, poiché il cimitero marittimo è in una posizione singolare, poggiando su una scogliera sopra le acque blu profonde del Mediterraneo.

L'ultimo luogo di riposo di Valéry è in realtà sotto il nome Grassi, che era la famiglia di sua madre.

Un altro dei famosi cittadini di Sète sepolti qui è Jean Vilar, un attore e regista di palcoscenico del 20 ° secolo molto influente, che ha trasformato il mondo del teatro francese in testa agli anni '40 in poi.

Giostra in acqua

Ogni agosto Sète onora il suo santo patrono durante la Fête de la Saint Louis.

Il fulcro di questo festival è la giostra in acqua, che scende nel canale reale e coinvolge due grandi ragazzi di fronte a piattaforme attaccate alle barche a schiera con equipaggio, usando lances e scudi in legno per far cadere l'altro in acqua.

Il torneo di giuria è al botteghino, al punto in cui gli stand vengono eretti sulle banchine accanto al canale e le folle corrono in profondità.

I concorrenti prendono parte a una tradizione che ritorna alle radici stesse della città, poiché l'inaugurazione di Sète era contrassegnata con giostre d'acqua nel 1666. Ci sono anche tutti i tipi di spettacoli di strada e bar all'aperto (noti come bodegas).

Espace Georges Brassens

Un altro figlio di Sète che è diventato amato figura culturale è stato il poeta e cantautore Georges Brassens, la cui carriera ha attraversato gli anni del dopoguerra alla sua morte nel 1981. Questa mostra dedicata alla sua vita e alla sua carriera affronta la sfida di commemorare cose immateriali come le canzoni con l'aiuto di una guida auringue.

Quindi, mentre ti fai strada attraverso queste gallerie, le parole e la musica di Brassens sono una presenza costante.

E se sei un fan, conoscerai la sua infanzia, gli scrittori che lo hanno influenzato e la storia dietro canzoni come "L'Auvergnat", "La Gorille" e "Les Copins d'Abord".

Musée International des Arts Modestes (Miam)

In un vecchio magazzino spaziale sul canale reale, il Miam si occupa di "Art Modeste". Questo è un po 'come l'arte outsider o l'arte ingenua: in sostanza questo celebra anche gli oggetti artificiali più banali, come ad esempio le bambole Barbie, e le mette in un contesto diverso per dare loro un'anima.

Il prodotto tende ad essere fantasioso e stravagante, o almeno impegnativo e stimolante, ed è disponibile in tutti i formati, dal video alla scultura.

Le mostre temporanee vengono aggiornate ogni pochi mesi e c'è un programma completo di colloqui e workshop.

Théâtre de la mer

Fort Saint-Pierre fu costruito vicino all'ingresso del porto nel 1740 per difendere Sète da attacchi regolari da parte delle marine straniere.

La fortezza ha avuto una funzione militare fino alla fine della seconda guerra mondiale, prima di essere convertita in una straordinaria sede di performance alla fine degli anni '50.

All'inizio era principalmente per le produzioni teatrali, ma nel tempo la musica ha dominato il programma.

E qualunque cosa sia su, sia che si tratti di un artista tournante o dei festival, Fiest'a sète o jazz à sète lo devi per andare qui.

Puoi guardare gli atti e il mare allo stesso tempo, ed è magico quando la luna si riflette nell'acqua.

Mont Saint-Clair

Le pendici di Sète's Hill sono quasi precipitose in alcuni punti, ma ciò rende i panorami solo meglio al vertice di 175 metri.

Se non sei pronto per la passeggiata, puoi usare i mezzi pubblici o la guida.

Questa messa era una volta un'isola propria, e i suoi lati sono decorati con ville e atelier artistici nelle case costruite per i pescatori italiani.

Nel frattempo le pendici occidentali sono boscose e serene.

In cima le viste sono quasi incredibili e c'è una piattaforma con panchine in cui è possibile esaminare il porto, i canali e la laguna di Thau.

Notre-dame-de-la-saltette

Dopo aver combattuto in cima alla collina, potresti non essere dell'umore (o della forma) per tornare al livello del mare così rapidamente.

Qualcosa per distogliere la tua attenzione è questa strana cappella che i pescatori frequentebbero prima dei viaggi per pregare di fronte alla Madonna de la Salette.

La cappella, consacrata nel 1864, è il luogo in cui si trovava una volta un forte del 17 ° secolo e integra un pezzo di bastione nel suo design.

Entra per dare un'occhiata ai vibranti affreschi moderni, che fanno eco ai murali religiosi del XX secolo dipinti da artisti del calibro di Cocteau, Foujita e Matisse altrove in Francia.

Lighthouse di Saint-Louis

Parte del divertimento di questo punto di riferimento sta arrivando lì: il faro è vicino alla punta del muro del porto occidentale, il Môle Saint-Louis.

Questo è lungo 650 metri e ti dà uno sguardo supremo al porto turistico e alla sua foresta di alberi, così come Mont Saint-Clair.

Questo percorso è vecchio quanto la città e il faro alla fine non è molto più giovane, risalente al 1680. È stato distrutto dalle miniere tedesche in guerra ma è tornato indietro direttamente ed è aperto ai visitatori.

È possibile salire i 126 passi per viste elevate a 360 ° della città, porto, mare e porto commerciale.

Spiagge

A partire a ovest di Mont Saint-Clair è un nastro continuo di sabbia dorata di 12 chilometri, con non meno di dieci spiagge assegnate all'ambita bandiera blu nel 2016. Questi sono impostati su un lungo banco di sabbia, fino a 1.5 chilometri di larghezza, noto come Lido e non c'è molto qui a parte gli antichi salti e i vigneti.

Quindi più lungo di te vai, più si ottiene.

Ma per guadagnare tutte quelle bandiere blu, le strutture devono essere in cima alla linea e avere servizi igienici, docce, sei stazioni di bagnino e attrezzature per le persone con disabilità.

Viaggi in barca

Potresti sentire che non riesci a capire completamente la dipendenza di Sète dal mare fino a quando non sei salito a bordo di una nave e hai fatto un piccolo viaggio.

Qualcosa che ti renderai conto è che i molti ponti della città sono sorprendentemente bassi dall'acqua e ti potrebbe anche essere chiesto di anatra di tanto in tanto! I magazzini e gli edifici dipinti sono una delizia dall'acqua, e c'è un commento in esecuzione in francese e di solito stampato materiale per i non parlanti.

Ci sono anche viaggi specializzati, come visitare i enormi letti di ostriche e cozze nella laguna di Thau.

Sport acquatici

Con il mare, Thau Lagoon e Canal du Midi hai una grande scelta di cose da fare se hai voglia di prendere in acqua.

Questo può essere qualsiasi cosa, da un viaggio pirogico nella laguna, o un'avventura aperta in kayak in kayak su o lungo la costa.

Va bene anche se sei un nuovo arrivato poiché la maggior parte di queste esperienze sono guidate.

Ma se sei scoraggiato dal mare, puoi salire sul canale du midi o provare a remare in piedi sulle acque gallerie e saline del thau.

Treno petit

Una grande parte delle persone che atterrano a Sète arriva in nave da crociera e hanno solo un tempo limitato per ottenere i loro cuscinetti e vedere i luoghi.

Quindi in quei casi o se le gambe più piccole non sono pronte per un pomeriggio che si trasforma in città, il treno turistico può essere una scelta utile.

Parte da Quai Général Durand e si intreccia attorno al nuovo porto commerciale e quello storico, nonché a luoghi come il théâtre de la mer e il faro di Saint-Louis.

Gastronomia

Se hai un assaggio per pesce e frutti di mare, allora sei nel posto giusto.

La laguna di Thau, la più grande e profonda di Linguadoc, è stata raccolta per cozze, ostriche, vongole, strilli e ricci di mare dall'antichità.

Quindi i tuoi "frutti de mer" non potrebbero essere più freschi a Sète.

Dal mare arriva Monkfish, Sedlefish, Bream, Squid e Octopus, che sono stelle o varie autentiche ricette locali, come calamari ripieni o tradizionali "Tielles", torte di polpo che i pescatori porterebbero con loro in mare.