Le 10 migliori cose migliori da fare a Valencennes

Le 10 migliori cose migliori da fare a Valencennes

Appena timido dal confine belga nel dipartimento del Nord, Valencennes è una città nota per la cultura e la creatività, che gli ha dato il soprannome, "Atene del Nord". Per centinaia di anni questo posto relativamente piccolo ha sfornato pittori, scultori e architetti che hanno contribuito a modellare la cultura francese per sempre.

È possibile assaggiare le opere di figure come Carpeaux e Watteau al Museo delle belle arti di Valencennes e vedere preziosi manoscritti francesi inestimabili su appuntamento al Bibliothèque Municipale. Valencennes si trovava sul percorso di due guerre mondiali, ma ha ripristinato i suoi monumenti e ha appena rinnovato il suo centro con un centro commerciale alla moda.

Esploriamo le cose migliori da fare a Valencennes:

Musée des Beaux-Arts

In una città che si è a lungo orgogliosa della sua cultura il Museo delle belle arti di Valencennes è un piacere.

Si aprì nel 1801, presentando le opere dell'Accademia di pittura e scultura e oggi è carico di opere di maestri francesi, fiamminghi e olandesi.

Uno che tutti sapranno è Peter Paul Rubens ed è accompagnato da una serie di nomi familiari come Bosch, Van Dyck, Jacob Jordaens, Sébastien Bourdon e Camille Pissarro.

Il più grande contributo di Valencennes al mondo dell'arte è stato Antoine Watteau, nato qui nel 1684 e uno dei primi a dipingere in stile Rococo.

Il suo lavoro, La Vraie Gaieté è in mostra al museo.

Fosse Dutemple

Valencennes, come gran parte della regione orientale del Nord, si trova sopra le cuciture di carbone ricche che sono state sfruttate per la prima volta nel 18 ° secolo.

L'industria stava calando nel 20 ° secolo e quasi tutti i segni sono spariti oggi.

Ma se sei interessato a questo capitolo del passato della città, ci sono dozzine di siti da visitare con suggerimenti su ciò che è accaduto qui nel corso di due secoli.

Il meglio di questi è Fosse Duemple, un sito dell'UNESCO per il suo colossale tela in cemento armato, che è stato posto sopra il pozzo subito dopo la prima guerra mondiale.

Monumento Watteau

Dalla chiesa di Saint-Géry sulla Rue de Paris c'è un piccolo giardino intorno a una fontana con una statua dignitosa di Antoine Watteau.

Qui viene mostrato con pennello e tavolozza in mano su un bastone decorativo con muse e pergamene.

La statua è del XIX secolo ed è stata realizzata da Jean-Baptiste Carpeaux, un altro dei famosi artisti di Valenciennes.

Carpeaux ha sparato alla ribalta nel 1850 quando ha ricevuto una serie di commissioni da Napoleone III. Qui sei anche solo un paio di passi dalla città natale di Watteau, a 39 Rue de Paris.

Posiziona d'Arma

Nel centro di Valencennes, Place D'Armes è una grande piazza e il fondamento della vita politica e commerciale in città.

Il straordinario municipio attirerà subito la tua attenzione.

Quella facciata decorata fu modellata nel 1867 da Henri Lemaire, un altro figlio di Valennennes che fece ondate nel mondo dell'arte.

Tra le altre cose ha realizzato la facciata del Gare du Nord a Parigi.

Rafficcare il cielo nell'estremità nord è Litanie, un ago metallico di 45 metri sul sito del campanile di Valenciennes, che è crollato nel 1840. Da vicino noterai innumerevoli frasi tagliate dal metallo; Questi sono stati scritti dai cittadini di Valenciennes e sono accompagnati dalle registrazioni delle loro voci da un oratore.

Église Saint-Géry

La chiesa più antica della città fu costruita nella prima metà del XII secolo per l'ordine francescano ed è elencata come monumento storico francese.

Alcune modifiche furono apportate all'edificio nel 1800, quando fu aggiunto il campanile.

Ma all'interno della navata è vicino a come si trovava nei primi giorni della chiesa: dai un'occhiata più da vicino alle 12 colonne fatte con calcare "Pierre Bleue" e sormontate da capitali che rappresentano ciascuno degli apostoli.

La chiesa subì pesanti danni nella seconda guerra mondiale, ma fu ripristinata la pietra per la pietra nei decenni che seguirono.

Maison Espagnole

Per un periodo tra il XVI e il XVI secolo, Valenciennes era sotto il giogo dei Paesi Bassi spagnoli.

Fu durante questo periodo che fu costruito il bel maison Espagnole con telaio in legno.

L'edificio con i suoi graziosi corbel e finestre con piombo, era stato all'angolo tra Rue de Mons e Rue des Capucins, ma fu attentamente smantellato e ricostruito qui su Rue Askièvre nel 1964 quando le strade della città venivano reindirizzate.

Puoi entrare per vedere gli interni perché ora ospita l'ufficio turistico di Valencennes.

Basilique Saint-Cordon

Questa chiesa ha attraversato il restauro negli ultimi anni, ma è ancora una buona idea venire e ammirare l'esterno.

Fu eretto nel 1850 da un Alexandre Grigny, che lavorava in una moltitudine di edifici in tutta la regione del Nord, nonché dalla Basilica da appunti a Ginevra.

L'edificio qui è un pezzo sorprendente di architettura neogotica con una torre alta e pietra ispirata alle cattedrali medievali più riveriti della Francia a Chartres e Amiens.

Centro Place d'Armes

Recentemente Valencennes ha fatto molto per abbellire il centro città, facendo eco a progetti simili nel cuore di altre città francesi nell'ultimo decennio circa.

Il lavoro più grande era il Center Place d'Armes, un elegante centro commerciale con tutti i classici negozi di High Street come H&M, Zara, Sephora e FNAC.

Il centro commerciale è proprio sulla piazza principale di Valencennes, quindi se è una giornata piovosa o hai voglia di un pomeriggio di shopping potresti facilmente mentre un po 'di ore qui.

Bibliothèque Municipale

Nessuna biblioteca ordinaria, Bibliothèque Municipale di Valencennes si trova nella vecchia Collège de la Compagnie de Jésus, che è stata fondata nel XVI secolo.

La maestosa architettura barocca è del 17 ° secolo, ma le cose diventano ancora più eccitanti all'interno.

Se sei curioso, puoi organizzare per vedere la biblioteca dei gesuiti, che è stata conservata così com'era quando è stata fondata nel 1700.

Tra i 350.000 manoscritti e volumi c'è qualcosa di molto speciale: la sequenza di Saint Eulalia, che proviene dall'880 e il primo pezzo di agiografia da scrivere in lingua francese.

La maison du prévôt

Un'altra rara vestigia del lontano passato di Valencennes è la casa del Provost, che è anche registrata come monumento storico francese.

È una deliziosa dimora di mattoni con quoin calcarei, finestre ingombranti e una torretta con una guglia.

La casa risale al 1485 e fu costruita per l'abate di Hasnon, che deteneva il titolo di Provost della chiesa di Notre-Dame.

Questa chiesa si trovava dall'altra parte della strada ma fu distrutta nella rivoluzione, lasciando la casa del Provost bloccato come un misterioso scarto di storia medievale sbiadita di Valennenne.

Saint-Amand-les-Eaux

Non ci vogliono più di 15 minuti per raggiungere questa sensazionale vecchia città spa nascosta nella foresta nel parco regionale di Scarpe-Ecaut.

Impossibile in ogni senso è la torre abbaziale titanica in città, che è tutto ciò che resta di un vecchio monastero.

Fai un passo indietro e sii stressato da tutti gli 82 metri di questo monumento, che ha preso forma negli anni '60 ed è rivestita con delicati ornamenti.

E poi vai dentro, perché c'è un museo con oltre 300 pezzi di pregiudizi prodotti dalle fabbriche di porcellana decantate del 18 ° secolo della città.

Parco regionale Scarpe-Ecaut

Il parco che racchiude Saint-Amand-les-Eaux è il più antico dei 48 parchi regionali francesi, ma è importante per un altro motivo: al confine belga si unisce al tentacolare Plaines de l'Escaut Nature Park campagna senza macchia che potresti vagare per giorni in un mosaico di frutteti, corsi d'acqua bordati da salici, densi boschi vecchi e zone umide.

In alcuni luoghi ci sono accenni di vecchie miniere di secoli che sono tornati lentamente alla natura.

Come Fosse Dutemple, molti di questi hanno guadagnato l'elenco del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Cambrai

Sull'autoroute A2 la città di Cambrai si trova a mezz'ora da Valencennes e più che merita il breve viaggio.

Anche se non conosci già la città, potresti essere consapevole del nome come una decisiva battaglia della prima guerra mondiale è avvenuta qui nel 1917, ed è stata la prima volta che i carri armati sono mai stati usati in conflitto.

Ma la moderna Cambrai ha un personaggio coltivato e esclusivo, con una splendida cattedrale barocca, un campanile nell'elenco dell'UNESCO e un museo di belle arti di prim'ordine.

Questo è ambientato in una distinta dimora del 18 ° secolo ed è noto per la sua scultura, con due pezzi di Rodin e un altro da Jean-Baptiste Carpeaux.

Matisse Museum - Le Cateau -Cambrésis

Circa la stessa distanza a sud, lungo le strade di campagna attraverso terreni agricoli aperti è la città in cui è nato Henri Matisse.

L'artista stesso fondò il museo qui nel 1952 poco prima di morire.

Se sei un fan del suo lavoro, non dovresti pensare due volte a fare il viaggio poiché il museo ha la terza collezione più grande del suo lavoro in Francia.

Ci sono 170 pezzi, che coprono il corso della sua carriera dall'alba del 20 ° secolo agli anni '50.

Il suo contemporaneo, il cubista Auguste Herbin è anche ben rappresentato, dopo aver donato 65 dei suoi dipinti nel 1956.

Prelibatezze locali

In un ristorante di Valenciennes, paga per essere coraggioso e provare le più famose esportazioni culinarie della città: Lucullus è affumicata per la lingua di bue, sobbollire in un brodo e poi coperto di foie gras.

Viene normalmente servito con pane tostato ed è un antipasto.

Più adatto ai palati più giovani è Goyère au Maroilles, un soufflé lussuoso e soffice condito con il formaggio Maroilles locale.

Essere così vicino alla Francia non sorprende che la birra sia fatta in questa zona e le fonti Brasserie des a Saint-Amand-les-Eaux usano l'acqua di primavera della città per una varietà di birre dalla birra germinale al lambic Abbiatale de Saint- Amand.