Le 10 migliori cose migliori da fare a Vila do Conde

Le 10 migliori cose migliori da fare a Vila do Conde

Questa città costiera alla foce del fiume Ave è una destinazione in spiaggia con una storia avvincente. Dall'età della scoperta fino al 20 ° secolo, Vila Do Conde era una città di costruzione navale, assemblando le navi che diffondono l'influenza portoghese in Asia, Africa e Sud America.

Una replica di uno che questi mestieri sono ormeggiati su The Ave, e la vecchia casa doganale è ora un museo che registra la vecchia storia marittima di Vila Do Con Conde. Il resort è un'alternativa più calma a Póvoa de Varzim a pochi minuti a nord e ha alcuni chilometri di spiagge sabbiose separate dalla città dai parchi costieri.

Esploriamo le cose migliori da fare in Villa Do Conde:

Alfândega Régia - Museu de Construção Naval

Nella casa doganale reale del XV secolo sulla banchina è un museo che traccia il commercio di costruzione navale che ha rivendicato l'intero aveside Ave durante la prima età moderna e fino al 20 ° secolo.

Con barche modello, strumenti e tableaux il museo gestisce tre diversi campi.

Innanzitutto approfondirai l'era della scoperta portoghese, quando artisti del calibro di Henry the Navigator e Vasco da Gama stavano ariando un sentiero.

Imparerai anche di più sul ruolo dell'edificio come casa personalizzata, e poi c'è una profondità in più sulla storica industria della costruzione navale di Vila Do e sui tipi di navi costruite in questi moli.

Nau chinhentista

Ormeggiato al Cais da alfandega sul fiume Ave è una replica di una Carrack del XVI secolo, esattamente il tipo di nave che sarebbe stata costruita a Vila Do Dockyards di Conde in quel momento.

Questa nave è stata lanciata nel 2007 usando la carpenteria ancestrale e le abilità di creazione di corde . Una delle tante cose interessanti di questa nave è che incarna una fase dell'impero del Portogallo quando la competenza tecnica gli ha permesso di costruire navi con maggiori capacità di carico.

Questi potrebbero rimanere in mare più a lungo per le loro spedizioni in India.

I contenitori, un farmacista, le mappe e gli strumenti di navigazione sono tutti a bordo per rendere le cose realistiche.

Igreja Matriz

Questa meravigliosa chiesa è salita in breve tempo, dal 1496 al 1518. In quel momento chiese e monasteri portoghesi furono impreziositi da una ricca scultura in stile manuele, fondendo il tardo gotico con il plateresco spagnolo.

Questa chiesa è un esempio splendente, come dirai dal portale principale, che è carico di intaglio intricato.

Questi sono nel timpano, appena sopra la porta e nel trifoglio achivolt in alto e sui pinnacoli su ciascun lato.

L'interno ha più di quella pietra manuelana nel coro, mentre l'altare è barocco, con legno dorato del 1740.

Convento de Santa Clara

Questo ensemble comandante si trova su una piccola ascesa sopra il Rio Ave ed era una volta uno dei conventi più ricchi del Portogallo.

Il convento risale al 14 ° secolo e la chiesa gotica qui è di quella prima fase.

L'edificio principale del convento è più nuovo ed è stato costruito nel 18 ° secolo, ora alloggiando Vila do Servizi municipali di Conde.

La tua attenzione sarà attirata dalla chiesa del XIV secolo, tagliando un profilo warthali in un periodo in cui gli attacchi castigliani erano comuni.

Ci sono pareti nude di granito, che si aprono solo con una finestra di rosa e si appuntano merlon lungo il tetto.

Acquedotto di Santa Clara

Adatta al suo potere il convento di Santa Clara una volta disegnava molta acqua.

Abbastanza letteralmente in effetti, come nel 1626 iniziò un progetto gigante per migliorare la sua approvvigionamento idrico.

Incanalare l'acqua verso il basso dalle alture a Terroso questa struttura si estendeva per quattro chilometri e aveva bisogno di quasi 90 anni per completare.

Uno dei motivi per cui ci è voluto così tanto tempo è che ci fu un'interruzione nel 1630 quando si resero conto di aver calcolato male la pendenza.

Parti dell'acquedotto furono perse nel XVIII e XIX secolo per la costruzione e il danno della tempesta, ma quando fu terminato nel 1714 aveva 999 archi.

Praia Azul

Vila do Conde ha diverse spiagge dell'Atlantico, ma Praia Azul, a circa 500 metri dalla città vecchia è la crema del raccolto.

Questa spiaggia di bandiera blu ha una generosa fascia di sabbia dorata rintracciata da una passeggiata e pista ciclabile che corre su diversi chilometri fino a Póvoa de Varzim a nord.

E nonostante abbia tutti i servizi per qualificarlo per una bandiera blu, Praia Azul si sente remota e quasi incontaminata.

Questo dipende dall'Atlântica marginale, un'ampia distesa di dune e scrub costiero che tengono a bada la città.

I giovani possono suonare nelle piscine create dalle molte rocce lungo la spiaggia, mentre le aree più aperte hanno onde adatte al surf in autunno e inverno.

Capela de Nossa Senhora da Guia

Una delle un paio di luoghi coinvolgenti sul lato destro dell'estuario del fiume Ave è questa piccola cappella.

Un edificio religioso di qualche descrizione è stato proprio in questo posto da prima del XII secolo e il design dell'attuale edificio è intorno al 1636 intorno al 1636. E sebbene i bassi pareti e il tetto in terracotta sono piuttosto discreti, l'interno è il più ricco possibile.

Il soffitto ha un affresco tracciato da pannelli dorati quadrati e l'altare ha una miscela di decorazione di marmo e ceramica.

Dai un'occhiata anche alle piastrelle modellate sulle pareti, realizzate nel 17 ° secolo al Coimbra Manufacture.

Forte de são João Baptista

A pochi passi dalla cappella è questa robusta fortezza del 17 ° secolo, incorporata in una piattaforma di roccia proprio sulla spiaggia.

Questa fortificazione è stata attiva per 200 anni, non da ultimo a causa della sua posizione strategica, difendendo i cantieri navali nel fiume Ave dagli attacchi di Pirates e Privateer.

Negli anni '80, dopo che il forte era stato abbandonato per decenni, è stata presa la decisione di trasformarlo in un hotel boutique con solo otto suite.

I visitatori sono ancora in grado di entrare nel composto pentagonale e scalare le pareti per vedere i Bartizani e contemplare il Ave mentre arriva all'oceano.

Museu Das Rendas de Bilros

Questo museo è stato aperto nel 1991 nella splendida casa di Vinhal Casa do Vinhal, risalente al 1700.

L'attrazione è dedicata alla salvaguardia delle tradizioni di Vila Do Con Conde, per lo più il mestiere per il quale il museo è chiamato (pizzo bobina). Esistono alcuni esempi molto delicati di lacei locali nei cabine, da soli o attaccati a abbigliamento d'epoca.

Puoi lanciare gli occhi sugli strumenti utilizzati per creare questo materiale, sia a Vila, do e all'estero.

Ci sono cuscini in pizzo, bobine e lampadine in legno, e se vieni il giorno giusto vedrai un abile artigiano artigianale che faceva il pizzo in modo vecchio stile.

Praia do forno

Nonostante sia accanto alla città, la spiaggia principale di Vila Do Conde si sente naturale e fuori mano.

Tra l'oceano e la città l'Atlântica marginale, mantiene gli appartamenti grattacieli a distanza.

L'unico edificio sul lungomare è il Forte de San João Baptista, che porta un po 'di drammaticità sulla scena, seduto sul suo letto di granito.

Praia da Forno è una piccola baia prenotata da rocce, che aiutano a proiettarlo contro le onde che si infrangono e le correnti forti.

In estate c'è una fila di chioschi e bar in piccole capanne sul retro della spiaggia.

Casa Museu José Régio

Sulla riva sinistra del fiume Ave c'è la casa di una venerata figura culturale portoghese.

Lo scrittore José Régio era una voce delicatamente dissenziente durante il regime di Estado Novo nel 20 ° secolo.

Ha ereditato questa casa da sua zia e l'ha decorato con il piano di vivere lì quando si è ritirato.

Questo è stato solo un po 'prima di morire, quindi il museo è un'istantanea della vita di Régio: c'è molta arte religiosa sotto forma di dipinti, ex votos (offerte) e statue (la religione è stata un grande tema nell'opera dell'autore). Régio è stato anche importante nel mondo dell'arte moderna portoghese e puoi vedere i dipinti che ha raccolto, così come le sue opere.

Póvoa de Varzim

In pochi minuti sulla costa è tutto divertente e la scelta di un grande resort per le vacanze.

Puoi vedere Póvoa de Varzim Skyscraping Arginment Blocks di Vila Do Conde.

La città non era sempre così; All'inizio del 20 ° secolo era una vacanza spa per i ricchi e un centro per la pesca, con una flotta di barche a vela "Poveiro".

Alcune di queste navi sono restaurate al Museo della Storia (ambientato in un palazzo del conteggio del 18 ° secolo) e ci sono ricordi della storia elegante di Póvoa ai padiglioni d'arte sulla spiaggia e al casinò di Beaux-Arts, che risale agli anni '30.

Cividade de terroso

La civiltà di un tipo più antico attende in questa cittadella nelle colline a nord -est di Vila do Conde.

La Cividata de Terroso era un considerevole insediamento dell'età del bronzo, suonato da tre muri difensivi che difendevano decine di case per centinaia di persone.

Le parti più antiche di queste rovine hanno quasi 3.000 anni.

Ma ci sono anche tracce elettrizzanti di insediamento romana dal II secolo a.C. quando le strade erano pavimentate con pietre ancora in posizione e scanalate per consentire all'acqua piovana o alle acque reflue di fluire.

Puoi vedere alcune delle ceramiche e le lavorazione metallica scoperte in questo sito al Museo di storia di Póvoa.

Festas de São João

Il 23 e il 24 giugno riguardano il santo patrono, San Giovanni Battista a Vila Do Conde.

Ci sono celebrazioni per San João in tutta la regione Norte, ma gli eventi in questa città hanno il loro sapore.

Sì, le persone hanno colpito le strade la notte del 23 per farsi allegri a Praça José Régio e colpirsi a vicenda sopra la testa con morbidi martelli di plastica.

Ma ci sono alcune cose che lo rendono speciale; Prima quasi ogni balcone è decorato con tinsel rosso e giallo e forse un'immagine di San Giovanni, mentre ci sono canzoni e rituali, come il tradizionale viaggio in spiaggia il 24, che sono unici per questa città.

Gli sbocchi di stile

Questo centro commerciale vicino a Vila do Conde è un tale successo nella regione che c'è anche un bus navetta da Porto.

Ciò che manca al centro commerciale, compensa con il suo spettro di marchi premium: Calvin Klein, Tommy Hilfiger, Armani, Ipotesi e Polo Ralph Lauren, insieme a etichette di moda di metà del mercato.

In Vila do Conde è abbastanza vicino da poterlo fare un giorno fuori quando i cieli sono nuvolosi.

C'è Wi-Fi gratuito, un'area giochi per asili e bambini, nonché la solita food court.