Le 10 migliori cose migliori da fare a Villefranche-sur-Saône

Le 10 migliori cose migliori da fare a Villefranche-sur-Saône

A nord di Lione, Villefranche-sur-Saône è la capitale meridionale della regione vinicola di Beaujolais. Beaujolais significa molto per la città e puoi cenare in bistrot speciali con menu disposti attorno a questo vino vellutato.

Non devi essere un intenditore per voler saperne di più su Beaujolais e ci sono grotte, vigneti e compagnie di tour del vino a portata di mano per trasformarti in un sofisticato in un paio di giorni! La città stessa è incentrata su Rue Nationale, che ha belle case del Rinascimento e piccoli passaggi che ti attirano in bellissimi cortili. Nelle vicinanze si trovano i villaggi costruiti con una pietra d'oro incantata e Lione, a soli 25 minuti a sud non possono mai essere ignorati.

Esploriamo le cose migliori da fare in Villefranche-sur-Saône:

Vino Beaujolais

Beaujolais è noto per essere insolitamente leggero e delicato, al punto in cui di solito viene freddo come vino bianco.

Viaggiando da Lione, Villefranche-sur-Saône è la prima grande città nella regione di Beaujolais.

Qui, le bottiglie vendono per meno che intorno ai villaggi crus-du-beaujolais come Fleurie e Brouilly, un breve viaggio panoramico a nord.

È la tua scelta come scopri questo vino favoloso: puoi assaggiarlo alle caverne in città e fare acquisti lì, o farlo in "Bistrot Beaujolais", che sono bistrot con menu che completano i vini Beaujolais.

Oppure puoi partire nella ripida campagna per vedere il terroir per te stesso, incontrando vigeron come i giovani Richard Rottiers e Beaujolais Stalwart Jean-Paul Brun.

Marché Couvert de Villefranche

In una regione che prende il cibo molto sul serio, il mercato coperto è una delle grandi attrazioni.

E se hai bisogno di prove che questo è il posto migliore per fare la spesa, durante il fine settimana, è quasi pieno di gente del posto che conoscono la qualità quando lo vedono.

Gran parte dei prodotti proviene dalla regione e i venditori sono troppo felici di darti consigli di acquisto e cucina.

E anche se stai solo visitando la pena venire solo per apprezzare le attrazioni e la fragranza di carne, formaggio, frutta e salumi di alta qualità.

Questo edificio Art Deco è stato completato nel 1933 e ha una galleria al primo piano con un bar, dandoti una vista a volo d'uccello sulle file di bancarelle sottostanti.

Musée Paul-Dini

Nel mezzo della città, questo museo riguarda l'arte e gli artisti nella regione del Rodano-Alpe.

C'è un ensemble di dipinti risalenti al 1863 ad oggi, comunicando le tendenze mutevoli dell'arte della regione e di come si è classificato con la moda nazionale e internazionale.

Per quanto riguarda il nome del museo, Paul Dini è un uomo d'affari e un collezionista d'arte, le cui donazioni hanno aiutato a trovare l'attrazione.

Ora ci sono circa 450 opere, le prime radianti intorno alla scuola di Barbizon, prima di passare al fauvismo attraverso Jean Puy, simbolismo attraverso Auguste Morisot e movimenti moderni come il cubismo rappresentato da Albert Gleizes.

Rue Nationale

Mentre ti fa strada lungo la strada dello shopping principale della città, il tuo sguardo sarà attratto dalla vecchia ocra o dalle case di pietra sul percorso.

Alcuni di questi risalgono al 1400 e gli esempi più illustri sono etichettati con placche.

Ci sono anche i passaggi "Traboules" che ti fanno cenno fuori dalla strada e in cortili rinascimentali segreti come La Galerie de Bois.

La parte migliore è il blocco tra le giunzioni con Rue Paul-Bert e Rue du Faucon.

Ma ci sono case incantevoli da vedere al no. 407 (Maison de l'italier), no. 761 (Maison de la Tourelle e l'ex municipio di Villefranche costruiti a metà del 1600 a 816.

Collégiale Notre-Dame-Des-Marais

Sebbene la prima pietra di questa chiesa fosse stata posta nel 1100, i lavori continuarono fino al 1500.

Quindi c'è un intero spettro di architettura, dalla base romanica della torre e una volta a botte nella navata alle volte a coste gotiche nel transetto e nella navata.

La facciata principale era uno dei tocchi finali ed è nello stile gotico sgargiante del 1500.

Le guerre di religione nel XVI secolo e la rivoluzione francese non furono gentili con la chiesa, spogliandola della sua decorazione.

Ma il meraviglioso organo del XIX secolo vale il tuo tempo: questo è stato costruito dall'acclamata società di callinet e ha 2.300 tubi.

Luoghi Des Marais

Nascosto dietro la chiesa c'è un'affascinante piazza pedonale con un caffè e una fontana.

Sebbene l'architettura sia nuova, è stata progettata per fondersi con l'edificio più vecchio in giro.

Quindi c'è un passaggio sotto gli condomini di colore pastello e i vari negozi Nestlé in portici.

Accanto alla chiesa all'ingresso della piazza su rue nazionale c'è una targa che commemora il premio della carta di Villefranche nel 1260. Sopra ci sono murales di piastrelle di Pierre II di Bourbon e Anne di Beaujeu nello stile dell'iconico trittico di Moulins del XV secolo.

Ancien hôtel-dieu

Proprio accanto all'ufficio turistico c'è il vecchio ospedale di Villefranche, che risale al 17 ° secolo ed era in servizio fino al 1982. Ora è un edificio elencato e dopo essere stato disattivato la sua sontuosa decorazione è stata conservata.

Puoi mettere giù il tuo nome per una visita guidata presso l'ufficio turistico.

La sala da reception e il cortile sono adorabili, ma il momento clou ha la cappella dipinta, progettata in uno stile barocco italiano nel 1682.

Maison du Patroimonie

All'edificio del patrimonio di Villefranche lì un enorme archivio di documenti e manufatti, tra cui una biblioteca di 300.000 fotografie.

Questi sono presentati in mostre a breve termine che si occupano di temi specifici, da eventi importanti nel passato della città ai dettagli della vita quotidiana nel corso dei secoli.

Durante la stagione estiva del 2016, ad esempio, c'è stata Métamorphose D'Ue Ville, una mostra contrastando scene in città dall'inizio del XX secolo con gli stessi luoghi ai giorni nostri.

Musée Claude Bernard

Il rispettato fisiologo Claude Bernard è nato appena fuori Villefranche nel villaggio di Saint-Julien.

Ha fatto una zattera di importanti scoperte, per lo più usando la vivisection.

E ha anche contribuito a stabilire alcune delle norme di sperimentazione, come usare la sperimentazione cieca per garantire l'obiettività.

Bernard era figlio di un enologo e la fattoria dove è nato nel 1813 è l'introduzione ideale alla sua vita e ai suoi successi.

Al primo piano ci sono strumenti di vinificazione e imparerai a conoscere la sua vita sociale, la sua amicizia con Flaubert e alcune delle sue riflessioni filosofiche.

E al piano superiore entrerai nella carne del suo lavoro scientifico e i progressi fatti nella fermentazione alcolica e nella funzione glicogena del fegato.

Fête des Conscrits

L'ultimo fine settimana di gennaio c'è una celebrazione a Villefranche che accade solo intorno a Beaujolais.

La Fête des Compscrits rimane ai tempi della coscrizione e rievoca le usanze di uomini che stavano per lasciare la città per l'esercito.

Quindi il venerdì sera c'è una parata Torchlight, e poi sabato gli uomini prendono Cockade e bouquet di fiori ai cittadini anziani della città.

Più tardi, la domenica mattina c'è una grande sfilata di uomini in smoking, che trasporta bouquet e con cappelli a cilindri tagliati con un nastro.

Questo nastro è codificato a colori per indicare l'età del coscritto: verde per 20, giallo per 30, arancione per 40, rosso per 50, blu per 60, viola per 70, prugna per 80 e poi un tricolore se sono più grandi!

Oingt

Ovest e sud di Villefranche è una regione nota come Pays des Pierre Dorées "Golden Stone Country". Questo deriva dal calcare usato negli edifici, che viene dato un tono dorato dal suo ossido di ferro che Oingt può essere il più bello di tutti i villaggi del Beaujolais meridionale e si trova a dieci minuti di distanza in auto, guardando fuori dai vignetti collini.

Per un posto così piccolo c'è quasi un giorno di cose da vedere, come i musei per il mantenimento medievale e la produzione di botti e dedicati a automobili, vino e agricoltura.

Ti consigliamo anche di macinare per un po 'di navigazione nei negozi del villaggio in case in pietra rustica e crogiolarsi nelle viste della campagna.

Anse

Minuti a sud di Villefranche è un'altra di quelle città di Golden Stone.

Anse è pieno di bellissimi vecchi castelli perché era una via vitale tra Lione e Mâcon a nord.

Ci sono cinque da vedere in tutto, e uno di loro, il Château des Tours, è aperto al pubblico.

Questa è una fortezza della vecchia scuola del 1200 ed è la casa appropriata per una piccola cache di manufatti scoperti in giro per la città.

Ci sono anche pezzi delle pareti gallo-romane che stanno ancora mostrando, insieme a una delle torri difensive di questo periodo.

Musée Henri Malartre

Chiunque abbia un'affinità per le auto deve prendere nota di questo museo a Rochetaillée-sur-Saône sulla strada per Lione.

Henri Malartre è nato all'inizio del 20 ° secolo ed era nel settore della demolizione di auto.

Ma nella sua carriera si imbatté in molti modelli che ritenevano troppo belli per distruggere e queste auto erano la base per questa flotta di auto risalenti al 1890 ad oggi.

Ci sono anche 50 motociclette dal 1904 al 1964, tutte presentate nella meravigliosa cornice del Château de Rochetaillinge-sur-Sa-Saône.

Le auto da cercare includono il prototipo 2CV del 1936, Packard di Édith Piaf e Hispano-Suiza di Charles de Gaulle.

Lione

La seconda città più grande in Francia è di 20 minuti lungo la strada.

Lyon è un gigantesco sito del patrimonio mondiale ed è una destinazione poliedrica che delizierà persone diverse in modi diversi.

C'è una storia antica da scoprire a Fourvière, il sito di un teatro antico strabiliante e la basilica degna della cartolina di Notre-Dame.

Il vecchio centro sembra andare avanti per miglia e ogni quarto ha il suo personaggio.

Prendi le dozzine di Traboules, passaggi segreti del Rinascimento che portano da vecchi seminari di tessitura della seta alle rive del Saône.

E non puoi mai dimenticare il cibo nella capitale culinaria francese e la casa del leggendario chef Paul Bocuse.

Cucina

Molti dei preparativi che le persone considerano tipicamente francesi hanno origine o sono state perfezionate in questa regione.

Questa eredità proviene dalla sua posizione nel trading di crocevia in Europa, guadagnando idee e ingredienti da tutte le direzioni.

Attualmente ci sono cinque tre chef con stelle Michelin con sede a Rhone-Alpes.

Ma probabilmente sei solo alla ricerca di un pasto buono e a prezzi ragionevoli, quindi prova Coq Au Vin, Pot Au Feu (stufato di manzo cotto a lento) o Andouillettes (salsicce di offale di maiale). Per qualcosa da portare a casa c'è il Bouchon Beaujolais (Beaujolais Cork), un delicato dolce fatto con pralina e nocciole rivestite con una pasta di mandorle e progettato per sembrare un sughero.